predicatore: W.M. Branham; traduttore: Mariano GuagliardoSIGNORI, È QUESTO IL SEGNO DELLA FINE?

 

- Messaggio predicato dal profeta William Marrion Branham.

- Data: 30 Dicembre, 1962.

- Luogo: Tabernacolo Branham - Jeffersonville, IN. U.S.A.

- Tradotto dal pastore Mariano Guagliardo.

- Tradotto nell’anno 1997.

 

 

1 Grazie molto, fratello Neville!

 Buona sera, miei preziosi amici. Sono felice questa sera di essere di nuovo nel servizio del Signore, il nostro Dio.

 

2 [Il fratello Neville dice al fratello Branham qual'è il microfono che funziona—n.d.t.] È questo qui? Questo qui. Oh, sì, così va bene!

 

3 Questa mattina vi ho trattenuto così a lungo tanto che questa sera io sento che devo fare molto in fretta. Oh, come fu terribile vedervi stare in piedi, ed altrettanto male lo è pure questa sera! Però non passerà molto che avremo un po' di spazio in più per voi, non appena la chiesa sarà completata. No, noi non pensiamo di stare molto a lungo questa sera.

 

4 Ma domani sera, noi abbiamo intenzione di stare un po' di più. Domani sera, se alcuni di voi possono venire dentro domani sera, ebbene, noi ci aspettiamo di avere un grande tempo nel Signore. Ci saranno dei bravi uomini qui domani sera, e noi, tutti noi, avremo un tempo...

 

5 [Il fratello del fratello Branham, Edgar Branham, dice: “Oh, aspetta, io ho una domanda da farti che mi ero dimenticato di dirti. Noi abbiamo delle persone qui che dicono che tu sei sempre di fretta nei servizi serali. Però domani sera tu puoi avere tutto il tempo che vuoi, dalle 19 alle 24, se tu ne hai bisogno. Questo è ciò che essi mi hanno detto di dirti, così che tu abbia tempo per spiegare alcune cose”. Il fratello Branham sorride assieme all'assemblea—n.d.t.]

 

6 Domani sera a mezzanotte noi serviremo la Cena del Signore. Io sono certo che a voi piacerà essere qui dentro per questo. Mentre tutto il resto di loro schiamazza, e grida, e spara, e beve, e via dicendo, noi vogliamo inchinarci riverentemente davanti a Dio e prendere la Cena del Signore, e inizieremo il nuovo anno impegnando i nostri cuori a Dio, in dedicazione a Lui.

 

7 E, di certo, domani sera ci saranno qui alcuni bravi oratori. Ci saranno su qui alcuni cari fratelli dalla Georgia. Il fratello Palmer, un meraviglioso oratore. Il fratello Junior Jackson sarà qui domani sera. Il fratello Beeler, il fratello Neville. Oh, mamma, mamma!, e altri ancora. Saranno qui dei meravigliosi uomini di Dio. Il fratello Willard Collins. E tutti questi fratelli ci hanno continuato a dare dei messaggi così grandi! E forse ci saranno altri che verranno dentro; così per domani sera noi ci aspettiamo un grande tempo.

 

8 Ora, mia moglie mi disse: “Non dire questo!”, però io devo dirlo in ogni caso! Mi dispiace che questa mattina ho detto “Empire”, anziché “Umpire”. [Empire significa “impero”; umpire significa “arbitro”. Egli ha detto “impero” anziché dire “arbitro”, e così la congregazione scoppia a ridere assieme al fratello Branham.—n.d.t.]

 Billy era seduto là dietro, e disse: “Eccolo lì che comincia daccapo!”.

 

9 Io dissi: “Egli deve avere un impero”, però volevo dire un “arbitro”.

 

10 Sapete, io sono come loro dicono circa gli Olandesi: “Non prendetemi per quello che dico, ma per quello che io intendo dire”.

 

11 Io dissi: “Dopo tutti questi anni, io penso che loro mi comprendono”.

 

12 Lo sapete che con questo sono circa trenta anni che sono dietro a questo pulpito qui? Trenta anni in questo tabernacolo! Dopo tutto questo tempo, voi dovreste conoscermi, non è vero? Oh, mamma, la mia istruzione è di certo limitata! Certo, io non riesco a parlare, però faccio un rumore veritiero per il Signore! [Il fratello Branham ride assieme alla congregazione—n.d.t.]

 

13 E, fratelli, io credo che sia stato il Dr. Lamsa, quello della traduzione della Bibbia Lamsa.

 

14 Egli disse che una volta io stavo parlando, ed io non sapevo che egli era lì. Ed egli ritornò e stava parlando circa l'Urim e Thummim; e poi egli stava parlando di quella Luce, ed egli disse: “Cos'è che non va con questa gente d'oggi?”. Ed egli disse: “La ragione per la quale quella gente, i traduttori, non hanno potuto tradurre la Bibbia correttamente, è perché quei traduttori han cercato di tradurre in un Yiddish `eloquente', mentre Gesù parlò la lingua della gente `comune', proprio come parlava la gente della strada”.

 

15 E, lo sapevate che su in Luca c'è una Scrittura che dice: La gente `comune' Lo ascoltava con piacere? Egli parlava la loro lingua! Io spero che sia di nuovo così. [Il fratello Branham sorride—n.d.t.]

 Noi siamo felici per il Signore!

 

16 Ora, io vedo quelle donne che stanno attorno in piedi; mi fa star male il vedere quegli uomini in piedi, e quelle ragazze, quei ragazzi, le donne, e via dicendo, che stanno attorno appoggiati ai muri, coi loro piccini. Ma noi proprio non abbiamo un adeguato spazio a sedere! Così, noi preghiamo che la prossima volta che avremo le riunioni, dopo questa settimana, dopo questo tempo...

 

17 Come voi sapete, la prossima cosa che viene, per quanto possiamo sapere, sono quei Sette Sigilli. E, se piace al Signore, noi inizieremo con essi proprio non appena la chiesa sarà finita di essere costruita, così che noi possiamo venire qui dentro. Noi verremo qui dentro per una “ridedicazione”, e forse avremo una o due, o forse tre settimane, nelle quali verremo su per i Sette Sigilli. Così noi siamo in attesa di un grande tempo nel Signore, durante quel tempo. E a tutti voi gente di fuori città, noi vi spediremo degli avvisi ed ogni altra cosa, forse una settimana o due prima, e vi faremo sapere in modo esatto quando avremo questo.

 

18 L'impresario, da come ho capito da quello che diceva Billy questa sera, pensa che sarà finita per il giorno dieci di Febbraio. Bene, se lui finisce il dieci, noi allora inizieremo attorno al quindici. Così, non appena essi avranno finito, noi inizieremo subito in Quello.

 

19 L'anziana sorella Kidd mi chiamò poco fa, e lei era quasi in lacrime. Lei disse: “Fratello Branham, abbiamo cercato in tutte le maniere di far partire quella vecchia macchina, ma essa non vuole partire!”. Così lei disse: “Prega che essa parta, e domani io verrò”.

 E lei disse: “Chissà se troverò posto a sedere!”.

 

20 Io le dissi: “Non preoccuparti, sorella Kidd, non appena tu arrivi lì, noi troveremo un posto per te”.

 

21 Lei disse: “Sia benedetto il tuo cuore!”. Disse: “Sai, se tu terrai il servizio fino a mezzanotte, non pensare che io non voglia uscire a mezzanotte!”.

 

22 Sapete, lei e il fratello Kidd, hanno circa ottantacinque anni ciascuno, ed essi sono ancora nel ministero! Sapete cosa fanno essi? Hanno acquistato un registratore, ed essi prendono i miei Messaggi e vanno di ospedale in ospedale, di casa in casa, facendo ascoltare i nastri. Ora, quello è tutt'altro che “arrendersi”, quello è tutt'altro che “andare in pensione”. Quello significa: Sostenere la Fede fino alla fine, morendo con la Spada in mano. Quello è il modo in cui andarsene via. Quello è il modo in cui voglio fare io.

 

23 E poi lei disse: “Sai, se io prendo la superstrada a mezzanotte”, disse lei, “dopo mezzanotte, mentre cerco di arrivare a casa, ci sono tutti quei diavoli ubriachi che guidano come...”. [Il fratello Branham ride assieme alla congregazione—n.d.t.] “Quei demoni corrono lungo la strada, bevono, e mi passano da tutte la parti!”. Lei disse: “Essi mi fanno una paura da morire!”.

 

24 Fratello Pat, lei è proprio una piccola vecchietta! Quanti conoscono la sorella Kidd? Lei è proprio una santa vecchietta!

 

25 E poi, pensate, anni prima che io nascessi, ed io sono un uomo vecchio, lei e il fratello Kidd vivevano su lì nelle montagne; e lei lavava per l'intera giornata, su un lavatoio, per guadagnare col suo lavare quindici o venti centesimi, così da mandare lui fuori quella sera da qualche parte a predicare. E andava in quelle miniere di carbone, su lì nel Kentucky, dove qualcuno doveva scortarlo con un fucile per arrivare in cima alla collina, dove andava a predicare. Oh, mamma! Allora io penso:

Devo io essere portato in Cielo in un comodo letto di fiori,

Mentre altri hanno combattuto per vincere il prezzo,

Navigando attraverso i mari insanguinati?

Io devo combattere, se voglio regnare,

Aumenta il mio coraggio, Signore!

 

26 Ed io voglio il Suo sostegno, tramite la Sua Parola. Quello è ciò che io voglio questa sera. Ora, io suppongo che ora i registratori siano accesi. E...

 

27 [Un fratello dice: “Non dimenticarti la dedicazione dei bambini”.—n.d.t.] Oh, sì, io devo...! Scusatemi.

 

28 Una sorellina qui questa mattina, aveva un bambino che voleva dedicare. Ed io le dissi che di certo lo avrei fatto questa sera. E, domani sera, noi avremo la dedicazione dei bambini, servizi di guarigione, ed ogni altra cosa che possiamo fare; noi avremo molto tempo. Così, se la sorellina è qui, che prenda il suo piccino...

 

29 Ed io suppongo che dovevamo avere delle persone che venivano da molto lontano, ed essi erano qui questa mattina per avere un colloquio privato, per qualcosa. Ed avremmo dovuto incontrarci qui dentro questa mattina, ma Billy dovette dir loro di aspettare fino a questa sera. E questa sera egli non è riuscito a trovarli da nessuna parte, vedete.

 Se sei qui, sorella, io sono ritornato e sono stato qui ad aspettare per un bel po', per vedere se egli riusciva a trovare questa donna. Io penso che esse erano in due che volevano questo colloquio privato; esse vengono da molto lontano. Così, se non sono riuscito a trovarvi, speriamo che sarò in grado di averlo non appena mi sarà possibile, forse domani sera, mentre vengo qui.

 

30 Ora, io credo che sia questa la donna; è quella che sta venendo con quel piccino, con quella casacchina blu?

 

31 “Casacchina”. Meda, io-io non intendevo dire quello, tesoro; io non so cosa essa sia. Essa sembrava come un piccolo vestito, o qualcosa del genere. [La congregazione ride—n.d.t.] Una casacchina! Quanti sanno cos'è una casacchina? Ebbene, certo, per me essa è una piccola tuta!

 

32 Ehi, questa è una piccola bambina di Dallas! Mamma, com'è carina!

 Fratello, vorresti venire qui sopra? Scusami.

 

33 Beh, mi piace quel piccolo nastrino che gli avete messo lì!

 Qual'è il suo nome? [Il padre dice: “Rebecca Lyne”.—n.d.t.] Rebecca L-y-n-e. E qual'è ora il vostro cognome? [“Stayton”.] Rebecca Lyne Stayton. È esatto?

 Posso averla? [“Certamente”.] Lo so che è un po' dare via una cosa simile!

 Non è una dolcezza? Rebecca Lyne Stayton.

 

34 Questa famiglia è passata attraverso molte... Questa piccola giovane signora qui, e suo marito, sono stati salvati di recente e sono stati portati dentro la conoscenza del Signore. Ed ora, nella loro unione, Dio ha dato questa piccola bella Rebecca, ed essi la stanno portando al Signore.

 

35 Ora, molte persone chiamano questo il “battesimo degli infanti”, nella chiesa Metodista, e in molte altre; ed essi li aspergono con acqua mentre sono bambini. Ora, quello va bene se si trattasse di quello che penso io. Però noi cerchiamo sempre di stare proprio con quello che la Bibbia dice di fare. Nella Bibbia non ci fu mai una tale cosa come il battezzare un infante. Per quanto ne sappiamo, ciò non è in nessuna parte della storia, fino all'inizio della chiesa Cattolica, cioè, fino al Concilio di Nicea.

 

36 [La bambina interrompe il fratello Branham con un grido: “Baaa!”—n.d.t.] Così, quello è proprio il modo per dire “Amen”. [La congregazione scoppiare a ridere—n.d.t.] Vedete, per capire quello voi avete bisogno dell'interpretazione! [Il fratello Branham ride assieme all'assemblea—n.d.t.]

 

37 Ma nella Bibbia, essi portavano dei piccoli fanciulli a Gesù, così che Egli potesse benedirli. Ed Egli metteva le Sue mani su di loro e li benediceva. E quello è ciò che noi continuiamo a fare.

 Chiniamo ora i nostri capi.

 

38 Nostro Padre Celeste, questa giovane donna e questo giovane uomo vengono questa sera con questa piccola e bella Rebecca, la quale è stata affidata a loro, sotto la loro cura, per allevarla nell'ammonizione di Dio. Ed essi questa sera la portano per “presentarla” al Signore. E mentre la madre la passa dalle sue braccia alle mie, io dalle mie braccia passo la piccola Rebecca a Te. Dio, sii con lei, e benedicila! Benedici suo padre e sua madre. Fa' che tutti loro vivano una vita lunga e leale, e, se è possibile, che vedano la Venuta del Signore Gesù. Fa' che questa bambina cresca nella conoscenza del Signore. E se c'è un domani, fa' che lei sia una grande testimonianza per Te. Concedilo, Signore!

 Ora, se Tu fossi stato qui sulla terra, queste donne e questi uomini avrebbero portato i loro figliuoli a Te. Ma noi, i ministri del Vangelo, siamo i Tuoi rappresentanti. Così noi diamo a Te questa bambina, per una vita di servizio nel Tuo Regno, nel Nome del Tuo Figliuolo, il Signore Gesù Cristo. Amen.

 

39 Dio ti benedica, piccola Rebecca. Che dolce e piccola cosina! Possa Iddio benedirvi entrambi e la bambina, e abbiate una lunga vita felice nel servizio di Dio.

 

40 Io non so se sono abbastanza forte o no! [Il fratello Branham dice questo come per indicare che il bambino è piuttosto ben robusto, e la congregazione scoppia a ridere—n.d.t.] Questo è proprio un ragazzo! Qual'è il suo nome? [La madre dice: “Stanley Victor Cleveland”—n.d.t.] Stanley Victor Cleveland. Un piccolo Stanley. Che bel nomicino, e che bel ragazzino! Beh, io credo che...Cosa vuoi fare qui, Stanley? È un problema per te stare qui? [Il fratello Branham scherza col bambino e la congregazione scoppia a ridere—n.d.t.] Oh, voi capite cosa intendo dire! Sapete, noi non ci esercitiamo per fare questo; noi questo semplicemente lo facciamo! In questo non c'è niente di formale. Di certo egli è un bel tipo! Mi sono dimenticato il suo ultimo nome; non credo di averlo pronunciato correttamente. [“Cleveland”.] Cleveland. Benissimo.

 Chiniamo i nostri capi.

 

41 Padre Celeste, questa coppia porta questo bambino, il piccolo Stanley Cleveland, per essere dedicato al Signore Gesù. E mentre io e il pastore qui della chiesa stiamo uniti assieme nell'opera del Signore, noi diamo questo bambino a Te, per una vita di servizio. Tu lo hai dato alla madre e al padre, ed ora essi lo danno a me, nelle mie braccia, e dalle mie braccia io lo metto nelle Tue. Dio, benedici suo padre e sua madre. Benedici questo piccolo ragazzo, e possano tutti loro vivere una felice lunga vita di servizio per Te. Fa' che il bambino sia allevato nell'ammonizione di Dio, per servire Lui, per temere Lui, e amare Lui tutti i giorni della sua vita.

 Ora, essi portarono dei fanciulli a Te, così che Tu potessi benedirli; e noi, con le nostre mani sul bambino, lo benediciamo nel Nome del Signore, e possa egli vivere una lunga e felice vita in salute e forza, per il Tuo servizio. Nel Nome di Gesù. Amen.

 Dio ti benedica, piccolo Stanley. Voi avete un bel ragazzino!

 

42 Ora io sto per chiedervi un piccolo favore, a voi piccoli e agli adolescenti. Ed io so che ciò è duro; voi non potete stare in piedi molto a lungo, poiché ciò vi fa venire i crampi alle gambe. Però questa sera io mi sto accostando ad un qualcosa che non ho mai fatto prima. E c'è qualcosa di cui sto per parlare, di cui non avrei mai pensato di parlare di una simile cosa.

 

43 Questa è la ragione per la quale questa mattina io non volli dedicare quel tempo prima del Messaggio; ed io non riuscii a finire di parlare sul mio Assoluto, ed io penso che non ci riuscirò mai. Io spero di non riuscirci mai, poiché Egli è così meraviglioso!

 

44 Però questa sera io parlerò su qualcosa di cui non conosco. E questo ora è qualcosa di strano, cioè che un ministro dica che parlerà su qualcosa che egli non conosce. Ma io mi sto avventurando, per quanto io sappia, così che questa Chiesa possa comprendere. Ed io a voi non voglio, in nessun modo, nascondervi alcuna cosa che vi sia di profitto.

 

45 E dunque, riguardo a questo nastro, io suppongo che i ragazzi stiano registrando il nastro; se vi capita di avere il nastro, chiunque ascolta il nastro, ricordati: se qualcosa non riesci a capirla, non dirla, ammenoché essa non sia nel nastro! Non dire qualcosa di contrario a ciò che c'è nel nastro!

 

46 Molti stanno scrivendo circa la Progenie Del Serpente, e dicono che io dissi così-e-così. Io vado a prendere il nastro, lo faccio girare, e vedo che quello io non l'ho detto in quel modo! Vedete, la gente giudica male le cose.

 

47 Sapete, una volta Gesù, dopo la sua risurrezione, stava camminando giù lungo la riva con i discepoli, e Giovanni stava chinato sul Suo petto; ed essi dissero: Che cosa accadrà a quest'uomo?

 Gesù disse: Che ve ne importa a voi se egli aspetta fino a che Io venga?

 

48 Ed ecco che venne fuori un detto, che Giovanni sarebbe vissuto per vedere la venuta di Gesù.

 

49 Ma la Scrittura dice: Nondimeno, Egli non lo disse mai in quel modo.

 Vedete, Egli non disse mai quello. Egli disse semplicemente: Che ve ne importa a voi se egli aspetta fino a che Io venga? Egli non disse mai che egli avrebbe aspettato. Ma, vedete, l'incomprensione è così facile!

 

50 Ed ora, non è che io stia condannando qualcuno perché fa questo, poiché questo lo faccio pure io stesso! E tutte le persone lo fanno. Perfino gli apostoli, i quali camminarono col nostro Signore, Lo incompresero; ed essi a Lui non lo compresero mai chiaramente.

 

51 Proprio alla fine essi dissero: Ecco, ora noi comprendiamo! ora noi crediamo, e noi siamo sicuri che nessun uomo ha da dirti alcuna cosa, poiché Tu conosci tutte le cose.

 

52 E Gesù disse: Ora credete? Vedete: Dopo tutto questo tempo, infine lo avete afferrato? Vedete: Ora credete?

 

53 Or questo è semplicemente umano, e noi siamo tutti umani. Per cui noi avremo incomprensioni.

 

54 Però se ciò non riesci a capirlo bene, fai rigirare il nastro; ascolta bene. Io sono certo che lo Spirito Santo te lo rivelerà.

 

55 Dunque voi piccini, i bambini, continuate a sostenere i vostri “amen”. Abbiate un po' di pazienza, poiché io voglio che questo sia ben compreso, visto che molti non avranno il nastro. Così io voglio che voi siate sicuri di averlo afferrato. Ed ora, accostiamoci a questo per trentacinque o quaranta minuti, io direi, e stiamo proprio il più riverente possibile, poiché questo per me è un tempo tremendo!

 

56 Questo riguarda qualcosa che è accaduto, ed io non so cosa fare. E per quanto ne sappia, io mi trovo nella più terrificante angustia in cui sia mai stato durante i giorni del mio ministero.

 Così, chiniamo ora i nostri capi, prima che ci accostiamo alla Parola.

 

57 Padre Celeste, dunque qualche tempo fa, io predicai sul soggetto del Presumere. E presumere significa: “Avventurarsi senza autorità”. E forse questa sera, Signore, io ho preso su me stesso il diritto di interpretare al popolo qualcosa senza che di ciò ne avessi la visione. Perciò, Signore, controlla in me dove ci sono dei punti che devono essere controllati. Chiudi la mia bocca, Signore! Tu chiudesti la bocca ai leoni nella fossa, quando fu di Daniele, così che essi non gli facessero del male. Signore, ti prego, se io dovessi cercare di interpretare qualcosa in modo sbagliato, Tu hai ancora potere per chiudere la bocca. Ma se essa è la Verità, allora, Signore, benediciLa e diffondiLa. E Tu conosci le condizioni e ciò che sta per avvenire! Ecco perché io sono venuto in questo ultimo momento qui al pulpito, per cercare di interpretare queste cose. Ed io Ti prego di aiutarci!

 

58 Benedici questa piccola Chiesa, questo gruppo che viene qui sotto a questo tetto, che soggiorna con noi qui in città e che viene fuori da diversi Stati. Oh, mentre le ombre della sera stanno calando, noi siamo felici di avere un luogo dove venire! Mentre il mondo è così confuso, ed essi non sanno dove si trovano, noi siamo felici che: il Nome del Signore è una Forte Torre, e il giusto corre in Esso ed è al sicuro. Non dove ci sono molte parole, ma dove c'è la rivelazione.

 

59 Così noi preghiamo, Padre, che mentre le “Luci della sera vengono al calar del Sole”, e noi crediamo che quello è il tempo in cui noi stiamo vivendo; il calar del Sole. E noi Ti ringraziamo molto solennemente, Signore, con tutto il nostro cuore, per le cose che Tu hai fatto per noi.

 E Signore, giù lungo l'epoca, io Ti ringrazio per aver permesso alle visioni che Tu mi hai dato, di adempiersi proprio perfettamente; ed ogni interpretazione di sogni, è stata esattamente proprio in quel modo. Per cui noi sappiamo che per forza questo dovevi essere solo Tu, Signore, poiché noi siamo dei mortali, tutti nati nel peccato, e in noi non c'è una cosa che sia sana! E pensare che Tu puoi prendere una simile cosa, come un essere umano, e lavarlo con l'Acqua della Parola e col Sangue di Cristo, e stendere quella Mano in un tale modo che una persona non usa più il suo proprio pensare, ma gli lasci entrare la Mente di Cristo, la quale conosce ogni cosa! Fa' che Essa venga dentro e parli, ed usi questo tabernacolo. Grazie, Padre.

 

60 Noi ora benediciamo il Tuo Santo Nome! E nel Tuo Nome noi questa sera benediciamo questo piccolo gruppo. Noi benediciamo il pastore, il fratello Neville, questo galante servo di Dio. Noi benediciamo i diaconi e gli amministratori, ed ogni membro del Corpo di Cristo, sia qui che attorno per il mondo, nel Nome del Signore Gesù.

 

61 Oh, dato che noi vediamo questa buia, grigia, e orribile ombra che si sta abbattendo sulla faccia della Cristianità, noi allora sappiamo che il tempo si sta avvicinando! Ci sarà un Rapimento, e la Chiesa verrà portata su. Signore, fa' che noi marciamo avanti, guardando all'Autore e Compitore, Cristo! Concedicelo, Signore, mentre ora noi andiamo avanti nel Nome del Signore Gesù, per addentrarci in queste cose che sono state messe nei nostri cuori. Noi preghiamo che Tu sia con noi, e aiutaci, e prendiTi gloria da questo, Signore, poiché noi affidiamo noi stessi a Te assieme alla Tua Parola, nel Nome di Gesù Cristo. Amen.

 

62 Ora, se voi avete una penna e carta, a me piacerebbe che voi scriveste giù alcune cose, tutto quello che volete; così, teneteli pronti.

 E poi, pure coi nastri: se volete, in qualsiasi momento annotatevi le Scritture, poiché io credo che è la Scrittura la cosa che conta.

 

63 Ora noi questa sera vogliamo leggere un testo, cioè un passo della Scrittura, dal Libro della Rivelazione di Gesù Cristo [Il Libro dell'Apocalisse, in inglese è intitolato “La Rivelazione Di Gesù Cristo”.—n.d.t.] Or io credo che questa è La Rivelazione Di Gesù Cristo scritta nel Libro. Ed ogni altra rivelazione che è “contraria” a questa rivelazione, è sbagliata. Io credo che questo è meglio ripeterlo di nuovo.

 Ogni rivelazione che non combacia con questa Rivelazione, e non porta alla luce questa Rivelazione, è una rivelazione sbagliata. Essa deve essere Scritturale!

 

64 Ora, nel 10º capitolo del Libro della Rivelazione di Gesù Cristo, io vorrei leggere i primi versetti, i primi sette versetti; dall'uno al sette.

 Ascoltate attentamente ora, e pregate per me.

 Ed io vidi un altro angelo possente—un altro angelo possente, che veniva giù dal cielo, vestito con una nuvola; e un arcobaleno era sulla sua testa, e il suo volto era come il sole, e i suoi piedi come colonne di fuoco.

 Egli aveva in mano un piccolo libro aperto, ed egli posò il suo piede destro sul mare e il suo piede sinistro sulla terra.

 Ed egli gridò a gran voce, come un leone quando rugge; e quando egli gridò, sette tuoni fecero udire le loro voci.

 E quando i sette tuoni ebbero fatto udire le loro voci, io stavo per scrivere; ed io udii una voce dal cielo che mi disse: “Sigilla le cose che i sette tuoni hanno detto, e non le scrivere”.

 E l'angelo che avevo visto stare sul mare e sulla terra, alzò le sue mani al cielo,

 e giurò per colui che vive nei secoli dei secoli, il quale ha creato i cieli e le cose che sono in essi, e la terra e le cose che sono in essa, e il mare e le cose che sono in esso, che non ci sarebbe più tempo;

  ma nei giorni della voce del settimo angelo, quando egli comincerà a suonare, il mistero di Dio dovrà essere finito, come egli ha dichiarato ai suoi servi, i profeti.

 

65 E questa sera il mio testo, se così posso chiamarlo, è questo: Signori, È Questo Il Segno Della Fine?

 

66 Noi tutti sappiamo che stiamo vivendo in un tempo glorioso per la Chiesa, ma in un tempo orribile per l'incredulo. E noi stiamo vivendo in uno dei tempi più pericolosi che ci siano mai stati sin da quando il mondo ebbe inizio. Non c'è mai stato profeta, né apostolo, che abbia vissuto in un simile tempo come quello in cui noi stiamo vivendo ora. questa è la fine!

 

67 Ciò è scritto nei cieli! Ciò è scritto sulla faccia della terra! Ciò è scritto su ogni giornale! Questa è la fine, se solo voi riusciste a leggerne la calligrafia.

 I profeti vissero nel tempo quando la mano che scriveva sul muro era per una nazione; però noi stiamo vivendo quando la mano che scrive sul muro è per il tempo. Per tutte le nazioni, per la terra, per ogni cosa, il tempo è alla fine! Per cui noi dobbiamo investigare le Scritture, per vedere l'ora in cui noi stiamo vivendo.

 

68 Un vero profeta di Dio, andrà sempre alle Scritture. Perciò egli ha l'assoluto, che ciò andrà in quel modo.

 Quando nel Vecchio Testamento i profeti dicevano qualcosa, da qualche parte c'era sempre un profeta con la Parola, il quale stava con la Parola. Egli guardava a Dio per visione. E se la sua visione era contraria alla Parola, allora la sua visione era sbagliata. Quella è la via di Dio per fare arrivare la Sua Parola al Suo popolo.

 

69 Mi sentite bene là dietro? Benissimo. Io proprio non so da dove cominciare.

 

70  Ora, è stato un grande privilegio per me il sapere che questo tabernacolo è stato la mia prima chiesa. Ciò è una cosa gloriosa! Ed io non lo dimenticherò mai, anche se Gesù dovesse tardare ed io vivessi fino a cento anni; io ricorderò il giorno che posi la pietra angolare, lì all'angolo; e la visione che Egli mi diede quel mattino, circa questo tabernacolo. E tutti voi ve la ricordate; essa è scritta nei libri. Ed essa si è assolutamente adempiuta alla lettera! Di essa non è fallita nemmeno una piccola parte.

 

71 Ed ora, in tutti questi anni della mia vita, io non credo che ci sia qualcosa che Egli abbia parlato, e che io ho detto al popolo, che non si sia adempiuta.

 E molte persone sono venute con sogni ed Egli, nella Sua grazia, mi ha lasciato interpretarli al popolo. E molti sono venuti con sogni e con problemi, che io fui incapace d'interpretare.

 

72 Ma io non ho cercato d'introdurre a voi gente un prestigiatore, qualcuno che ha tutte le risposte. Io ho cercato di essere onesto e di dirvi ciò che era Verità; ed io ve l'ho potuta dire solo nella misura che Egli L'ha detta a me. E, dunque, nella misura che Essa veniva a me, poi io potevo dirLa a voi.

 

73 Ed io voglio mettervi in guardia: In questo giorno in cui noi stiamo vivendo, ci sono molti... Questo non è per dire qualcosa contro alla gente; ma quando tu vedi una persona che ha la risposta per ogni cosa, allora ciò è contrario alla Parola.

 

74 Gesù disse: Ai giorni di Eliseo c'erano molti lebbrosi, però solo uno venne guarito. In tutti gli anni, ottanta o più, che Eliseo visse, solo un lebbroso venne guarito.

 C'erano molte vedove ai giorni di Elia, però egli venne mandato solo ad una. E noi vediamo che ci sono molte cose che Dio fa, e che Egli non rivela ai Suoi servitori; e nessun servitore è più grande del suo Signore.

 

75 E, poi, Dio non condivide la Sua gloria con nessuno. Egli è Dio! E quando un servitore arriva al punto in cui egli cerca di prendere il posto di Dio, allora Dio prende la sua vita e lo porta via da qualche parte. Questo noi dobbiamo ricordarcelo.

 

76 Ora, circa quelle visioni e interpretazioni: io non posso dare l'interpretazione di un sogno fino a che io non vedo esattamente, tramite visione, cosa era il sogno. E molti di voi sanno che quando mi avete detto il vostro sogno, non ho saputo dirvi niente affatto. Ma quando io vedevo che il sogno ritornava a me, io mi voltavo e vi dicevo che di esso voi avevate tralasciato molto, ed allora vi dicevo quello che avevate tralasciato. Voi sapete che ciò è esatto! Se ciò è esatto, dite “amen”. [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.] Le cose che voi non mi dicevate! Perciò, vedete, come disse Nebukadnetsar: “Se voi non sapete dirmi quello che ho sognato, come faccio io allora a sapere che voi avete l'interpretazione di esso?”.

 

77 Ma tutte queste “impressioni”, noi non dobbiamo prenderle e dire: così dice il signore. Noi quello non dobbiamo farlo! Noi dobbiamo avere una voce diretta, una risposta diretta da Dio, prima che noi possiamo dire che esso è Dio. Non una impressione; non una sensazione. Non importa quanto essa abbia a pulsare.

 Tu puoi dire: “Io `credo' che ciò potrebbe essere in questo modo”.

 

78 Ma quando tu dici: “così dice il signore”, allora non sei più tu.

 Osservate ciò qui sul pulpito; l'avete mai visto fallire? Il così dice il signore è perfetto. Non è mai fallito. E fintanto che esso è il così dice il signore, esso non può fallire.

 

79 Ma fin qui Egli mi ha protetto, questo perché io ho “confidato” in Lui. Io non ho cercato di avere popolarità, o la vanagloria dell'uomo. Io ho cercato di fare il mio meglio per vivere umile, e di vivere quel genere di vita che io penso un Cristiano debba vivere. E, fino a questo giorno, non sono stato io che sono stato capace di fare questo da me stesso, ma è stato Lui che lo ha fatto. Ed io dico: “Lui è stato Colui che mi ha guidato”.

 

80 Molte cose potrebbero essere dette in questa direzione, ma ciò prenderebbe troppo tempo. Però tutti voi siete al corrente di queste cose. E l'unica ragione per la quale poco fa ho voluto che diceste “amen”, voi gente che mi avete detto sogni e poi io venni a dirvi quello che avevate tralasciato, è perché questo Messaggio viene “registrato”, e uomini di tutte le nazioni ascolteranno questo; e quando essi udranno quell'“amen”, allora essi sapranno che lì ci sono delle “voci”, che stanno sotto questo ministero, i quali stanno molto attenti a non fare qualcosa di sbagliato, o a dire “amen” a qualcosa che è sbagliata. “Amen” significa: “Così sia”. Esso significa: “Approvazione”.

 

81 Ora, in tutta la mia vita, sin da quando ero un piccolo ragazzo, c'è stato un “qualcosa” che mi ha preoccupato. Ed io ho avuto una vita molto particolare, difficile da capire. Perfino mia moglie si gratta la testa e dice: “Billy, io credo che non c'è nessuno che ti possa comprendere!”.

 

82 Io le dico: “Io stesso non mi capisco!”. Ma siccome molti anni fa io affidai me stesso a Cristo, allora è Lui che guida. Io non cerco di comprendere; io semplicemente vado dove Egli mi guida, secondo il meglio della mia conoscenza.

 

83 Io sono grato per una moglie meravigliosa, e per i figli; e mia moglie e i figli hanno fiducia che io non direi loro mai qualcosa di sbagliato. Sono grato che essi credono. Ogni volta che tu dici loro qualcosa, essi si tengono proprio aggrappati ad essa. Essi sanno che io non direi loro qualcosa di sbagliato.

 

84 E direi io allora qualcosa di sbagliato ad uno dei figli di Dio? Non volontariamente. Nossignore! Dio vuole che i Suoi figli stiano nel giusto tipo di ammaestramento, e che verso di loro io sia onesto e veritiero, ed allora io credo che Egli questo lo benedirà.

 

85 Ora, giù lungo tutto il cammino, sono accadute delle cose che io non sono riuscito a comprendere. Ed una delle cose che io non sono riuscito a comprendere, avvenne quando io ero un piccolo ragazzo, quando quelle visioni venivano su di me. Ed io le vedevo e dicevo ai miei genitori le cose che sarebbero accadute; ma loro pensavano che io ero semplicemente nervoso. Ma la cosa strana fu che essa accadde proprio nel modo in cui essa aveva detto.

 Voi direte: “Questo avvenne prima della tua conversione?”. Sì.

 

86 Doni e chiamate sono senza pentimento, dice la Bibbia. Tu sei nato in questo mondo per qualche scopo. E il tuo ravvedimento non porta doni; essi a te sono “predestinati”.

 

87 Ora, lungo la via, sin da quando ero un piccolo ragazzino, la mia brama era di... Io ero insoddisfatto nella nazione in cui vivevo. Io bramavo di andare, in qualche modo, verso l'Ovest.

 

88 Quando ero un piccolo ragazzo, io ebbi un'operazione in seguito ad una fucilata. E quando venni fuori da sotto la prima anestesia, io pensavo di essere nel tormento, e che andavo giù; l'etere mi aveva stordito. Ed io penso che sono stato incosciente per otto ore. Essi erano preoccupati per farmi ritornare di nuovo in me stesso. Essi avevano fatto una grande operazione; senza penicillina, sangue che...entrambe le gambe erano quasi tranciate dalla fucilata, che un mio piccolo amico aveva fatto partire dal suo fucile.

 

89 E poi circa sette mesi più tardi, io ebbi un'altra anestesia, e quando venni fuori da sotto a quell'anestesia, io pensai che stavo là fuori nelle praterie dell'Ovest; e nel cielo c'era una grande croce d'oro, e la Gloria di Dio splendeva giù da essa, ed io che stavo lì in questo modo.

 

90 Quella Luce, quella che questa sera voi vedete nella foto, la quale dalla ricerca scientifica è stato provato che è un Essere Sovrannaturale, per me Essa è la stessa Luce che gettò a terra San Paolo. Essa è la stessa Luce che di notte guidò i figli d'Israele.

 Avete notato qui che questo Angelo era vestito con una nuvola? Vedete, di giorno Egli era una Nuvola.

 

91 Ora, quella stessa Luce, quelle persone che non comprendono, dapprima pensarono che ciò era sbagliato, che io semplicemente lo dicevo tanto per dirlo. Ma lo Spirito Santo dovette prendere degli strumenti scientifici per darne una conferma; e le persone che si son trovate là, hanno diverse volte scattato una foto di Essa.

 

92 Io dissi: “Vedo una persona adombrata a morte, ha un'ombra nera addosso”. Ed alcune settimane fa, mentre mi trovavo in città (e quando noi predichiamo voi non dovete fare foto, voi questo lo sapete; mentre noi predichiamo), avvenne la stessa cosa di quando fu scattata quella. Ma qualcuno aveva una macchina fotografica. Ed io dissi ad una donna che stava seduta là fuori, un'estranea (io ero a Southern Pines); io dissi: “C'è un'ombra sopra questa signorina Tal-dei-tali”. Era una donna che io non avevo mai visto in vita mia. “Tu sei appena venuta dal dottore, ed hai due cancri, uno in ciascun seno, e tu sei stata licenziata. Tu sei adombrata con una cappa nera di morte!”.

 

93 E Qualcosa disse ad una sorella che sedeva lì vicino, e che aveva una macchina fotografica, le disse: “Fai una foto!”. E lei non voleva farlo. Ed ancora: “Fai una foto!”, e lei continuava a non farlo. Ed allora il comando venne di nuovo, e lei afferrò la macchina fotografica e scattò la foto. Ed ecco che ciò è lì, scientificamente provato. Essa è appesa nella bacheca. Una cappa di ombra nera!

 

94 Poi, quando la donna credette, e fu fatta la preghiera, venne fatta subito un'altra foto, ed essa è chiara. Io dissi: “L'ombra se n'è andata”. Per la grazia di Dio, la donna è vivente!

 

95 Vedete cosa io intendo dire? Se tu dici la Verità; forse per un po' tu vieni deriso, forse per un po' tu vieni incompreso, però questo Dio lo difenderà, se essa è la Verità e se tu stai con Essa. Continua semplicemente ad andare avanti! Forse ci vorranno anni, come fu con Abrahamo ed altri; però Egli la Verità la farà sempre prevalere.

 

96 Quando quell'Angelo là... Ed io suppongo che, oltre a mia moglie, ci sono persone qui questa sera che trent'anni fa erano presenti quando Quello venne giù. C'è qui ora nell'uditorio qualcuno che era lì quando l'Angelo del Signore scese giù al fiume per la prima volta davanti alle persone? Alzate le vostre mani. Sì, eccoli lì!

 Ora, io vedo che la signora Wilson ha alzato la mano, lei si trovava là. Lì c'è mia moglie, lei era là; ed io non conosco alcuni degli altri che si trovavano là sulla riva. Ciò avvenne alla presenza di moltissime persone, mentre io stavo battezzando alle due del pomeriggio.

 

97 E proprio fuori da un cielo come di rame, dove non c'era stata pioggia da settimane, ecco venire Lui con un boato. Egli disse: “Come Giovanni il Battista fu mandato avanti per precedere la prima venuta di Cristo, così tu sei mandato avanti con un Messaggio per precedere la seconda Venuta di Cristo”.

 

98 Molti uomini d'affari della città stavano sulla riva, ed essi mi chiesero cosa ciò significasse. Io dissi: “Quello non è stato per me. Quello è stato per voi, poiché io credo”. Poi Egli se ne andò su. E, se vi ricordate, quando quell'Angelo se ne andò, mentre Egli andava su Egli andò verso Ovest. Passò dritto sopra al ponte, e andò verso Ovest.

 

99 Più in avanti, io incontrai una astronoma, che è come una dei Magi, ed ella mi parlò circa questa costellazione di stelle che in un certo tempo vennero assieme in una certa costellazione, quando i Magi di Babilonia videro giù verso la Palestina queste tre stelle in una costellazione. Voi mi avete sentito dire questo molte volte.

 

100 Lo sapevate voi che in queste due ultime paia di settimane ciò è stato provato che è la verità?

 Fratello Sothmann, dove sei? Hai con te quel pezzo di giornale? Ciò è scritto nel giornale, su un foglio del giornale di Domenica 9 Dicembre. Il cronista andò su di là ed essi hanno scavato e tirato fuori tutte queste cose; e ciò è provato che noi ora in pratica, in questo anno che viene, stiamo vivendo nell'anno 1970. Siamo sette anni fuori data, tramite le rocce che hanno scavato! E così hanno provato che esso è sbagliato.

 È più tardi di quanto voi pensiate!

 Comunque, io non ho visto il fratello Fred. Fratello Sothmann, sei tu qui? Hai il giornale con te, fratello Sothmann? C'è l'hai; lui ha il giornale. Forse domani sera io vorrei che tu lo leggessi; questa sera noi non abbiamo tempo.

 

101 Così, voi potete vedere e osservare in modo esatto che quei Magi, quei Magi Giudei che erano su in Babilonia, studiando le stelle videro quelle stelle che caddero nella loro costellazione; e quando essi lo fecero, essi seppero che il Messia era sulla terra!

 Ed ecco qui che, dopo due anni di viaggio, essi arrivano in Gerusalemme cantando: “Dov'è il Re dei Giudei che è nato?”. Ed essi andarono su-e-giù per le strade, e Israele invece si rideva di loro: “Quelli sono un mucchio di fanatici!”. Essi non seppero mai niente a riguardo. Però il Messia era sulla terra!

 Ed ora... Voi conoscete il resto della storia, quello che essi dissero. Ora noi leggeremo quello domani sera.

 

102 Ora, veniamo a questo: le visioni non falliscono, poiché esse sono da Dio.

 E lungo tutto il cammino, c'è stato un “qualcosa” che ha continuato a tirarmi, tormentandomi.

 

103 Dunque quando quella Maga mi disse queste cose — io ero appena un ragazzo, ero guardacaccia; anzi, io credo che ciò avvenne prima di questo — mi disse circa queste cose, ciò mi fece paura, poiché io avevo paura di ciò che erano i Magi! Però più tardi io venni a sapere che i Magi della Bibbia avevano ragione, poiché prima che Dio dichiara qualcosa sulla terra Egli la dichiara nel Cielo; ed essi osservavano quei corpi celesti.

 

104 Pietro disse: Ora Dio non ha rispetto per alcuna persona, di qualsiasi nazione sia. Ma coloro che in qualsiasi nazione temono Lui, Dio li accetta.

 [Parte di nastro vuoto—n.d.t.]

 

105 E noi vediamo che allora io cercai di abbandonare questo pensiero. Ma, oh!, richiederebbe ore per andare in questo, cioè come disse che la costellazione si mosse in quella direzione, in quella direzione; però io di lei avevo paura.

 

106 E questa Maga mi disse: “Tu non avrai mai successo nell'Est”. Disse: “Tu sei nato sotto un segno”. E disse: “Quel segno, quella costellazione, quando al giorno della tua nascita essi passarono su di là, essi pendevano verso Ovest; e tu devi andare verso Ovest”.

 Ed io dissi: “Dimenticatelo!”.

 

107 Io non volevo avere niente a che fare con lei. Ma, ciononostante, lungo tutta la mia vita quello non riuscivo a toglierlo via dal mio cuore!

 

108 Poi quando quella sera io ero là sopra per queste visioni, io non riuscivo a comprendere. I miei fratelli Battisti mi dicevano che quello era dal Diavolo. Ma quando poi apparve quell'Angelo, Egli portò questo assolutamente dritto nella Scrittura.

 

109 Egli disse: “Come fu allora, quando quei sacerdoti argomentavano riguardo a certe cose, e non sapevano che tipo di vestito essi dovevano indossare, e vestiti, ed ogni altra cosa; mentre essi argomentavano circa le loro differenze, i Magi stavano seguendo la stella verso Cristo”.

 

110 Quando i predicatori dicevano che Gesù era un impostore, un Beelzebub, un indemoniato si levò e disse: Noi sappiamo chi sei Tu, il Santo di Dio. Perché sei venuto a tormentarci prima del tempo?

 

111 Quando Paolo e Sila vennero giù predicando il Vangelo, una piccola dicitrice di buona ventura, stava seduta sulla strada; e i predicatori di quella nazione dicevano: Questi uomini sono impostori. Essi distruggono le nostre chiese!, e via dicendo. Con la loro corruzione essi mettono il mondo sottosopra!

 

112 Ma, cosa accadde? Quella piccola maga, quella piccola dicitrice di buona ventura, disse: Questi sono uomini di Dio che ci annunciano la Via della Vita! E Paolo sgridò quello spirito che era in lei. Egli non aveva bisogno di alcuno che testimoniasse chi egli fosse.

 

113 Gesù a loro diceva sempre di starsene zitti. Però questo dimostra che a volte i diavoli conoscono le cose di Dio più di quanto le conoscano i predicatori, questo perché essi divengono molto ingarbugliati ecclesiasticamente. Questo fu così nella Bibbia, e Dio non cambia.

 

114 Un giorno, cinque anni fa, mentre venivo giù dal fratello Norman, io stavo guidando giù lungo la strada. Or io avevo appena avuto una riunione su di là, ed il Signore Iddio mi apparve in una visione. Ed io mi trovavo seduto davanti al mio cancello, su qui a casa mia. E sembrava come se il tempo non fosse buono.

 

115 Molti di voi si ricordano della visione; essa è scritta nel mio libro delle visioni. Io le scrivo, così sono sicuro di non dimenticarle.

 

116 E in questa visione io vidi che c'era qualcosa che era venuta attraverso la stradina, e c'erano delle pietre disseminate dappertutto nel mio recinto. E c'erano buche e rami su-e-giù per la stradina, alberi che erano stati abbattuti e sradicati. Ed io mi girai per entrare dal cancello, ed esso era tutto bloccato con pietre. Ed io andai fuori a dire a quell'uomo: “Perché tutto questo?”.

 Ed egli divenne molto ostile. Mi spinse indietro e disse: “Questo è il modo in cui ciò è con voi predicatori”.

 

117 Io dissi: “Io le ho solo chiesto perché lei ha fatto questo! Lei sta venendo su qui nel mio lato della strada. Perché sta facendo questo?”. Ed egli per poco non mi dette una sberla, e mi spinse indietro.

 

118 Ed io pensai: “Io ora gli dico che lui proprio non sa di cosa sta parlando”.

 

119 Ed una Voce parlò dicendo: “Non fare quello. Tu sei un ministro!”.

 Ed io dissi: “Va bene”.

 

120 Ed io mi voltai e, alla mia destra, parcheggiato davanti al cancello, c'era un vecchio carro delle praterie; sapete, uno di quei carri coperti, tirato dai cavalli. E seduta nel lato opposto al guidatore, c'era mia moglie. Io guardai dietro in fondo, e lì dietro c'erano seduti i miei figli.

 Io saltai sopra il carro! Io dissi a mia moglie: “Tesoro, io non riesco più a resistere!”. Ed io afferrai le redini, tirai la redine del cavallo-guida, e partimmo verso l'Ovest.

 

121 Ed una Voce mi disse: “Quando questo si adempie, allora vai verso l'Ovest”.

 

122 Il fratello Woods, l'impresario e amministratore qui nella nostra chiesa,... Quanti ora si ricordano della visione? Vi ricordate quando ve la dissi? Certo, essa è scritta giù su carta.

 Ed io dissi al fratello Woods... Egli comprò dalla chiesa questo lotto che è lì in mezzo, ed egli lì voleva costruire una casa in pietra.

 Io dissi: “Non farlo, fratello Woods, perché essi non ti ridaranno mai di essa i tuoi soldi”. Questo avvenne anni fa, forse cinque anni fa.

 Io dissi: “Forse essi faranno passare da qui quel ponte, e quelle pietre molto probabilmente saranno quelle del mio basamento che viene messo sottosopra; e quello che era buttato qua fuori nel mio passaggio ed altro, anziché essere pietre, esse saranno dei pezzi di cemento. E dunque essi metteranno questo giù qui, poiché nel giornale essi dicono che questo è ciò che essi stanno cercando di fare”.

 Bene, egli non la costruì. Infine, circa uno o due anni fa, essi decisero di farlo passare giù da qui, attraverso questa parte. Così questo chiuse il caso, io me ne dimenticai, e la lasciai perdere.

 

123 Ora, la cosa strana accadde circa un anno fa. Una sera io stavo avendo dei servizi giù dal fratello Junior Jackson, il quale è seduto proprio qui; un ministro Metodista che ha ricevuto lo Spirito Santo ed è stato battezzato nel Nome di Gesù Cristo, ed egli pastura una delle nostre chiese sorelle.

 

124 Solo per mostrarvi come Dio tratta con il Suo popolo, e dico questo con tutto il mio cuore: nell'intero mondo, io non conosco alcuna congregazione, una congregazione insieme, dove credo ci sia più Spirito di Dio di quanto ce ne sia in questa congregazione! Essi hanno le loro differenze. Essi di certo non sono abbastanza in alto dove dovrebbero essere (nessuno di noi lo è), però essi sono altrettanto chiusi come non so cosa!

 

125 Ora, per mostrarvi quello che so che dovrà accadere, il fratello Jackson sognò un sogno. Egli non riusciva a distogliersi da esso! Ed io stavo lasciando la sua chiesa, ed egli non riusciva più a trattenerlo.

 

126 Quanto tempo fa avvenne questo, fratello Jackson?

 [Il fratello Jackson dice: “Io ebbi il sogno nel Febbraio del '61”.—n.d.t.] Egli ebbe il sogno nel Febbraio del '61.

 

127 Ed egli venne da me, e disse: “Fratello Branham, c'è qualcosa nel mio cuore che devo dirti”.

 Io dissi: “Dillo pure, fratello Jackson”.

 

128 Ed egli disse: “Io sognai un sogno”. ed eccolo lì! Io rimasi semplicemente seduto fermo, e ascoltavo con attenzione.

 Egli disse: “Io sognai che c'era una grande collina; era come fuori in un campo dove c'era dell'erba blu, o qualcosa del genere”. E disse: “Su in cima a questa collina, dove l'acqua aveva lavato e portato via la terra, c'era la punta di una roccia proprio su in cima alla collina; come la punta di una montagna. Essa era roccia, senza erba. E dove l'acqua venendo giù aveva lavato, su queste pietre essa aveva inciso una specie di scrittura, e tu stavi là interpretando questa scrittura incisa su queste pietre”. E qui c'è il modo in cui egli lo disse: “Tutti noi, i fratelli dalla Georgia, e da ogni parte, stavamo tutti insieme ascoltando te che interpretavi quella misteriosa scrittura incisa su quelle pietre di quella montagna”.

 

129 Egli disse: “Poi tu prendesti su qualcosa come dall'aria, qualcosa come un pezzo di sbarra, o palanchino”. Non è vero, fratello? Qualcosa del genere; una sbarra, molto affilata.

 Egli disse: “Come hai fatto?”.

 “Non lo so!”.

 Egli disse: “Tu colpisti la cima di quella montagna, la spaccasti tutt'attorno, e ne sollevasti la cima. Essa era in forma di una piramide. E tu spaccasti via la cima di essa”. Ora, questo avvenne mesi e mesi e mesi prima che venisse predicato il Messaggio sulla piramide!

 Egli disse: “Sotto ad essa c'era pietra bianca, granito; e tu dicesti: `Il sole, o la luce, non ha mai illuminato Questo prima. Guardate dentro su Questo! Osservate Questo!'”.

 

130 E ciò è esatto, poiché nella formazione del mondo, il mondo venne formato prima che ci fosse la luce. Questo lo sappiamo tutti. Dio aleggiava sull'acqua, e poi al principio, Egli parlò la luce. E, naturalmente, giù lì sotto durante l'epoca della formazione, quella luce non era mai venuta su quella pietra.

 

131 Ed egli disse: “Guardate su Questo. Su Questo la Luce non è mai venuta prima! E quando tutti loro si alzarono, ed io dissi loro di osservare a quello, tutti loro vennero su per guardare dentro.

 

132 Però egli disse che mentre essi stavano guardando dentro, egli guardò con la coda dell'occhio”, se non erro, “e mi osservava. Io me ne scivolai da una parte e cominciai ad andare verso Ovest, verso il tramonto del sole; venendo su per una collina, andando giù per una collina, venendo su per una collina, andando giù per una collina, divenendo sempre più piccolo e più piccolo, fino a che scomparvi dalla vista”.

 

133 Ed allora egli disse che, quando io feci questo, egli disse: “Poi, dopo un po', i fratelli si voltarono e dissero: `È egli svanito? Dove se n'è andato?'”. E disse che: “Alcuni presero quella direzione, altri presero un'altra direzione, ed altri un'altra ancora, ma molto pochi rimasero a guardare su Ciò che io avevo detto loro”.

 

134 Ora, notate, l'interpretazione del sogno, del quale a lui io non dissi mai nemmeno una cosa, e neppure io dissi qualcosa ad alcuno di questi. Però io dissi: “Sì”, e il mio cuore tremava, mentre io osservavo.

 Ora, la scrittura misteriosa... Aspettate, io questo per un momento lo tralascerò.

 

135 Non molto tempo fa, il fratello Beeler... Di solito il fratello Beeler è con noi. Sei tu qui fratello Beeler? Sì, qui dietro.

 Billy disse: “Il fratello Beeler è tutto sconvolto! Egli ha avuto uno strano sogno”.

 

136 Io andai dal fratello Beeler, giù una sera a casa sua, quando andai a motivo di alcune chiamate. Ed Egli disse: “Fratello Branham, io ho avuto uno strano sogno”. Disse: “Io sognai che stavo andando giù lungo un corso d'acqua, verso l'Ovest. E sul lato sinistro c'era una strada, ed io ero sul lato sinistro, sulla strada, andando verso Ovest, e sembrava come se ero in cerca di bestiame. E, dopo che arrivai giù lì, mi capitò di notare che sul lato destro c'eri tu. E tu stavi radunando una grande quantità di bestiame, e su di là c'era abbondante pastorizia”. Ed allora disse: “Tu prendesti quel bestiame e cominciasti a spingerlo su verso il fiume”. E sembra che io gli abbia fatto cenno di osservare quel bestiame.

 Ed egli disse: “Ora, ciò sarà facile per quel bestiame, poiché io so che essi vanno nella direzione dove c'è meno resistenza, però il fratello Branham vuole che essi stiano nel lato `destro' di quel fiume. Così io andrò su indietro per questa strada e impedirò loro di attraversare da questa parte del fiume, così li tengo dall'altra parte. Però egli notò che io non seguii mai il bestiame, ma che andai verso Ovest”.

 Egli disse: “Egli deve essere andato in cerca di quelli che si sono smarriti”.

 

137 Non appena egli finì di raccontare il sogno, io lo vidi!

 E poi, notate, egli disse di aver avuto un piccolo sospetto su me, così egli tornò indietro per guardare, e disse che io stavo andando verso ad una solida montagna; e tutto ad un tratto io svanii. Ed egli si chiedeva che cos'era che non andava. Egli andò giù. E poi egli al suo fianco aveva un piccolo ruscello che si diramava a sinistra. Io penso che ciò sia esatto, è così fratello Beeler? Sì. Ed egli notò che su, dalla mia parte, c'era una spaventosa cascata. Ed allora egli pensò che forse io ero finito in quelle cascate, ed ero perito. Poi egli disse che guardò attorno e notò gli effetti di quelle cascate, le quali andavano giù in questa direzione e causavano un pozzo artesiano che spruzzava su; però l'acqua non ritornava indietro nella terra! Egli guardò dall'altra parte di quella piccola diramazione, anzi di quel piccolo ruscello, ed egli vide dei piccoli animali con le orecchie rotonde. Egli disse: “Io credo che ne prenderò uno”. E così attraversò il ruscello.

 

138 Poi egli cominciò a pensare a me. Ed egli salì su un piccolo promontorio per guardare oltre e vedere se ci fosse qualche piccolo e stretto scoglio, sapete, da dove io sarei potuto passare. Però, disse: “Non c'era niente”. Ed egli cominciò a preoccuparsi, e disse: “Cosa è accaduto al nostro fratello? Mi chiedo cosa sia successo al fratello Branham!?”. E mentre egli era così spaventato, egli disse che mi sentì parlare. Io stavo in cima ad una montagna, e dicevo al fratello Beeler l'interpretazione di un sogno che io ho dato a lui non molto tempo fa, dicendogli di confidare nel Signore e che un giorno io lo avrei incontrato su un'isola; ed ecco che egli era lì!

 

139 Ora, l'interpretazione di quel sogno è questa: Fintanto che il torrente era largo, esso era il Torrente della Vita. Io ero su di Esso e andavo verso Ovest, e così era anche lui, poiché egli era su una strada. Egli correva giù per questa strada, e nell'altro lato c'era molta erba, ma pure molte spine, e rovi, e giungla. Però lì dentro c'era molta erba.

 Quello è il modo in cui noi andiamo in cerca del Signore, e del Cibo del Signore: attraverso difficoltà.

 Il radunare il bestiame e tenerlo da quella parte, rappresenta questa Chiesa. Di solito il bestiame, se può, va sulla strada liscia, la denominazione; cosa che la strada rappresenta la denominazione. Io iniziai con lui là dietro nella strada, per vedere che essi non andassero in alcuna denominazione.

 

140 Fintanto che egli vedeva un muro, il quale era totalmente impossibile superare, esso mi tratteneva dall'andare verso Ovest; ed esso era quel caso di tasse con il governo. Nessuno potrà mai comprendere come io sia venuto fuori da esso. Esso era un muro che mi teneva bloccato fuori, però il Signore me lo fece attraversare, ed io lo superai. Fratello Beeler, io t'incontrerò sull'isola.

 

141 Così ora, dunque, immediatamente dopo ciò, il fratello Roy Roberson; fratello Roy, sei tu qui questa sera? Sì, io credo che... Cosa? [Qualcuno dice: “Su da quella parte”.—n.d.t.] Su da quella parte. Egli mi chiamò, ed egli aveva un sogno. Ed egli sognò che noi stavamo radunando del bestiame. Ora, questo è il terzo. Stavamo radunando del bestiame. E c'era dell'erba alta fino alla pancia; molto cibo. Tutti noi fratelli eravamo insieme. E noi venimmo in un posto per il pranzo, e il fratello Fred Sothmann si alzò e disse: “Elia, il grande profeta, parlerà da qui oggi a mezzogiorno”. E poi, quando tutti avevamo finito di pranzare, ognuno se ne andò via; ed egli si chiedeva come mai essi non aspettarono per udire ciò che veniva detto.

 

142 Ora, vedete come esso collima esattamente con quello del fratello Jackson? Vedete come esso combacia esattamente con quello che disse il fratello Beeler? “Nessuno aspettò per vedere di che si trattava!”.

 

143 Notate, immediatamente dopo ciò, la sorella Collins (sei tu qui, sorella Collins?), sognò un sogno che doveva venire qui in chiesa, poiché c'era un matrimonio che doveva celebrarsi. E quando lo fece, lei vide venire dentro lo sposo; egli era perfetto. Però la sposa non era proprio perfetta; ciononostante essa era la sposa. Ora, quella è la Chiesa.

 E qui c'era in corso qualcosa, come la Cena del Signore, o un servizio; come una cena preparata. E capitò che ciò fosse accanto a lei, poiché il fratello Neville stava servendo la cena nella chiesa; e lei disse che esso era il miglior cibo che lei avesse mai visto. Lei era così affamata! Però lei nel sogno pensò che forse lui non l'avrebbe servita, e così lei e il fratello Willard stavano per andarsene su alla Ranch House per mangiare. E quando essi lo fecero, la luce del faro destro si spense! Ora, voi sapete ciò che quello significa.

 

144 Ora, il cibo... La Sposa non è perfetta, però lo Sposo è perfetto. La Sposa non è ancora perfetta, ma il cibo che veniva dato, non era letteralmente cibo; esso è il Cibo Spirituale che voi avete avuto lungo tutto questo tempo!

 Lasciate che mi fermi qui un momento, su quel quarto sogno.

 

145 Non vi ricordate, fratello Fred Sothmann, fratello Banks Woods, quando noi ci trovavamo fuori in Arizona l'anno scorso; quando eravamo fuori a caccia di maiali selvatici, e il Signore parlò? Non conoscete le cose che Egli ha fatto in modo perfetto, mostrando ciò che si sarebbe adempiuto mentre noi andavamo lungo la via? Se ciò è esatto, voi due fratelli dite: “Amen”. [In lontananza si odono i due fratelli dire: “Amen”—n.d.t.] Non ha mai sbagliato!

 

146 E un giorno, mentre stavamo guidando, io vidi una visione. Una visione del Signore venne a me. E a quel tempo io mi stavo preparando, poiché quando sarei tornato a casa io dovevo andare oltremare. E mentre mi accingevo ad andare oltremare, ebbene, io vidi che sulla nave, anzi sulla sponda del mare da dove escono le navi, c'era lì un uomo basso, ed egli disse: “Fratello Branham, io ho preparato per te una barca”. Ed essa era una piccola canoa, lunga circa trenta centimetri, però essa era bianca come la neve! Ed egli mi disse: “Questa ti serve per la traversata”.

 “Oh”, dissi io, “essa non è sufficiente!”.

 

147 Egli disse. “Essa corre a quaranta miglia all'ora su-e-giù in questo modo”, cioè, su e giù per la costa.

 

148 “Ma”, dissi io, “essa non può farmi fare la traversata!”.

 E poi egli guardò giù, e disse: “Vai come vanno loro”.

 Ed io guardai, e lì c'erano il fratello Fred Sothmann e il fratello Banks Woods, seduti in una canoa dipinta di verde, e nella parte posteriore di essa loro avevano degli attrezzi da campeggio; il fratello Banks col cappello rivolto all'insù in questo modo, il fratello Fred con la sua pinzetta sul progetto. E lui disse: “Vai come loro”.

 Io dissi. “No, io non ci vado!”.

 

149 E quest'uomo piccolo disse a loro. “Siete voi barcaioli?”.

 Il fratello Banks disse: “Sì”. Il fratello Fred disse: “Sì”.

 

150 Ma io dissi: “Essi non lo sono! `Io' sono un barcaiolo, ed io so che con quella non posso andarci; ed io sono sicuro che in quella direzione non ci andrò”.

 Egli disse: “Non vorresti andare con loro?”.

 Io dissi: “No, no!”.

 

151 Ebbene, io mi voltai. E, quando lo feci, il piccolo uomo sulla banchina divenne il mio caro fratello, il fratello Arganbright.

 

152 E, in questa visione, io tornai indietro, e lì c'era un piccolo edificio lungo. Ed allora una Voce mi disse — e tutti voi ricordate questo, o molti di voi — una Voce mi disse: “Porta dentro del cibo. Immagazzinalo dentro! Quello è l'unico modo col quale tu puoi tenere loro qui, cioè: dando loro del cibo”. Ed io portai dentro dei grandi e grossi contenitori pieni delle migliori carote, e dei migliori vegetali, e delle migliori cose che io abbia mai visto! Vi ricordate ora della visione? [La congregazione dice: “Amen”.—n.d.t.]

 

153 Ora, io più tardi vi dissi qual'era l'interpretazione. Io sarei dovuto andare a Zurigo, in Svizzera, assieme al fratello Arganbright, per una riunione di cinque sere. Prima che ciò avvenisse, io dissi ai fratelli: “Io non ci andrò”. Ed io ero giù col fratello Welch Evans, giù lì, quando io detti l'interpretazione.

 

154 Una sera, credo, il fratello Welch venne a trovarmi; noi stavamo andando ad una battuta di pesca, e disse che il fratello Arganbright mi stava cercando. Io dissi: “Benissimo, eccoci qui! Essi mi metteranno fuori”. E molte volte...

 

155 Non attraverso il fratello Miner, egli è uno dei migliori amici; ma a volte, se solo essi potessero... Se essi pensano che tu predicherai qualcosa che è contraria alla loro dottrina, allora essi dicono che tu vai lì solo per trovare gli amici che hai là!

 

156 Ed essi dissero che il fratello Arganbright mi chiamò e disse: “Fratello Branham”, proprio quello che aveva detto lo Spirito; disse: “tu vieni su, e porta con te tua moglie”, disse, “poiché tu non hai da predicare molto”, disse, “perché io penso che essi ti lasceranno predicare per solo una sera”. E disse: “Può anche darsi che non predicherai nemmeno per quella!”.

 Ed io dissi: “No”.

 

157 “Beh”, disse lui, “vieni su, tu e tua moglie, venite su voi! Vedi, se vieni, io vi porterò tutti in un tour. Oh, mia moglie e tua moglie, e tutti loro, andremo su attraverso la Svizzera e giù fino in Palestina!”.

 Io dissi: “No”.

 

158 Io avevo l'interpretazione! Io dissi al fratello Welch, o al fratello Fred e agli altri: “Io ve lo dirò domattina, però prima mia moglie ha qualcosa da dire”. E quando io la chiamai, lei si rifiutò di andare. Io dissi: “Eccolo qui”. Vedete?

 

159 Ora, quella piccola barca bianca, era quell'unica riunione. Ciò va bene andare da qualsiasi parte qui, sulla riva, per una riunione; però non è sufficiente, benché essa fosse bianca e buona, chiamarmi oltremare per solo una riunione.

 

160 Il fratello Fred e il fratello rappresentato nella visione, rappresentano coloro che vanno come turisti, per divertirsi. Però a me quello non interessava farlo.

 E il rifiutare che loro erano dei barcaioli, significava che essi non erano dei predicatori. Però io ero un predicatore.

 

161 E poi c'è il cibo in quel piccolo e lungo edificio. Io non andai oltremare, ma ritornai in questo piccolo edificio, e così noi facemmo dozzine di nastri sulle piramidi ed ogni altra cosa, per mostrare al popolo l'ora in cui noi stiamo vivendo!

 

162 Ora, comparate anche quello, con gli altri, cioè coi sogni. Questa era una visione.

 Il Cibo; eccolo qui! Questo è il luogo!

 

163 Notate, cosa ebbe luogo dopo? Poi, immediatamente dopo che venne quella quarta visione, o il quarto sogno che mi venne detto, ecco venire su il fratello Parnell. Egli deve essere qui da qualche parte. Eccolo qui. Or Billy non era qui, e quell'uomo era agitato. Io credo che egli sia da Bloomington, o da Bedford? [Un fratello dice: “Lafayette”.—n.d.t.] Da Lafayette; e teneva delle riunioni. Ed egli ebbe un sogno, ed egli venne giù dal fratello Woods. Ed egli disse: “Io questo proprio non riesco a dimenticarlo! Io devo dirlo. Io devo dirlo al fratello Branham. Esso mi sta frastornando!”.

 

164 E Dio sa che in fra mezzo ad essi non c'è stato alcun sogno; ma vennero proprio: uno, due, tre, quattro, cinque e sei.

 

165 Il fratello Parnell disse: “Io ho avuto uno strano sogno. Io sognai che stavo per avere una riunione su di là, e in qualche altro modo, c'era una riunione qui e sembrava che fosse come in una chiesa nuova”. Ed egli disse come questa nuova chiesa venne fuori, e si chiedeva come mai tra le due chiese essi non cooperassero; o qualcosa di quel genere. E disse che egli stava qui e pensò: “Beh, visto che mi trovo qui dentro, io semplicemente aspetto e così parteciperò alla riunione”. E disse che attraverso l'edificio venne un uomo, con addosso un vestito marrone, ed un libro. Io penso che egli stesse scrivendo. Ed egli disse al fratello Parnell: “Questa è una riunione riservata. Essa è solo per diaconi e amministratori”. Beh, egli si sentì come un pochino calpestato. Così egli andò fuori dalla porta della nuova chiesa, la chiesa che era stata eretta, cioè questa qui riparata, restaurata. E quando egli andò fuori stava nevicando, il tempo era cattivo, tempo d'inverno. E nessuna di queste persone sapeva qualcosa riguardo a questo!

 

166 E quando egli uscì dalla porta, lì stavo io, guardando verso Ovest. Ed io dissi: “Non sentirti calpestato, fratello Parnell. Io ti indicherò quello che tu devi fare”.

 

167 E il fratello Parnell, e tutto il resto di loro, sanno che io non dissi mai loro l'interpretazione; essa viene data proprio ora! Eppure la vidi quando essi lo stavano raccontando! Hai notato come andai via da lì in fretta, fratello Parnell? Lo feci per evitare di dirtela!

 Ed io andai su senza mai dire niente al fratello Woods, e a nessun altro; a nessuno. La misi semplicemente da parte, poiché io volevo vedere a che cosa essa portava. Non mi avete voi più tardi sentito dire: “Io sono frastornato”? Quello è ciò di cui si trattava.

 

168 E poi, il fratello Parnell disse che io dissi a lui: “Fratello Parnell, inizia; e il primo posto a cui tu verrai sarà `Sefora'”. Sefora? [Qualcuno dice: “Sefora”.—n.d.t.] Sefora, che significa “trattino”, o “fermata”, o qualcosa del genere. Io dissi: “Non stare là. Poi vai oltre e troverai una donna anziana; non fermarti là. Vai ancora avanti, e tu troverai una donna molto anziana; non fermarti là”. E durante tutto questo tempo in cui io stavo parlando, noi stavamo camminando sulla neve. Ed io dissi: “Vai avanti fino a che tu trovi mia moglie, e quando trovi mia moglie, fermati là!”. E disse che egli guardò, e noi eravamo fuori dalla neve, nel deserto; ed io ero svanito.

 Ed egli guardò indietro, e vide sua moglie che pompava acqua da un pozzo, e qualche ministro che la tirava, cercava di tirarla via dalla pompa. Lei stava guardando a lui, ed egli si svegliò.

 

169 Qui c'è l'interpretazione del tuo sogno. Ora io avrei potuto dirtelo quella sera, ma io semplicemente me ne andai via!

 Circa quella Sefora, e quella donna anziana, e quell'altra donna molto, molto anziana: esse sono “chiese”. Vedi? E Sefora, che in pratica è la moglie di Mosè, Sefora. E se noi facciamo caso, io dissi a lui di non fermarsi da loro; non importa quanto vecchie esse erano, esse erano “organizzazioni”. non fermarti da loro! Esse hanno vissuto il loro tempo! Ma quando egli venne a mia moglie, la quale è la mia Chiesa a cui Gesù Cristo mi ha mandato in questo ultimo giorno; ed eccolo qui: fermati là! Ed io andavo verso Ovest.

 

170 Poi, la sorella Steffy; forse lei non è qui perché lei è stata in ospedale. Io non so dove... È qui la sorella Steffy? Sì, eccola qui. La sorella Steffy venne a casa mia per la preghiera, prima che lei si recasse in ospedale per l'operazione, affinché Dio l'aiutasse e la benedisse, cosa che Egli ha certamente fatto.

 E lei disse: “Fratello Branham, io ho avuto uno strano sogno”.

 Io dissi: “Sì?”.

 

171 E lei disse: “Io sognai che mi trovavo fuori verso l'Ovest, ed io...”; questo è il sesto. E lei disse: “Io sognai che mi trovavo fuori verso l'Ovest, ed essa era una regione collinosa. E mentre io guardavo, su una collina stava un uomo molto vecchio, con una lunga barba bianca; e i capelli che aveva gli penzolavano davanti la faccia, ed egli aveva una specie di vestito bianco avvolto attorno, sventolato dal vento che soffiava”; io penso che ciò sia esatto, non è vero sorella Steffy? Qualcosa del genere. Lei disse: “Io continuai ad avvicinarmi; egli stava su in cima ad una montagna, guardando verso Est”. Lei disse: “Mi chiedo chi mai sia quest'uomo anziano?!”. E lei si avvicinò, si avvicinò, e quando lei arrivò vicino, lei riconobbe chi egli era! egli era l'immortale elia, il profeta, che stava là sopra guardando verso est.

 

172 Lei disse: “Io devo vederlo!”. Lei aveva un bisogno! E lei corse su verso la collina, e cadde giù lì per parlare a costui che aveva il nome di Elia; e disse che quando egli parlò, lei sentì una voce che disse: “Cosa vuoi, sorella Steffy?”. E quello ero io!

 

173 Sorella Steffy, il tuo sogno si adempì proprio lì. Poiché, immediatamente dopo ciò, io andai a Louisville. Quello che tu avevi bisogno, era la preghiera, per assicurarti che in ospedale tutto fosse andato bene. Esso era pure il segno che io andavo verso Ovest, ma guardavo verso Est, per il mio Gregge.

 

174 Notate, quando io andai a Louisville e poi ritornai, io iniziai a entrare dal cancello, e lì sopra c'erano macerie buttate sul mio cancello. Il Sig. Goynes, che abita qui nella strada, in città, stava andando su lungo la stradina.

 Egli disse: “Billy, vieni qui”. Egli disse. “Tu devi spostare il tuo cancello ed altro; la ringhiera, il recinto di pietre, i cancelli”.

 Io dissi: “Bene, okay Bill”.

 Io dissi: “Lo farò. Quando?”.

 

175 Egli disse: “Te lo dirò io. Te lo farò sapere io quando”.

 Disse: “Proprio il primo dell'anno essi cominceranno i lavori”.

 Io dissi: “Va bene”.

 

176 Così io cominciai a entrare in casa, e mia moglie disse: “Io devo andare subito al negozio!”. Ed io andai giù lungo la stradina e incontrai un ragazzo, Raymond King, il quale è un ingegnere in città. Io lui l'ho sempre chiamato “Orecchio di Fango”, perché quando noi eravamo piccoli ragazzini e nuotavamo assieme, egli colpì un altro all'orecchio con una zolla di fango, e così noi lo chiamavamo sempre “Orecchio di Fango”. Egli vive giù lungo la mia stradina, circa la seconda porta più in giù del fratello Woods.

 E così io dissi: “Fango, vieni qui un momento”.

 Egli disse: “Va bene, Billy”, e venne su di là.

 Io dissi: “Quel paletto che tu hai piantato giù...”.

 

177 Egli disse: “Billy, essi prenderanno dentro l'intera cosa!”. Disse: “Tutti questi alberi, questi muretti, ed ogni altra cosa, devono essere tutti spostati”.

 

178 Io dissi: “Ma l'ingegnere mi disse che la mia proprietà arriva fino a metà strada!”.

 

179 Egli disse: “Sì, però essi la allargheranno; per cui se lo prenderanno in ogni caso”. Egli disse: “Prenderanno pure il mio!”.

 

180 Io dissi: “Beh, il fratello Woods è un muratore, e”, dissi io, “gli chiederò di spostarmelo indietro”.

 

181 Egli disse: “Billy, non toccarlo! Lascia che a farlo sia l'impresario. Quello è della chiesa, non è vero?”.

 Io dissi: “Sissignore”.

 Egli disse: “Lascia che sia lui a farlo!”. Disse: “Capisci cosa io intendo dire?”.

 Io dissi: “Sì”.

 

182 Ed io mi voltai, e subito qualcosa mi colpì! Io andai a casa, entrai nella mia sala da pranzo, presi su “quel libro”, ed eccolo lì! Essi non erano blocchi di cemento; esse erano pietre.

 Io dissi: “Meda, preparati!”.

 

183 Sei sogni di seguito, e poi la visione che li completò: “Quando queste cose si adempiranno, volgiti verso Ovest”.

 

184 Io chiamai a Tucson. Il fratello Norman ha trovato un posto. Io non so dove sto andando. Io non so cosa fare! Io sto semplicemente qui e non so cosa fare. Io sto lasciando una casa per la quale non pago l'affitto. Il mio salario è di cento dollari alla settimana. Ed io dovrò pagare quasi cento dollari al mese per una casa! Io sono qui con i miei fratelli e sorelle, dove sono amato; ed ora me ne vado, senza sapere dove! Io non so perché! Io non so dirvi perché. Però c'è solo una cosa che conosco: semplicemente seguire ciò che Egli dice di fare. [Il fratello Branham mentre dice questo è commosso—n.d.t.]

 Io non so per quale via girare. Quello che dovrò fare non è affare mio.

 

185 Io credo che Abrahamo deve essersi sentito in quel modo, quando Egli gli disse: “Vai su dall'altra parte del fiume”. Egli non sapeva cosa fare, eccetto che “pellegrinare” e “separare se stesso”. Egli non sapeva cosa fare.

 

186 L'altro Sabato mattina, ieri ha fatto una settimana, circa alle tre del mattino io mi alzai per bere un sorso d'acqua, misi la coperta sopra Giuseppe nella sua cameretta, e poi tornai indietro, mi distesi giù e mi addormentai. E quando mi addormentai,... Io ora metto da parte questi sogni e queste cose, così che voi vediate il retroscena di quello che sto per dire. Io coprii Giuseppe, tornai indietro, mi misi giù e mi addormentai; ed io sognai un sogno.

 

187 Ed io sognai di vedere un uomo che si supponeva fosse mio padre, benché egli fosse un uomo grande e grosso. Ed io vidi una donna che si supponeva fosse mia madre, solo che lei non assomigliava a mia madre. E quest'uomo era molto crudele verso sua moglie. Ed egli aveva un bastone a tre angoli; egli aveva tagliato il legno e l'aveva fatto come un... Sai, quando tu tagli un legno su di un tronco, esso forma un bastone a tre angoli. Ed ogni volta che quella donna iniziava ad alzarsi, egli l'afferrava semplicemente per il collo e la colpiva in testa gettandola a terra. E così lei giaceva lì, mortificata e piangendo. Poi lei iniziava di nuovo ad alzarsi, e lui gli girava attorno in modo orgoglioso, col suo petto tirato in fuori, un tipo grande e grosso. E quando lei si alzava di nuovo, egli la prendeva per il collo, prendeva quel bastone a tre angoli, e con esso la colpiva in testa, buttandola giù. Tornava indietro, e tirava fuori il suo petto, come se avesse fatto qualcosa di grande.

 

188 Ed io stavo lontano osservando la scena. Io pensai: “Io non posso affrontare quell'uomo; egli è troppo grande! E poi si suppone che egli sia mio papà! Però egli non è mio papà”. Ed io dissi: “Egli non ha alcun diritto di trattare quella donna in quel modo”. Ed io divenni come un po' arrabbiato con lui. Così allora, infine mi feci abbastanza coraggio, andai su da lui, lo afferrai per il colletto, lo feci girare, e gli dissi: “Tu non hai alcun diritto di colpirla”. E quando io dissi quello, i muscoli mi crebbero, ed io assomigliavo ad un gigante! E quell'uomo guardò a quei muscoli, ed allora ebbe paura di me!

 Ed io dissi: “Se tu la colpisci di nuovo, tu dovrai vedertela con me!”. Ed egli sembrò come se esitasse a colpirla di nuovo. Ed allora io mi svegliai.

 

189 Ed io rimasi coricato lì ancora un po'. Io pensai: “Che cos'è quello? Che strano che ho sognato circa quella donna!”. E proprio in un attimo, ecco che Egli venne. Io ebbi l'interpretazione.

 

190 La donna rappresenta la Chiesa del mondo d'oggi, di tutto il mondo. Io nacqui proprio in questa confusione, e qui sono. Ella si suppone sia una specie di madre, una madre prostituta; e ciononostante io nacqui proprio dentro ad essa. E suo marito sono le denominazioni che la dominano. Il bastone a tre angoli che lui aveva, è quel battesimo trino nei falsi nomi, e che ogni volta che lei iniziava ad alzarsi, cioè la congregazione cercava di accettare il vero, con esso lui la percuoteva buttandola giù. E, naturalmente, essendo che lui era così grande, per quello io me ne stavo lontano, perché avevo paura di lui. Ma poi io mi lanciai comunque contro di lui; e i muscoli erano muscoli di Fede. Ciò che mi fece pensare fu: “Se Dio è con me, Egli può darmi dei muscoli! Lasciate che io la difenda!”. Egli smise di colpirla.

 

191 Deve essere stato verso le dieci del giorno, quando mia moglie stava cercando di entrare nella camera, e ciò accadde. Quella mattina io andai in una visione, e in qualche modo io... Ora, ricordatevelo: esso non era un sogno!

 

192 C'è una differenza tra i sogni e le visioni. I sogni vengono quando tu vai a dormire; le visioni vengono quando tu non dormi. Noi siamo “nati” in quel modo. L'essere umano ordinario, quando egli sogna, ciò avviene nel suo subconscio. E il suo subconscio è molto lontano da lui. Fintanto che egli è nel suo primo conscio, i suoi sensi sono attivi. In questo conscio tu sei normale; tu vedi, gusti, tocchi, odori, odi. Ma quando tu sei nel tuo subconscio, cioè quando dormi, tu non vedi, gusti, tocchi, odori, né odi. Però quando tu sogni c'è un “qualcosa” che ti riporta indietro a questo conscio; c'è una “memoria”, che ti fa ricordare qualcosa riguardo a cui tu sognasti anni fa. Un essere umano ordinario è in quel modo.

 

193 Ma quando Dio predestina qualcosa, per il veggente questo subconscio non è lontano da qui, ma entrambe le coscienze sono proprio assieme. E in una visione il veggente non è addormentato, egli è ancora nei suoi sensi, e la vede.

 

194 L'altro giorno io stavo spiegando questo ad alcuni dottori, ed essi si alzarono e dissero: “Meraviglioso! Non abbiamo nemmeno pensato ad una simile cosa”. Quando io stavo facendo il test a onde, essi dissero che non avevano mai visto una cosa simile. Vedete? Ebbene, essi dissero: “C'è un qualcosa che a lei accade!”.

 Ed io glielo dissi. Egli disse. “Ecco cos'è! Esattamente”.

 

195 Vedete, le due coscienze siedono proprio assieme. Ciò non è qualcosa che posso fare io, e ciò non mi fa neppure essere più grande di chiunque altro. Esso è Dio che mi ha fatto semplicemente in quel modo. Tu non vai a dormire; tu sei proprio qui, ma sei proprio come se dormissi. Tu stai qui guardando proprio in questo modo, e... Tutti voi, attorno per il mondo, avete visto questo!

 

196 Tu non vai a dormire, ma stai qui sulla pedana, parlando alla gente. Voi mi sentite dire che vado nelle visioni e ritorno, e questo avviene mentre io sono assieme a voi guidando in una macchina, o da qualche altra parte, e vi dico cose che accadranno; senza mai sbagliare! Non è mai avvenuto. Ha mai qualcuno visto ciò sbagliare? [La congregazione dice: “No”.—n.d.t.] Ciò non può fallire! Essa non può fallire, fintanto che essa è da Dio.

 Notate: proprio sulla pedana, davanti a decine di migliaia di persone, perfino in altre lingue che io non parlo nemmeno, ciononostante le visioni non sbagliano. Vedete, ciò è Dio!

 

197 Ora, in questa visione di cui stavo parlando, io guardai e vidi una cosa strana.

 

198 Ora, sembrava come se il mio piccolo figlio Giuseppe fosse a fianco a me; io stavo parlando a lui. Ora, se osservate attentamente la visione, voi vedrete perché Giuseppe stava lì.

 

199 Ed io guardai, e lì c'era un grande cespuglio. E su questo cespuglio c'era una costellazione di uccelli, piccoli uccellini lunghi circa poco più di un centimetro e poco più di un centimetro alti; essi erano dei piccoli veterani. Le loro piccole piume erano tutte rovinate. E ce n'erano circa due o tre nel ramo in cima, sei o otto nel ramo seguente, e quindici o venti nel prossimo ramo, venendo giù così in forma di piramide. E quei piccoli individui, erano dei piccoli messaggeri. Or essi erano piuttosto malconciati, ed essi guardavano verso Est.

 

200 E nella visione io ero a tucson, in Arizona, e ciò era fatto di proposito, poiché Egli non voleva che io mancassi di vedere dove ciò avveniva. Ed io mi stavo togliendo di dosso una lappola del deserto.

 Ed io dissi: “Ora, io so che questa è una visione, ed io so che sono a Tucson. Ed io so che quei piccoli uccelli là rappresentano qualcosa”. Ed essi guardavano verso Est. E tutto ad un tratto essi si mossero per volare, ed essi andarono via verso Est.

 

201 E non appena essi se ne andarono, venne una costellazione di uccelli più grandi. Essi sembravano come colombe; le ali appuntite, di colore qualcosa come grigio; un colore un po' più chiaro di quello dei primi piccoli messaggeri. Ed essi stavano venendo verso Est velocemente.

 

202 E non appena quelli sparirono dalla mia vista, io mi voltai di nuovo per guardare verso Ovest, ed ecco che ciò avvenne. ci fu un boato che in pratica scosse tutta la terra!

 

203 Ora, non mancate questo! E voi che ascoltate i nastri: assicuratevi di afferrare questo correttamente!

 

204 Prima ci fu un boato! Ed io pensai che ciò suonasse come una “barriera del suono”, o come voi lo chiamate; come quando gli aerei superano il suono e il suono torna indietro sulla terra. Esso proprio fu come un boato che scosse ogni cosa; come se fosse stato il botto del tuono di un grande fulmine. Io non vidi il fulmine; io semplicemente sentii quel grande boato che venne fuori, e suonava come se esso fosse a Sud di me, verso il Messico.

 

205 Ma esso scosse la terra! E quando lo fece, io stavo guardando ancora verso Ovest; e fuori lontano nell'eternità, io vidi una costellazione di qualcosa che veniva. Sembrava come se essi fossero dei piccoli puntini. Essi potevano essere stati non meno di cinque e non più di sette. Però essi erano nella forma di una piramide, come questi messaggeri in arrivo. E quando ciò avvenne, la Potenza dell'Onnipotente Iddio mi sollevò per incontrarLi.

 

206 Ed io posso ben vederLi. Ciò non mi ha mai lasciato; sono passati otto giorni, ed io non riesco ancora a dimenticarlo! Io non ho mai avuto qualcosa che mi abbia turbato come ha fatto questo; la mia famiglia ne è testimone.

 

207 Io potei vedere quegli Angeli, con quelle ali appuntite e piegate all'indietro, viaggiando più veloci di quanto possa viaggiare il suono. Essi vennero dall'Eternità in un attimo, come in un batter d'occhio. Nemmeno abbastanza per battere il tuo occhio, ma solo muoverlo, ed Essi erano lì. Io non ebbi nemmeno il tempo per contarli! Io non ebbi alcun tempo, se non che solo per guardare.

 degli angeli potenti, grandi e possenti, bianchi come neve! Con le ali messe in avanti, ed essi fecero: “Sheuh-sheuh”. [Il fratello Branham fa un suono come di vento—n.d.t.] E quando lo fecero, io venni preso su in questa piramide, in questa costellazione.

 

208 Ed io pensai: “Ora, eccolo qui!”. Io ero intirizzito dappertutto! Ed io dissi: “Oh, mamma, questo significa che ci sarà uno scoppio che mi ucciderà! Io ora sono alla fine della mia strada! Quando questa visione mi lascerà, io non devo dirlo alla mia gente; io non voglio che loro sappiano qualcosa a riguardo. Ma il Padre Celeste mi ha fatto ora sapere che il mio tempo è terminato! Io non lo dirò alla mia famiglia, così che loro non abbiano a preoccuparsi di me. Perciò Egli sta preparando la partenza, e questi Angeli sono venuti per me; ed ora molto presto io verrò ucciso in qualche specie di esplosione”.

 

209 Poi, mentre ero in questa specie di costellazione, qualcosa disse: “No, non può essere quello! Se ciò avesse ucciso te, ciò avrebbe ucciso anche Giuseppe”; ed io potevo sentire Giuseppe che mi chiamava.

 

210 Ebbene, allora mi voltai di nuovo, e pensai: “Signore Iddio, cosa significa questa visione?”. Ed io era perplesso.

 

211 E poi qualcosa venne a me; non una voce, ma semplicemente qualcosa venne a me: “Oh, quelli sono gli Angeli del Signore, che vengono per dare a me il mio nuovo mandato!”. E quando io pensai ciò, io alzai le mie mani, e dissi: “O Signore Gesù, cosa vuoi tu che io faccia?”. E la visione mi lasciò. Per quasi un'ora, io non sentivo più niente!

 

212 Ora, voi gente sapete cosa siano le “benedizioni” del Signore. Però la “Potenza” del Signore è una cosa del tutto diversa. Nelle visioni io ho sentito moltissime volte la Potenza del Signore, però mai in quel modo! Essa ti fa sentire come una “paura riverente”. Io ero così spaventato tanto che ero paralizzato, in presenza di questi Esseri.

 

213 io dico la verità! Come disse Paolo: io non mento! Mi avete mai colto nel dire qualcosa di sbagliato riguardo a qualcosa del genere?

 qualcosa si sta preparando per accadere!

 

214 Poi, dopo un po', io dissi: “Signore Gesù, se sto per essere ucciso, lasciamelo sapere, così che riguardo a questo io non dica niente alla mia gente. Però se essa è qualcos'altro, allora fammelo sapere”. Ma non venne alcuna risposta.

 

215 Dopo che lo Spirito mi aveva lasciato da circa mezz'ora, credo, o poco più, io dissi: “Signore, se dunque si tratta che io sarò ucciso e che Tu hai finito con me qui sulla terra, ed ora io sto per essere portato a Casa, cosa che se lo è, ciò va bene; ciò va benissimo”. Così, io dissi: “Se lo è, fammelo sapere! Manda di nuovo la Tua Potenza su di me. Allora io lo saprò; e alla mia gente, e a chiunque altro, io non dirò niente riguardo a questo, poiché Tu ti stai preparando per venire e portarmi via”. E niente accadde.

 

216 Io aspettai ancora per un po'. Allora io dissi: “Signore Gesù, se essa non significava quello, ed essa significa che Tu hai qualcosa per me da fare e che essa mi sarà rivelata più in avanti, allora manda la Tua Potenza”; ed essa mi portò quasi via dalla camera!

 

217 Io ritrovai me stesso da qualche parte in un angolo. Io potevo sentire mia moglie che era da qualche parte che cercava di aprire la porta. La porta della camera da letto era chiusa a chiave. Ed io avevo una Bibbia aperta, ed io stavo leggendo... Non so, ma credo che fosse nel capitolo nove di Romani, l'ultimo verso:

 Ecco, io pongo in Sion una pietra d'angolo, una pietra d'inciampo, una pietra d'angolo preziosa, e chiunque crede in Lui non sarà svergognato.

 

218 Ed io pensai: “Che strano che io stia leggendo quello!”. Lo Spirito continuava a tenermi nella camera. Ed io chiusi la Bibbia e stavo lì.

 

219 Andai su alla finestra. Erano circa le dieci di giorno, o qualcosa del genere. Ed alzai le mani e dissi: “Signore Iddio, io non comprendo! Questo per me è uno strano giorno. Ed io sono quasi fuori di me stesso!”.

 

220 Io dissi: “Signore, cosa significa quello? Lascia che io lo legga di nuovo, se ciò è da parte Tua”. Ora, questo suona come una cosa bambinesca. Ed io presi su la Bibbia, la aprii, ed eccola di nuovo lì nello stesso posto, dove Paolo dice ai Giudei che essi cercavano...anzi, dove dice ai Romani che i Giudei cercavano di accettarLo tramite le opere, però è tramite la fede che noi Lo crediamo.

 

221 Ebbene, da allora in poi ho avuto un tempo terrificante! Ora voi vedete dove io mi trovo. Io non so cosa stia accadendo! Io non so cosa dire!

 

222 Però ora, lasciate che da ora in poi, per i prossimi quindici o venti minuti; lasciate che cerchi di dire qui qualcosa ora.

 Ricordatevi: quelle visioni non hanno fallito nemmeno una volta!

 Ora, per un momento io prenderò le Scritture. Se notate, il 10º capitolo dell'Apocalisse... Ora, lasciatemi dire questo: Se la visione è Scritturale, essa può essere interpretata solo tramite la Scrittura. E dunque io voglio che voi mettiate questo insieme.

 

223 Ed ora, voi presenti e voi che ascoltate i nastri: assicuratevi che voi dite questo nel modo in cui lo dico io, poiché ciò potrebbe molto facilmente essere malcompreso.

 

224 Avete fretta? [La congregazione dice: “No!”.—n.d.t.] Benissimo, ancora solo un... Vi ringrazio per essere così quieti e gentili.

 Ora: “Il Settimo Angelo”.

 

225 Ora: Signori, (come io ho intitolato questo) È Questo Il Segno Del Tempo Della Fine? Dove stiamo noi vivendo? Quale tempo del giorno è questo? Come uno stanco che si dibatte durante la notte, alzandosi e accendendo la luce per guardare l'orologio e vedere che ora è, così è la mia preghiera: “dio, fa' che noi accendiamo la luce!”.

 

226 io mi trovo in un posto terribile, se voi poteste saperlo! ricordatevelo, ve lo dico nel nome del signore: io vi ho detto la Verità! E qualcosa si sta preparando per accadere! Io non lo so!

 

227 Ora, voi che ascoltate i nastri, afferrate questo: io non lo so! Io cercherò di dire quello che ieri venne a me, mentre ero seduto nella mia stanzetta. Io non dico che questo sia vero! Esso è solo un “qualcosa” che si mosse nel mio cuore mentre io camminavo per il pavimento.

 

228 Io sarei dovuto andare giù; uscire un pochino e venire giù con Charlie, e andare per un giorno a caccia con lui, prima che ci saremmo lasciati l'uno dall'altro.

 

229 Lasciatemi dire che: non perché io vado ad Ovest ciò significa che io lascio questo tabernacolo. Questa è la chiesa che il Signore Iddio ha dato a me. Qui c'è il mio quartier generale. Qui è dove io sto. Io sto solo andando in obbedienza ad un comandamento, che mi è stato dato tramite visione! Mio figlio, Billy Paul, rimarrà il mio segretario. Il mio ufficio sarà proprio qui in questa chiesa. Quando questa cosa sarà terminata, tramite l'aiuto di Dio io sarò qui per predicare i Sette Sigilli. Ed ogni nastro che io farò, o qualsiasi altra cosa, sarà fatto proprio qui in questa chiesa. E proprio qui, per quanto io ne sappia, è il posto dove io posso predicare con più libertà di quanto io ne abbia in qualsiasi altra parte del mondo; e questo a motivo del gruppo di persone qui che credono e sono affamati e che tengono duro! E questo mi fa sentire come a casa. Questo è il posto. E, se voi notate, il sogno parlò della stessa cosa. Vedete, dove c'è il Cibo.

 

230 Ora, ma io non so ciò che c'è in futuro. Però io conosco Chi detiene il futuro! Quella è la cosa principale.

 

231 Ora, Dio, se io mi sbaglio, perdonami. E chiudimi dunque la bocca, Signore, ad ogni cosa che non è la Tua volontà. Signore, io sto facendo questo solo perché sono impressionato. Fa' che le persone possano capire, che sono solo “impressionato”.

 

232 La ragione per la quale io penso che l'interpretazione non venne mai immediatamente, fu a motivo della sovranità di Dio, poiché io credo che essa è scritta fuori qui nella Bibbia per me. E dunque se essa è Scritturale, allora è solo la Scrittura che può interpretarla. E se ciò è vero, fratello, sorella, io non intendo spaventarvi, però è meglio che ora noi stiamo molto attenti! Noi ci stiamo approssimando a... Qualcosa si sta preparando per accadere. Ed io dico questo con riverenza e nel timore di Dio. E pensate voi che io starei qui davanti a voi gente che credete perfino che io sia un profeta? Io non pretendo di esserlo; questa è stata la mia chiamata.

 

233 Dunque l'anno scorso io dissi: “L'unica cosa che vedo è che nelle nazioni il risveglio è passato, o comunque, in questa nazione”. Io ho fatto un tour evangelistico; molti di voi sono venuti con me. Oh, tutto è andato bene! Noi abbiamo avuto dei bei momenti, delle belle riunioni, molte folle; però esso proprio non ha colpito il segno!

 

234 Quest'anno io sto per intraprendere un tour missionario. Non appena posso, io andrò in Africa, India, attorno al mondo, se posso, in un altro tour missionario.

 

235 Se ciò non funzionerà, allora io non prenderò né acqua né cibo, e andrò su alcune di quelle alte montagne giù di là, e starò lì fino a che, in qualche modo, Dio non mi risponda. Io non riesco a vivere in questo modo! Io proprio non riesco ad andare avanti.

 

236 Forse la risposta di questo è qui. Io non lo so, fino a quando Egli non mi cambia. Vi ricordate della visione di circa tre settimane fa, “mentre stavo nel sole, predicando alla congregazione”? Siete stati tutti qui Domenica scorsa? Molti di voi gente che venite qui di Domenica, che prendete i nastri e siete qui quando ciò viene fatto, voi comprenderete queste cose, poiché io ora proprio colpirò questi posti. E voi tenete d'occhio ciò, poiché perfino ogni più piccola parte di quello che è stato detto, s'inserisce dritto in Questo. Per cui questa deve essere l'interpretazione. Io non lo so! Ecco perché io sto dicendo: Signori, È Questo Qui?

 

237 Io credo che il “settimo angelo” di Apocalisse 10, è il Settimo Messaggero dell'Epoca della Chiesa di Apocalisse 3:14. Ricordatevelo! Ora, lasciate che lo legga. Guardate, visto che posso leggerlo. Ora, questo era il “settimo angelo”.

 Ma nei giorni della voce del settimo angelo (il 7º verso), quando egli comincerà a suonare, il mistero di Dio dovrà essere finito, come egli ha dichiarato ai suoi servitori, i profeti.

 

238 Ora, lo avete notato? Questo era un “angelo”; ed esso è l'angelo della Settima Epoca della Chiesa, poiché Essa qui dice che esso è il settimo angelo, della Settima Epoca della Chiesa. Cercate questo, se volete vedere dove è questo angelo. Apocalisse 3:14, esso è: “L'angelo alla Chiesa Laodiceana”.

 

239 Ora, voi ricorderete quando questo fu detto là, circa gli angeli e le Epoche della Chiesa. Ed ora in questo, esso si incastra dritto in questi Sette Sigilli di cui noi parleremo. E i Sette Sigilli, di cui noi cercheremo di parlare quando veniamo per questo tempo, sono i Sette Sigilli scritti. E, come voi sapete, questi Sette Sigilli sono semplicemente la manifestazione dei sette angeli delle Sette Chiese.  Però ci sono Sette altri Sigilli che sono nel lato “posteriore” del Libro, cioè, al di fuori della Bibbia. Notatelo, noi arriveremo a questo tra un momento.

 

240 Ora, prima che io inizio questo; vi sentite stanchi? Volete alzarvi, per cambiare posizione? [La congregazione dice: “No!”.—n.d.t.]

 Ora, ascoltate attentamente.

 

241 Il settimo angelo di Apocalisse 10:7, è il messaggero della Settima Epoca della Chiesa. Vedete? Ora, osservate:

 E nei giorni... Ora, osservate qui: Ma nei giorni della voce del “settimo” angelo, quando egli comincerà a suonare, il mistero di Dio dovrà essere finito.

 

242 Ora, il “suonare” di questo messaggero, questo settimo angelo qui, è il “suonare il suo Messaggio” alla Chiesa Laodiceana. Notate il suo “tipo” di Messaggio. Ora, Esso non fu dato al primo angelo, né al secondo angelo, al terzo, quarto, quinto, e sesto. Ma esso è il “settimo” angelo che aveva questo tipo di Messaggio. Che cosa era Esso? Notate il suo “tipo” di Messaggio: “Finire tutti i misteri di Dio che sono scritti nel Libro”.

 Il settimo angelo sta portando alla luce tutti i misteri che tramite la menzogna si sono persi, attraverso tutte queste organizzazioni e denominazioni. Il settimo angelo li raccoglie su e finisce l'intero mistero. Ora, quello è ciò che dice la Bibbia: Finisce il mistero del Libro scritto.

 

243 Ora, consideriamo alcuni di questi misteri. E, se volete, scriveteli giù. Per primo, io voglio prendere quello che Scofield dice qui in Matteo 13. Se voi volete prendere nota di alcuni di questi, se non avete una Bibbia Scofield, così che possiate leggere ciò che egli pensa cosa siano alcuni di questi misteri. Ora, nel verso 11:

 Egli rispose e disse loro: Poiché a voi è dato (ai Suoi discepoli)... Poiché a voi è dato di conoscere i misteri del regno del cielo, ma non a loro... ma a loro non è dato. Cioè i misteri.

 

244 Qui c'è il mistero. Scritturalmente un mistero è: Una verità che prima era nascosta e ora è Divinamente rivelata, ma che però rimane ancora un elemento sovrannaturale, nonostante la rivelazione.

 I più grandi misteri, e i grandi misteri, sono:

 

245 Numero uno: Il mistero del Regno del Cielo. Quello è quell'uno su cui noi stiamo parlando adesso; Matteo 13:3 a 50.

 

246 Ora, il secondo mistero è il mistero dell'accecamento di Israele durante questa epoca. Romani 11:25, insieme al contesto.

 

247 Il terzo mistero è il mistero della traslazione dei santi che sono in vita alla fine del tempo di questa epoca. Prima Corinzi 15, ed anche Tessalonicesi 4:14 a 17.

 

248 Il quarto mistero è la Chiesa del Nuovo Testamento, quale Un Corpo composto da entrambi Giudei e Gentili. Efesini 3:1 a 11, Romani 16:25, ed anche Efesini 6:19 e Colossesi 4:3.

 

249 Il quinto mistero è la Chiesa quale Sposa di Cristo. Efesini 5:28 a 32.

 

250 Il sesto mistero è il Cristo Vivente, lo stesso ieri, oggi, e in eterno. Galati 2:20 ed Ebrei 13:8, e molti altri passi simili.

 

251 Il settimo mistero è Dio in Cristo, quale l'incarnata pienezza della Deità, in Cui era incorporata tutta la Sapienza Divina e Deità che viene restaurata all'uomo.

 

252 Il nono mistero è il mistero dell'iniquità menzionato in Seconda Tessalonicesi, e via dicendo.

 

253 Il decimo mistero è le sette stelle di Apocalisse 1:20. Noi siamo appena andati attraverso quello: “Le sette stelle delle sette Chiese, i sette Messaggeri”, e via dicendo.

 

254 E l'undicesimo mistero è il “Mistero Babilonia”, la prostituta. Apocalisse 17:5 a 7.

 

255 Quelli sono alcuni dei misteri che questo angelo è tenuto a portare alla luce, “tutti i misteri”, tutti i misteri di Dio.

 E gli altri sono...

 

256 Dico questo con riverenza, e senza riferirmi a me stesso, ma riferendomi all'Angelo di Dio:

 

257 La “Progenie del Serpente”; il quale è stato un mistero nascosto attraverso tutti gli anni.

 

258 La grazia messa in chiaro; non la “disgrazia”, ma la vera grazia.

 

259 Che non esiste una simile cosa come: “Un inferno che brucia in eterno”. Tu brucerai per milioni di anni; poiché ogni cosa che è Eterna non ha mai avuto né inizio né fine, e l'inferno è stato “creato”.

 Tutti questi Misteri.

 

260 Il mistero del battesimo dello Spirito Santo; senza sensazione, ma la Persona di Cristo, che compie in te le stesse opere che fece Lui.

 

261 Il mistero del battesimo in acqua; il quale l'estremo trinitarianesimo lo ha fatto finire nei titoli di “Padre, Figlio e Spirito Santo”.

 — Il mistero della Deità; il quale viene adempiuto nel battesimo nel “Nome di Gesù Cristo”, secondo il Libro dell'Apocalisse, cosa che la Chiesa doveva ricevere in questo tempo.

 Ecco qui alcuni dei Misteri.

 

262 La Colonna di Fuoco che ritorna. Amen! [Il fratello Branham batte le mani tre volte—n.d.t.] quella è la cosa che sarebbe dovuta venire; e noi la vediamo! [La congregazione giubila—n.d.t.]

 Oh, come noi potremmo andare avanti, elencando i misteri!

 

263 Vedendo quella Colonna di Fuoco che guidò i figli d'Israele; la Stessa che atterrò Saulo mentre andava per la sua strada giù a Damasco. e la stessa, che viene con la stessa Potenza, facendo le stesse cose, rivelando la stessa Parola, e stando con la Bibbia Parola-per-Parola!

 

264 Il suono della tromba significa: “La Tromba del Vangelo”. Nella Bibbia, il suono di una tromba significa: “Prepararsi per una Guerra Scritturale”. State prendendo nota?

 Guerra Scritturale!

 

265 Paolo disse... Se volete mettere questo giù, è Prima Corinzi 14:8. Paolo disse: Se la tromba dà un suono incerto, come farà un uomo a sapere per che cosa deve prepararsi?

 E se essa non ha un suono Scritturale, una conferma, una conferma della Parola di Dio resa manifesta, coma facciamo noi a sapere che siamo al tempo della fine?

 

266 Se essa dice di credere che Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi, e in eterno, ma nega i Suoi segni e prodigi, cosa che l'intero reame della natura crede in Lui, e che tramite questo tutta la Chiesa ha creduto in Lui, come faremo noi a sapere come prepararci?

 

267 Qualcuno si è fatto avanti con uno schizzo e ha tracciato l'intera cosa; e qualcun altro è venuto avanti con un'altra cosa e ha tracciato l'intera cosa contraria a questa qui. Qualcuno si è fatto avanti e ha detto: “È questo qui”, ritorniamo a questo. E un altro ha scritto libri ed altre cose simili.

 

268 Però poi dio si fa avanti, nella potenza della sua risurrezione, e chi sarà colui che parlerà contro? Se Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi, e in eterno, allora egli fa la stessa cosa che Egli fece ieri, oggi, e in eterno.

 Questo è ciò che questo angelo è tenuto a fare: prendere quei misteri, quelle cose che si sono perse, che la gente ha messo fuori.

 

269 Notate, se essa dà un suono incerto, non Scritturale, chi è che può preparare se stesso? Ma, avete notato la tromba in ciascuna di quelle epoche? Come io vi ho detto circa la Chiesa che veniva dentro; vi era una tromba che suonava, un Sigillo veniva rotto. E una tromba significa: Guerra. E se essa non dà un suono Scritturale, cosa riguardo ad essa?

 Ma lasciate che io richiami questo alla vostra memoria. Non mancate questo ora!

 

270 Notate: ciascuna Epoca della Chiesa ebbe il suo messaggero. Questo noi lo sappiamo. Paolo fu il primo messaggero.

 Quando la prima tromba suonò, e il Primo Sigillo venne spezzato, noi trovammo che Paolo fu il primo messaggero. E cosa fece egli? dichiarò guerra! A che cosa? Alla Chiesa Ortodossa, per non aver creduto il segno messianico, che Gesù aveva prodotto a loro.

 Ebbene, essi avrebbero dovuto riconoscerlo! Essi avrebbero dovuto riconoscere Lui!

 

271 Ricordatevi: Paolo venne alla fine dell'epoca. Tutti i messaggeri vengono alla fine dell'epoca. Ciò è al tempo della fine, che queste cose vengono portate avanti.

 

272 Paolo, conoscendo le Scritture, e sapendo che Gesù era il Messia, con le Scritture egli maledì quelle sinagoghe da un posto all'altro, e venne cacciato fuori da ognuna di esse, tanto che infine egli si scosse la polvere dai piedi e si volse ai Gentili. Che cosa fu ciò? Il suono di una tromba! Un angelo-messaggero stava là, con la parola! Oh, mamma, non mancate quello ora! la parola!

 E Paolo, con l'inadulterata interpretazione della Parola di Dio, maledì ciascuna di quelle sinagoghe; e ciò gli costò la vita.

 

273 Come noi potremmo andare giù fino a Ireneo, il messaggero della successiva Epoca della Chiesa.

 

274 E San Martino, della successiva Epoca della Chiesa, quando essi cominciarono a prendere la dottrina dei Nicolaiti; quando essa cominciò a venire dentro. Ed essi maledirono quella epoca! San Martino maledì la sua epoca.

 

275 E poi Lutero, il quinto messaggero, egli maledì quella chiesa cattolica, con la Parola di Dio. Egli disse: Il giusto vivrà per fede. E: “Questo non è il letterale corpo di Cristo”, ed egli gettò la comunione sul pavimento, andò fuori, e maledì quella Chiesa Cattolica. Quella tromba suonò nel modo giusto. È ciò esatto? [La congregazione dice: “Amen!”—n.d.t.]

 

276 Giovanni Wesley, si levò ai giorni della Chiesa Anglicana, quando essi dicevano: “Non c'è più ragione di avere risvegli”, e ciò finì in seme. Ma Giovanni Wesley si alzò con il Messaggio della seconda opera della grazia: Santificazione. Ed egli maledì quella Chiesa Anglicana con la tromba del Vangelo, e si preparò alla guerra. Ciò è esatto. Egli lo fece.

 

277 Ora noi siamo nell'Epoca Laodiceana, quando essi si sono di nuovo denominati: Metodisti, Battisti, Presbiteriani, Luterani, Pentecostali. e noi stiamo guardando per un profeta che ha da venire, per maledire questa epoca, e tirarli via dalla loro iniquità!

 

278 Ora, se quello è stato il modello giù lungo tutte le epoche, muterà Dio il Suo modello in questo giorno? Egli non può mutarlo! Egli deve continuare a tenere questo regolare attacco.

 

279 E, ricordatevi: questo messaggero era il “settimo angelo”! Ed egli deve prendere tutti i misteri, e radunarli assieme.

 Notate: il settimo angelo deve maledire la ricca Chiesa Laodiceana! Io sono ricca, piena di beni, e non ho bisogno di niente. Egli dice: Tu sei una miserabile disgraziata, povera, cieca e nuda, e non lo sai. Quello è il suo Messaggio!

 

280 oh, dio, mandaci un profeta che non abbia paura, con il COSÌ DICE IL SIGNORE, così che la parola di dio confermata possa agire attraverso di lui, e provi che egli è mandato da dio!

 e quando egli viene, egli maledirà quella epoca! Certo che lo farà. Egli metterà quella Chiesa Laodiceana contro di sé. Certo che egli lo farà! Essi lo hanno fatto in ogni altra epoca. E ciò non cambierà in questa epoca. Ciò deve essere lo stesso.

 

281 Notate, la Chiesa Laodiceana ora: Il messaggero della Laodiceana, il settimo angelo, finirà tutto ciò che dei misteri si è perso nelle precedenti battaglie per la Verità.

 

282 Lutero si levò, però egli non aveva tutta la Verità. Egli aveva solo la “giustificazione”. Esatto!

 

283 Più avanti venne un altro messaggero chiamato Giovanni Wesley, con la “santificazione”. E nemmeno lui ce l'aveva, dice la Bibbia; la Chiesa Filadelfiana.

 

284 Poi viene l'Epoca della Chiesa Laodiceana, con il battesimo dello Spirito; però essi Lo impasticciarono tutto e finirono dritti indietro nel formalismo come essi fecero la prima volta!

 

285 Quando invece avrebbero dovuto guardare a Lui come “all'Alfa e l'Omega”, con le Sue mani che si estendevano una da una parte e l'altra dall'altra parte: “Il Primo e l'Ultimo”.

 Il Suo Spirito cadde nel Giorno di Pentecoste e riempì quel gruppo.

 

286 Gradualmente lei si spense, fino a che essa infine passò attraverso le Epoche Oscure, i Sette Candelabri d'Oro, le Sette Epoche della Chiesa. L'ultima era la più lontana da Lui! Passarono circa mille anni di Epoche Oscure, di Chiesa Cattolica.

 

287 Lutero cominciò a portare la Luce successiva; un po' più vicino alla Parola.

 La Luce successiva, venne un pochino più vicino.

 

288 La Luce successiva, la Laodiceana. Poi essa tornò dritta indietro come aveva fatto la prima volta. Andò dritta fuori nello stesso pasticcio come essa fece la prima volta. Non riuscite a vedere quello che io intendo dire? [La congregazione dice: “Amen!”—n.d.t.]

 

289 Ora, osservate: C'è molta Verità che si è persa là fuori! Perché? Perché altri si compromisero sulla Verità.

 Però questo settimo angelo non si comprometterà su niente! Egli radunerà tutte quelle parti perdute! le raccoglierà tutte! e al suo suonare, “tutto il mistero di dio dovrà essere finito”! Oh, egli è mandato da Dio!

 Tutti i misteri nascosti furono finiti quando egli... Essi a lui furono rivelati. Tramite cosa? Se questi sono misteri nascosti, allora quell'uomo ha da essere un profeta! E non siamo noi appena passati attraverso questo e visto che il profeta che verrà negli ultimi giorni sarebbe quel grande Elia di cui noi siamo stati in cerca? Poiché questi misteri che sono stati nascosti tramite i teologi dovranno essere rivelati da Dio; e la Parola viene solo al profeta. Questo noi lo sappiamo. Egli sarà il secondo Elia, come è promesso. Oh, mamma! Il Messaggio che egli porterà, saranno i misteri su tutte queste cose.

 

290 Noi abbiamo il battesimo in acqua; esso è tutto confusionato. Proprio così! Uno asperge; uno versa l'acqua; uno prende “Padre, Figlio, e Spirito Santo”; uno prende questo; uno battezza tre volte in avanti, una volta per un Dio chiamato “Padre”, un'altra volta per un Dio chiamato “Figlio”, e un'altra volta per un Dio chiamato “Spirito Santo”. Quell'altro dice: “Tu sbagli! Tu devi battezzare in quel modo, ma tre volte all'indietro”. E, oh, che pasticcio!

 

291 però l'intera cosa è stata liquidata! poiché c'è solo un dio! E il Suo Nome è: Gesù Cristo. E sotto al Cielo non c'è alcun altro nome eccetto che quel Nome. Non c'è nemmeno un testo di Scrittura, in nessun posto nella Bibbia, dove qualcuno sia mai stato battezzato in qualche altro modo tranne che nel Nome di Gesù Cristo. nemmeno una volta ci fu qualcuno della nuova Chiesa, ossia la Chiesa di Gesù Cristo, che venne asperso, versato acqua, o qualcos'altro. nemmeno una volta ci fu alcuna cerimonia che usò: “Io ti battezzo nel Nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo”. Essi sono “credi” e robe varie.

 

292 e nella battaglia per la verità, queste cose sono andate perdute. Però Dio disse che nell'ultimo giorno esse sarebbero state di nuovo restaurate! Io restaurerò, dice il Signore. Noi siamo andati attraverso questo non molto tempo fa, nel Messaggio: L'Albero Della Sposa.

 Per questo ci vuole un profeta. La Bibbia dice che egli sarebbe stato qui. Ciò è esatto. Malachia 4 dice che egli sarebbe stato qui, e noi crediamo che egli lo sia. Noi siamo in cerca di lui! E noi stiamo guardando per la sua manifestazione. E noi vedremo la Parola di Dio confermata.

 

293 Ci saranno solamente pochi che lo comprenderanno. Come fu ai giorni di Noé, così sarà alla venuta del Figlio dell'uomo. Quanti furono i salvati? Cinque anime! Ai giorni di Lot, in pratica i salvati furono tre; la moglie iniziò a uscire ma si perse. Così sarà alla venuta del Figlio dell'uomo. Saranno molto pochi coloro che in quel tempo verranno salvati, trasferiti.

 Uno dei misteri è la Chiesa che viene presa su. Come Lot che venne portato fuori, via. Noé fu portato su; e pure la Chiesa verrà portata su. Uno andò dentro, uno andò fuori, e l'altro se ne va su! Vedete, ciò è esatto, perfetto.

 

294 La Parola viene. Il Libro che è scritto “di dentro”, è allora completato, quando tutti questi misteri hanno finito di essere suonati.

 Ora, lasciate che lo legga di nuovo, così che voi ne siate certi. Ora, guardate:

 Ma nei giorni della voce del settimo angelo (l'ultimo angelo), quando egli comincerà a suonare, il mistero di Dio dovrà essere finito.

 

295 Ora, qual'è uno dei misteri di Dio? Paolo dice in Prima Timoteo 3, io credo che sia lì; dice: Senza contraddizione, grande è il mistero della pietà. Poiché Dio è stato manifestato nella carne! Noi Lo abbiamo toccato, Lo abbiamo visto, ed è stato ricevuto su in gloria. È stato testimoniato dagli angeli, confermato qui sulla terra. egli era dio!

 Certo che esso è un grande mistero, però ora esso è tutto risolto. Non “Padre, Figlio e Spirito Santo”, “tre” dèi. Ma un Dio in tre “uffici”. La “Paternità” sotto Mosè; La “Figliolanza” sotto Cristo; lo “Spirito Santo” sotto questa dispensazione. Tre dispensazioni dello stesso Dio; non tre dèi.

 Il mistero ora è finito! La Bibbia dice che lo sarebbe stato.

 

296 L'altro giorno ho visto dove gli scienziati stanno cercando di contraddirmi con quello che essi di solito dicono. Questo perché io dissi che: “Tutti loro credono che Eva mangiò una mela!”. Ora la scienza dice, e voi l'avete visto in grandi titoli nel giornale dell'altro giorno: “Lei mangiò un'albicocca”. Sciocchezze! [La congregazione ride—n.d.t.] Poteva ciò sedurla? Certo che no! Vedete, essi stanno... Sapete, quello fu ciò che pensò Caino, quando egli l'addietro offrì la stessa cosa. Però Dio non ricevette il suo sacrificio! Ma al giusto Abele fu rivelato che ciò fu sangue; ed egli portò il sangue.

 Oh, Dio, questa è la Chiesa e l'epoca in cui noi stiamo vivendo!

 

297 Il Libro che è scritto “di dentro” è dunque completato quando questo angelo cessa. Ora, per piacere, comprendete questo!

 Quando il Messaggio del settimo angelo è completato: Il mistero della Deità; il mistero della Progenie del Serpente; e tutti gli altri misteri di tutte queste cose.

 

298 “L'eterna Figliolanza”, come dicono loro. Come fa Egli ad essere un Figlio eterno, quando l'Eternità non ha mai avuto inizio e mai avrà fine? Un “figlio” è qualcosa che viene generato. Come può ciò avere senso?

 

299 Come può esserci un Inferno eterno, quando l'Inferno è stato creato? Io credo in un Inferno che brucia, certamente, la Bibbia dice così; ma esso è per distruggere... La Bibbia dice: Beato è colui che non ha parte nella seconda “morte”. Vedete?

 Vedi, tu verrai distrutto tramite la seconda morte. La prima è fisica. La seconda è una morte “spirituale”, quando ogni cosa avrà fine. L'anima che pecca, è l'anima che morrà. Tu verrai punito per i tuoi peccati, forse per centinaia e migliaia di anni; però non può esserci un Inferno eterno, poiché la Bibbia dice che l'Inferno fu “creato”. E, come fa ad essere creato ed essere eterno? Se esso esiste, è perché la Bibbia dice che l'Inferno fu creato per il Diavolo e i suoi angeli. E se dunque esso è stato creato, allora esso non può essere eterno, poiché ogni cosa che è Eterna non ha un inizio né ha una fine.

 

300 Quello è il perché noi non possiamo mai morire, poiché noi siamo stati sempre parte di Dio; la “Progenie di Dio”! Ed Egli è l'unica cosa Eterna che c'è. [La congregazione giubila—n.d.t.] Amen! Tu non puoi più morire, come Dio non può morire, poiché tu sei eterno con Lui. Amen! che ciò avvenga! alleluia! [La congregazione giubila—n.d.t.]

 Comincio comunque come a sentirmi stanco di questa vecchia casa impestata!

 

301 Notate, il “Libro scritto”. Dunque questo angelo finisce tutti questi misteri perduti per cui essi combatterono in battaglia; Lutero combatté, Wesley combatté, i Pentecostali combatterono. Però sta per venire uno, dice la Bibbia, che nei giorni del suo suonare, tutti questi misteri...

 Gli Unitariani finirono fuori sul “Nome di Gesù”. I Trinitariani finirono fuori sul “Padre, Figlio, e Spirito Santo”, proprio come essi fecero al Concilio di Nicea; la stessa cosa. Essi furono entrambi nell'errore. Però ora, nel centro della Strada, nelle Scritture, risiede la Verità. Vedete voi dove noi ci troviamo?

 L'Angelo del Signore!

 

302 Notate, Apocalisse 5:1. Ascoltate ora attentamente a questo:

 Ed io vidi nella mano destra di colui che sedeva sul trono un libro scritto di dentro (la scrittura era nel lato interno) e nel lato posteriore, sigillato con sette sigilli.

 

303 Ora, c'è una scrittura nel lato “interno” del Libro; però il lato “posteriore” aveva Sette Sigilli, nella parte posteriore di Esso, che non erano scritti nel Libro. Ora, questo è il rivelatore che parla, Giovanni.

 Ora, ricordatevi: Ciò non era scritto nel Libro! E nei giorni della voce del “settimo” angelo, tutto questo mistero che è scritto di dentro dovrà essere finito! Esso dovrà essere trattato in quel giorno. Vedete ora quello che io intendo dire? Mi state seguendo? [La congregazione dice: “Amen!”—n.d.t.]

 È allora il tempo perché siano rivelate le Sette Voci di Apocalisse 10. Quando il Libro è finito, allora c'è solo una cosa che rimane, ed essa è: Le Sette misteriose Voci del Tuono che erano scritte nel lato “posteriore” del Libro e che a Giovanni fu proibito di scrivere. Lasciate che ve lo legga:

 Ed io vidi un angelo, un angelo potente, che veniva giù dal cielo, vestito con una nuvola; e un arcobaleno era sulla sua testa, e il suo volto era come il sole, e i suoi piedi come colonne di fuoco.

 Ed egli aveva in mano un piccolo libro “aperto” (vedete? Ora, osservate questo), ed egli posò il suo piede destro sul mare e il suo piede sinistro sulla terra.

 Ed egli gridò a gran voce, come un leone quando rugge; e quando egli gridò, “sette tuoni fecero udire le loro voci”. (Osservate!)

 E quando i sette tuoni ebbero fatto udire le loro voci, io stavo per “scrivere”.

 

304 Ci fu qualcosa che venne detto! Esso non fu solamente un rumore; qualcosa venne detto! Egli stava per scrivere.

 Ed io udii una voce dal cielo che mi disse...

 

305 Guardate dove erano le Voci, i Tuoni; non in Cielo, ma sulla terra! I Tuoni non tuonarono mai dai Cieli; essi tuonarono dalla terra!

 Ed io stavo per scrivere, quando udii una voce dal cielo che mi disse: “SIGILLA” (S-I-G-I-L-L-A, in maiuscolo); sigilla le cose che i sette tuoni hanno detto, e non le scrivere!

 

306 Ciò è nel lato posteriore. Quando un libro viene completato... Ora, Egli non disse nel lato “davanti”; Egli disse nel lato “posteriore”. Dopo che Esso è tutto completato, allora questi Sette Tuoni-Voci sono l'unica cosa che viene attaccata al Libro, e che non è rivelata. Ciò non è perfino scritto nel Libro!

 

307 Oh, mamma, come mi piacerebbe poter trasmettere questo al popolo! Ciò in pratica... Non mancatelo! Vi prego, non mancatelo questa volta! Io mi sto preparando a lasciarvi. Non mancatelo! Se mai avete ascoltato, ascoltate!

 

308 Questi Sigilli sono nella parte posteriore del Libro, e al tempo in cui il settimo angelo suona, tutti i misteri che sono scritti nel Libro vengono completati, e, immediatamente, il Libro che era aperto e scritto di “dentro”, viene chiuso! i misteri di dio sono finiti! e i misteri di dio sono questi: L'andata via della Chiesa, e tutte queste altre cose.

 I Misteri sono terminati! quando quel settimo angelo suona ogni mistero, essi sono terminati. Che egli sia chi sia; chiunque egli sia, la Parola di Dio non può venir meno. Ed Egli disse:

 Ma nei giorni della voce del settimo angelo, quando egli comincerà a suonare, il mistero di Dio dovrà essere finito, come egli ha dichiarato ai suoi servi, i profeti.

 

309 Tutte quelle cose; come Roma che è la meretrice, e tutte le chiese Protestanti, le denominazioni, che si sono denominate come lei, e sono divenute le sue meretrici. Vedete, tutti quei misteri di cui hanno parlato i profeti, verranno rivelati proprio qui in questa ultima ora.

 

310 E quando nell'Epoca Laodiceana sorge questo settimo angelo e comincia a suonare la vera Tromba, siccome Essa è contraria, allora essi non lo crederanno. Essi non lo crederanno di certo! Però esso sarà un profeta ispirato, poiché non c'è alcun altro modo per comprendere ciò.

 

311 Gli uomini cercano di spiegarsi la trinità e gli diventano i capelli grigi, diventano pazzi! Non c'è nessuno che la può comprendere!

 Essi credono ancora che Eva mangiò una mela, e tutte quelle altre cose; poiché esse sono “tradizioni” a cui l'uomo si è aggrappato; è proprio nello stesso modo in cui Gesù trovò la Chiesa di allora.

 

312 Però egli dovrà essere un profeta divinamente guidato, perché la Parola di Dio possa venire a lui con la vera interpretazione della rivelazione di Gesù Cristo! Per cui ciò deve essere in quel modo. Dio, aiutaci!

 

313 Ora: Quando egli suona. Ora, quello è il così dice il signore! Quello è chiaro. Quando egli suona il suo Messaggio, egli dichiara guerra; proprio come fece Paolo con gli Ortodossi, e come fecero tutto il resto di loro; come Lutero, Wesley, contro l'organizzazione. quando egli dichiara guerra, e dice loro che “essi stanno mentendo e che ciò che dicono non è la verità, e che essi stanno seducendo gli uomini”; quando egli suona quello, voi non potete mancarlo! Ciò non può venir meno, poiché egli sarà confermato tramite la Parola di Dio. Voi saprete esattamente di che si tratta. E quando egli fa ciò, egli suona una chiamata per uscire da Babilonia: Venite fuori da lei, o popolo mio, e non prendete parte ai suoi peccati.

 Egli è mandato da Dio. Non mancate questo!

 

314 Ora: Quando egli comincia a suonare, il mistero sarà finito. Ora, notate: Allora è tempo che siano rivelate le Sette-Voci-Sigillate di Apocalisse 10. Comprendete? [La congregazione dice: “Amen”—n.d.t.] Quando tutti i misteri del Libro sono completati! E la Bibbia dice qui che egli finirebbe i misteri.

 

315 Quando gli uomini per l'addietro nelle altre epoche combatterono per la Verità; essi combatterono per la “giustificazione”, essi combatterono per la “santificazione”. Essi combatterono per questo, ed essi combatterono per quello, essi combatterono per questo. Cosa fecero essi? Si girarono dritti dall'altra parte e si organizzarono in quello. La stessa cosa fecero i Pentecostali, e i Battisti, Presbiteriani, Luterani; tutti hanno fatto la stessa cosa; si girarono dritti dall'altra parte e fecero la stessa cosa.

 

316 E la Bibbia dice, in Apocalisse 17, che quello è ciò che essi avrebbero fatto, la vecchia madre meretrice e le sue figlie: “Il Mistero Babilonia”. la bibbia dice qui che quello sarebbe uno dei misteri che sarebbe stato svelato! protestanti, prostitute; commettendo fornicazione spirituale, guidando la gente tramite denominazioni, con la loro coppa di iniquità, una dottrina fatta dall'uomo, e tirandoli via dalla fonte ripiena di sangue, da dove la potenza dell'onnipotente iddio scorre liberamente per manifestare gesù cristo!

 Se ciò è vero, allora Dio lo sosterrà! Ed Egli lo ha fatto, ed Egli continuerà a farlo.

 Ma quando quello si adempie, la Parola è finita.

 

317 Ora, c'è solo una cosa che rimane, ed essa è i Sette Tuoni, che noi non conosciamo. Ed essi non avrebbero tuonato invano!

 

318 dio non fa qualcosa tanto per giocare! Siamo “noi” che giochiamo ed agiamo in modo stupido, ma non Dio! con dio ogni cosa è: “Sì” e “No”. Egli non fa lo sciocco. Egli non fa il bambino. Quello che Egli dice è ciò che Egli intende dire; ed Egli non dice niente che in esso non ci sia un significato.

 

319 E i Sette Tuoni, proprio qui nella Rivelazione di Gesù Cristo [Apocalisse], sono alcuni misteri. Non dice la Bibbia che Questo è “La Rivelazione di Gesù Cristo”? Ebbene, allora ci sono alcuni misteri nascosti in Esso. Hum! che cosa sono? Essi ce l'hanno i Sette Tuoni. Poiché Giovanni stava proprio per scrivere, e dal Cielo venne una Voce che disse: non scrivere questo! Ma sigillalo. Sigillalo! Mettilo nel lato posteriore del Libro.

 Ciò deve essere rivelato! Essi sono i misteri.

 

320 Noi ora abbiamo la spiegazione di queste cose tramite lo Spirito Santo. Egli ci disse che non furono le mele, ma fu il sesso. Ci ha detto queste cose. E non c'è nessuno che sia capace di opporsi a questo. In vita mia io non ho mai visto un predicatore che sia d'accordo con questo, però io ho chiesto loro...

 

321 Voi sapete quando a Chicago noi stavamo davanti a quei circa trecentocinquanta predicatori. Voi donne qui di Chicago, che eravate là, avete sentito a riguardo.

 

322 E tre notti prima il Signore mi disse: “Essi ti stanno preparando una trappola”. Egli disse: “Stai là alla finestra, ed Io te la mostrerò”. Egli disse: “Il Sig. Carlson e Tommy Hicks ti incontreranno domani mattina e vogliono andare a colazione; e tu di' a Tommy di rimanere. Ma”, disse, “qui c'è il modo in cui ciò sarà. Di' loro che essi non avranno quella riunione nel luogo in cui stanno pensando. Essi ce l'avranno in un altro posto”. Disse: “Non temere! Io sarò con te”. E quello per me è più che abbastanza!

 

323 La mattina seguente il Sig. Carlson, il presidente degli Uomini d'Affari del Pieno Vangelo, mi chiamò e mi disse: “Fratello Branham, io voglio andare a colazione assieme a te”.

 

324 Io dissi: “Va bene”.

 Io dissi: “Fai in modo che lì ci sia pure Tommy Hicks”.

 

325 Andammo giù al Town And Country, ed egli disse: “Beh, fratello Branham, oh, questo è meraviglioso!”. [“Town And Country” è il nome di un Hotel—n.d.t.]

 Io dissi: “Tommy, mi faresti un favore?”.

 “Certo, fratello Branham”.

 Io dissi: “Chissà se parleresti tu per me?”.

 Egli disse: “Oh, io-io quello non posso farlo!”.

 

326 Io dissi: “Perché? Io ho solo le scuole elementari, ed io-io direi `empire' anziché `umpire', vedi? [Riguardo a `empire' e `umpire', vedere nota al paragrafo 6—n.d.t.] Io non so come parlare davanti a loro; e lì ci sarà la Grande Associazione Ministeriale di Chicago! Tommy, come farò io a parlare davanti a loro con la mia istruzione di scuola elementare? Tu sei un Dottore di Teologia!”. Io dissi: “Tu sai come parlare, io no!”

 Egli disse: “Fratello Branham, io quello non posso farlo”.

 

327 Io dissi: “Perché? Io a te ho fatto molti favori!”. Io proprio lo stavo mettendo con le spalle al muro.

 

328 E il fratello Carlson disse: “Oh, fratello Branham, egli non può fare quello!”.

 Io dissi: “perché?”.

 Egli disse: “Beh, la-la-la-la...”.

 

329 Io dissi: “Lo sai perché? tu sai perché, solo che non vuoi dirmelo. Essi mi hanno preparato una trappola”.

 

330 Io dissi: “Fratello Carlson, non hai tu preso quella sala d'Hotel dove noi avemmo quell'altro banchetto?”.

 “Sì”.

 Io dissi: “Tu non ce l'avrai!”.

 

331 Egli disse: “Beh, fratello Branham, noi per essa abbiamo dato un acconto!”.

 

332 Io dissi: “A me non importa quello che voi avete dato, essa non sarà là. Quella è una sala di colore verde; noi invece saremo in una sala colore marrone. Io starò dietro in un angolo. Il Dr. Needle si siederà a destra. Quell'uomo di colore e sua moglie si siederanno qui, e via dicendo. Ci sarà un prete Buddista seduto alla mia estrema destra”; e dissi come essi sarebbero vestiti.

 

333 Ed io dissi: “Tu sai di che si tratta, Tommy! La tua Grande Associazione Ministeriale di Chicago mi sfiderà sul `battesimo nel Nome di Gesù Cristo'. La Grande Associazione Ministeriale di Chicago mi sfiderà sulla `evidenza dello Spirito Santo', il parlare in lingue. Essi mi sfideranno sulla `Progenie del Serpente', e sulla `Predicazione della Grazia'”.

 

334 Tommy guardò e disse: “Santa misericordia!”. Disse: “Io non penso che ci andrò!”.

 Io dissi: “Sì, vieni pure tu!”.

 

335 e il giorno seguente, l'uomo che aveva preso l'acconto, gli ritornò l'acconto, e gli disse: “Noi abbiamo un'orchestra! Noi avevamo già la prenotazione, ma ci siamo dimenticati perché abbiamo perso la cosa; così dobbiamo darla all'orchestra; voi non potete averla”.

 E noi andammo fuori dal Town And Country.

 

336 Quella mattina entrai, ed ecco che essi erano tutti lì. Quando io mi sedetti là dietro, dietro al tavolo, aspettando, dopo che essi ebbero la loro colazione, io li guardai attorno in questo modo. Noi avevamo avuto la colazione in una sala, uscimmo da là, ci sedemmo giù lì, ed ecco lì che c'era la grande Associazione Ministeriale di Chicago. Io detti uno sguardo attorno. Ciascuno di loro presentò se stesso come il Dottore in Filosofia Tal-dei-tali, e il Dottore in Legge Tal-dei-tali, e tutta quella specie di robe simili. Io semplicemente rimasi seduto e li ascoltavo finché finirono. E il fratello Carlson si alzò. Egli disse: “Signori,...”.

 

337 Ora tutti voi conoscete Hank Carlson. Ebbene, chiedetelo a lui. Beh, voi questo l'avete proprio qui registrato nel nastro! Se voi volete comprare il nastro, esso è qui; ce l'hanno i ragazzi.

 

338 Egli disse: “Signori, io vi introduco il prossimo, il fratello Branham”. Egli disse: “Voi tutti potreste essere in disaccordo con lui, sulla sua Dottrina, ma lasciate che io vi dica qualcosa. Tre giorni fa, noi eravamo seduti in un posto, e se quell'uomo non mi avesse detto ogni cosa che sta accadendo questa mattina, io non starei qui. Egli mi disse che tutti voi vi stavate preparando a fargli delle domande sulla sua Dottrina; ed egli mi disse che io avrei dovuto cancellare quell'altro posto ed essere qui, e mi disse esattamente dove il Dr. Mead e queste altre persone si sarebbero sedute, ed ecco qui che essi sono esattamente lì”. Egli disse: “Voi potreste essere in disaccordo con lui, però io vi dico solo una cosa: egli non ha paura di quello che pensa”.

 Egli disse: “Ora, fratello Branham, a te la parola”.

 

339 Io dissi: “Prima che noi iniziamo...”. Io lessi quello che ho letto questa mattina: Io Non Fui Disubbidiente Alla Celeste Visione.

 Io dissi: “Ora, sistemiamo questa faccenda. Ora, tutti parlate di essere Dottori in Teologia, ed io sto qui da solo”. Io dissi: “Visto che è così, e voi volete interrogarmi sul battesimo nel Nome di Gesù, allora iniziamo per prima con quello. Io voglio che uno di voi uomini prenda la sua Bibbia e venga qui a fianco a me, su qualsiasi cosa che io ho insegnato”. Io dissi: “venite qui a fianco a me, e confutate ciò con la parola di dio!”.

 Io aspettai, e nessuno disse qualcosa.

 Io dissi: “io sto chiedendo che qualcuno di voi uomini venga qui a fianco a me”. Dissi: “che cos'è che non va con voi? allora statevene lontani dalle mie calcagna, se avete paura di stare qui a fianco a me!”.

 

340 Non è di me che essi avevano paura, ma di quell'Angelo dell'Iddio Onnipotente, del quale essi sapevano che se Egli poteva predirmi ciò che sarebbe avvenuto... Essi erano più saggi di quanto io pensavo che fossero! essi sapevano che era meglio per loro non venire e stare lì! [La congregazione giubila e loda il Signore—n.d.t.]

 Sapete, pure voi siete passati attraverso questi momenti, ma essi non lo fanno! Che cos'è che non va, se ciò è così grande ed essi sanno che questo è così vero?

 

341 Io metto questo su nastro, e da ogni parte: io sono pronto con chiunque a parlarne in maniera Cristiana, con qualsiasi fratello. Io non voglio argomentare con nessuno, però io voglio che voi veniate e confutate ciò tramite la Parola; non tramite il vostro libro di testo, non tramite quello che disse il Dottor Tal-dei-tali, o il Santo Tal-dei-tali. Io voglio sapere ciò che “Dio” ha detto. Quella è la base. Io voglio sapere quello che Egli dice. Essi quello non lo fanno!

 

342 Ora, guardate: quando arriva il tempo per le Sette Voci, ed è tempo per le Sette Voci quando il Libro è completato, allora Apocalisse 10 deve essere rivelato. Ora, notate, ascoltate!

 

343 Ora io non vi terrò ancora molto a lungo; lo so che vi sto stancando tenendovi qui. Mancano 20 minuti alle dieci! [La congregazione dice: “No! Vai pure avanti”.—n.d.t.]

 Ascoltate attentamente, ora. Lo so che voi state all'impiedi, e tutti voi che cambiate posizione ed altro; io sarò felice quando la chiesa sarà finita così che noi non abbiamo più a stare così accalcati. Noi ci prenderemo l'intera giornata per predicare! [Il fratello Branham dice questo in tale modo tanto che la congregazione scoppia a ridere—n.d.t.]

 

344 Ora, notate. Ora notate: Le Sette Voci erano tuoni! boati!

 Dio, aiutaci! Se mi sbaglio, perdonami Signore!

 

345 Io faccio a voi la domanda: Rimbombò ciò come Tuono, quando uscì questa Voce?

 Avete notato che quando i Sette Sigilli, i quali seguirono le Sette Epoche della Chiesa; che quando il Primo Sigillo venne aperto, ci fu un Tuono? Se quando venne aperto il Primo Sigillo che era nel Libro ci fu un Tuono, non si aprirebbe il primo sigillo all'esterno del libro nello stesso modo? Dio non muta il Suo programma!

 Andiamo su in Apocalisse 6:

 Ed io vidi quando l'Agnello aperse uno dei sigilli, ed io udii come se esso fosse un rumore di un tuono, e una delle quattro bestie disse: “Vieni e vedi”.

 

346 Ora, non ci fu mai più un altro tuono! E quando l'Ultimo Sigillo venne aperto, nel Cielo ci fu un silenzio per lo spazio di mezz'ora. Ma quando il Primo Sigillo venne aperto, ci fu il boato di un tuono!

 

347 oh, chiesa, potrebbe ciò essere questo? siamo noi arrivati a quel punto? amici, pensate! Io spero che non sia questo; però, cosa se ciò lo fosse? cosa è stato quel boato? davanti a dio e a questa bibbia aperta, io non mento!

 Esso fu un boato che scosse la terra!

 

348 E quando il Primo Sigillo, dei Sette che vennero aperti nella Bibbia, si fece avanti, solo “uno”; però ci fu un boato che scosse l'intera cosa: Un Tuono.

 E, dunque, se i Sigilli che sono nel lato posteriore si aprissero, non sarebbe ciò pure un tuono? Io non lo so! Io non posso dirlo.

 

349 Ci fu un Tuono: Il Primo Sigillo. E il Sigillo fu un Tuono. A quel tempo la Tromba venne aperta, e, naturalmente, la Tromba suonò a Pentecoste; io non voglio andare in quello.

 

350 Ora, se la visione era Scritturale; la visione di cui ora sto parlando è quella che io vidi l'altro Sabato mattina, una settimana fa. “SE”; ora, ricordatevi questo: “SE” la visione era Scritturale, allora essa deve essere interpretata tramite la Scrittura, oppure deve essere una “continuazione” della stessa Scrittura. [Il fratello Branham sta un po' zitto—] Io ho aspettato un momento, così che questo penetri bene.

 

351 Se questo che io ho visto... Ciò che esso fosse, io non lo so! però io sono spaventato a morte! stiamo noi passando via? siamo noi alla fine?

 ricordatevi: questo angelo disse che quando questo avrebbe luogo, egli giurò che il tempo non sarebbe più!

 Io mi chiedo se noi afferriamo questo veramente!

 

352 Tu dirai: “Beh, sembra come se ciò esplodesse attraverso...”. Fratello, Egli viene nel momento che tu non pensi! C'è un'ultima volta in cui tu sentirai questo!

 

353 Ora, è questo chiaro? Quando venne aperto il Primo Sigillo dei Sigilli che erano “dentro” al Libro, questi misteri vennero suonati: Giustificazione, Santificazione, Chiesa Cattolica Romana, Protestanti. E quello che attraverso tutte le loro piccole battaglie, ed altro, tralasciarono e persero di queste porzioni della Parola di Dio, il settimo angelo viene su, le raccoglie tutte su e le spiega. Vedete? e quando egli finisce, i sette tuoni si fanno sentire!

 

354 E quando Giovanni cominciò a scrivere, Egli disse: Non scrivere questo, ma sigillalo.

 

355 E quando venne aperto il Primo Sigillo dei Sigilli che erano nel lato “interno” del Libro, esso si aprì con un Tuono.

 

356 Se questa è Scrittura, allora Essa può solo essere... Ogni Scrittura è qualcosa che deve essere nella Bibbia.

 

357 Per esempio, voi non potete dirmi che esiste una simile cosa come il “purgatorio”, o cose simili, poiché nella Bibbia non c'è Scrittura che possa sostenere ciò. Voi non potete venire a dire a me queste cose, come: “Il Libro dei Maccabei”; cosa che potrebbe andare bene. E di quel “Quarto Libro di Daniele”, dove dice che un Angelo lo prese per i capelli della testa e lo mise giù a sedere. Una simile cosa come quella non ha mai avuto luogo nella Bibbia! O dove dice che “Gesù di Nazareth fece un piccolo uccellino di argilla, gli mise su le zampe, e gli disse: `Shouh! Vola via, piccolo uccellino!'”. Ciò è un nonsenso! Non c'è niente nella Bibbia che sostenga questo. Per cui ciò proprio non ingannò i traduttori! Dio guardò che i traduttori non aggiungessero quei dogmi e quelle sciocchezze. Forse essi saranno stati della brava gente, cioè i fratelli Maccabei. Io non dico che essi non fossero brava gente, però ciò non era Scritturale!

 

358 Questa è la completa rivelazione di Gesù Cristo. Niente può essere aggiunto ad Essa, o tolto via da Essa. E se noi mettessimo quello Qui dentro, ciò non collimerebbe con il resto della Scrittura. Ci sono sessantasei Libri in questa Bibbia, e nemmeno una parola contraddice l'altra!

 

359 E se dunque questo è una continuazione del suonare di queste ultime Trombe, o questi ultimi Sette Tuoni che si stanno facendo avanti, i misteri degli ultimi Sigilli, allora Ciò dovrà collimare con il resto della Scrittura.

 E se quei primi lì dentro si aprirono con il rombo di Tuono, lo saranno pure i secondi che sono nel lato posteriore.

 Osservate ciò che accade: se la visione era Scritturale, allora essa deve essere interpretata tramite la Scrittura; oppure deve essere una continuazione della stessa Scrittura.

 

360 Notate, Apocalisse 3 e 4. “Sette Tuoni”. sette tuoni! E poi, notate, 3 e 4. e poi cosa? un giuramento da quell'angelo potente, che “il tempo era finito”. Vedete, quando questi Tuoni fecero udire le loro Voci, allora l'Angelo...

 

361 Pensate a questo! Un Angelo, avvolto in una nuvola, e con un arcobaleno che copriva la sua testa, (ebbene, voi sapete Chi è quello!) mise un piede sulla terra e uno sul mare e alzò la Sua mano e giurò, che quando quei Tuoni avrebbero fatto udire le loro Voci, il “tempo non sarebbe più”!

 

362 E se il ministero dei misteri di Dio è finito, cosa se quello “è” quei Sette Misteri che si stanno facendo avanti? E l'Onnipotente è venuto in una umile e piccola Chiesa come la nostra, ed ha riguardato alla bassezza del Suo popolo!

 Tu dirai: “Beh, io non penso che sia così!”. Ciò potrebbe non esserlo. Ma, cosa se lo fosse? Allora il tempo è finito! Hai mai pensato a questo? Sii serio! Potrebbe essere più tardi di quanto noi pensiamo.

 

363 Quelle stelle che là dietro cadevano nella loro costellazione! Quell'Angelo che venne e disse: “Come Giovanni venne mandato per terminare il Vecchio Testamento, e per portare avanti l'introduzione di Cristo, così il tuo messaggio raccoglierà quelle parti perdute, e introdurrà il Messia, proprio prima della Sua Venuta”. Il Messaggio degli ultimi giorni!

 

364 Notate: l'Angelo potente giurò, con un giuramento, che il tempo non sarebbe più!

 

365 Ora io non voglio tenervi più a lungo; ma pensate ora semplicemente a questo per un momento.

 

366 Ora, ascoltate. Questo Angelo venne giù dal Cielo. Vedete? Gli altri sette angeli, quelli delle Sette Chiese, erano messaggeri terrestri. Ma quando questo Angelo viene, tutto il Messaggio è finito! Il settimo angelo raccoglie su l'intera cosa! E questo Angelo non viene dalla terra; egli non è un uomo dalla terra come i messaggeri alle Epoche della Chiesa; quello è finito!

 Ma questo Angelo porta il prossimo annuncio. E un angelo significa un “messaggero”. Ed Egli viene giù dal Cielo, avvolto in quella Colonna di Luce, una Nuvola, con un arcobaleno sopra la Sua testa. E un arcobaleno è un Patto. esso è cristo! Con un piede sulla terra e uno sul mare, e giurò che il tempo non sarà più!

 Dove ci troviamo noi, signori? Di che cosa tratta tutto questo? Io lo chiedo a voi!

 

367 Gli altri angeli erano messaggeri, uomini della terra. Ma questo Angelo... Di quelli è detto: All'angelo della Chiesa di Laodicea; all'angelo della Chiesa di Efeso; messaggeri della terra. Vedete? Uomini, messaggeri, profeti, e via dicendo, per la Chiesa.

 

368 Però Questo qui non venne dalla terra; Egli venne giù dal cielo, poiché i misteri sono tutti finiti. E quando i misteri sono finiti, l'Angelo disse: Il tempo non sarà più, e Sette Tuoni lanciarono fuori le loro Voci.

 

369 Cosa se questo è qualcosa per farci sapere come noi dobbiamo entrare nella Fede Rapitrice?! Lo è? Correremo noi e supereremo ogni ostacolo? C'è qualcosa che si sta preparando per accadere, quando questi vecchi vili corpi rovinati verranno mutati? Vivrò io per vedere questo, O Signore? È questo così vicino tanto che io posso vederlo? È questa la generazione?

 Signori, fratelli miei, che tempo è questo? dove ci troviamo noi?

 

370 Guardiamo all'orologio, al calendario, per vedere in quale data noi stiamo vivendo.

 Israele è in Palestina, nella sua terra. La bandiera a sei punte, la Stella di Davide di duemila anni fa, sì, quasi duemila e cinquecento anni fa, la più vecchia bandiera, sta sventolando. Israele è ritornata nella sua Patria! Quando il fico mette fuori i suoi germogli, quella generazione non morirà, non passerà, non passerà via, fino a che tutte le cose non siano adempiute.

Le nazioni si sgretolano

Israele si risveglia

I segni che i profeti predissero;

I giorni dei Gentili sono contati,

Incombono di orrore;

Ritorna, o disperso, ai tuoi!

 

Il giorno della redenzione è vicino,

I cuori degli uomini vengono meno di paura;

Sii ripieno dello Spirito,

Con la tua lampada acconciata e pulita,

Guarda in alto, la tua redenzione è vicina!

 

I falsi profeti mentiscono

Essi stanno negando la Verità di Dio,

 Che Gesù Cristo è il nostro Dio;

voi sapete che ciò è vero!

Però noi stiamo camminando ove gli apostoli han camminato.

Poiché il giorno della redenzione è vicino,

I cuori degli uomini vengono meno di paura;

Sii ripieno dello Spirito,

Con la tua lampada acconciata e pulita,

Guarda in alto, la tua redenzione è vicina!

 

371 Ciò potrebbe essere più vicino di quanto tu pensi che sia! Ciò mi ha spaventato. Oh, io non ho fatto abbastanza! Dove ci troviamo noi?

 

372 Il tempo non sarà più. Egli annuncia che il tempo è finito. Cosa accade? cosa accade? Potrebbe ora quello essere questo, fratelli? Pensiamo seriamente! Se lo è, allora la piramide è “completata” tramite i Sette Tuoni.

 

373 Vi ricordate del Messaggio sulla piramide? Ciò è la Pietra della Vetta. Cosa fa Essa? Essa è lo Spirito Santo che copre l'individuo e lo sigilla, quando noi abbiamo aggiunto alla nostra fede: giustizia, e pietà, e fede, e via dicendo. Noi continuammo ad aggiungere ad essa fino a che avemmo sette cose, e la settima era “amore”, il quale è Dio. Quello è il modo in cui Egli fa con l'individuo; Egli lo copre e lo sigilla con lo Spirito Santo.

 

374 Dunque, se quello è così, Egli ha avuto Sette Epoche della Chiesa. Poi Egli ha avuto Sette Misteri che sono stati suonati, e per i quali essi combatterono per riportarli. Ed ora viene la Pietra della Vetta, per completare la Chiesa. Significano i Tuoni quello, fratelli miei? Signori, è lì dove noi ci troviamo?

 

375 Junie, io voglio prendere il tuo sogno. Guardate! Junior, prima che la piramide venisse predicata, mesi prima di ciò, vide questo sogno.

 Voi direte: “Cosa c'entra in questo il sogno?”.

 

376 Nebukadnetsar sognò un sogno che Daniele interpretò, ed esso disse l'inizio dell'Epoca dei Gentili e quando essa sarebbe finita. E ciò è avvenuto proprio esattamente in quel modo. Non ha fallito nemmeno un pochino!

 

377 Avete notato lo Scritto che c'era sulle rocce? Io Quello lo stavo interpretando per loro, ed essi erano gioiosi! Quello è il “Mistero di Dio”, che per anni non è stato compreso. Potrebbe quello essere questo?

 

378 E poi, notate: in qualche modo misterioso, noi prendemmo, fuori dall'aria, un utensile affilato, col quale aprimmo la cima. E lì dentro c'era del granito bianco, però Questo non fu interpretato. Non c'erano lettere! Junior, io Quello non lo interpretai. Io semplicemente guardai ad esso, e dissi ai fratelli: “guardate su questo!”.

 e quello si è adempiuto questa sera!

 

379 E mentre essi stavano studiando Quello, io scivolai verso l'Ovest. Per che cosa? Forse per comprendere l'interpretazione di ciò che è scritto nella cima di Questo. Potrebbe ciò esserlo?

 

380 E quei boati dell'altra mattina, che mi scossero tanto che mi gettarono verticalmente in aria, in alto quanto questo edificio! E quella costellazione di Angeli; sette Angeli, in forma di una piramide! È quello quei Tuoni che si stanno facendo avanti? Potrebbe ciò esserlo?

 

381 Questo è tutto interpretato. Secondo il suo sogno, esso è tutto finito. Secondo la Parola di Dio, il settimo messaggero finirà...il settimo Messaggio finirà, e poi ci sono i sette tuoni!

 

382 Ed egli vide la pietra della cima che venne rimossa, cosa che significa che molte persone non sanno nemmeno che ci sono Sette Sigilli che devono essere rivelati! Io ho letto molti libri di uomini sull'Apocalisse, e non ho mai sentito che abbiano parlato su Questo. Essi Quello lo saltano! Però a voi è stato detto che Esso è lì!

 

383 io non so cosa esso sia! potrebbe quello essere questo? Che Dio sia misericordioso verso di noi! Se è quello, allora noi siamo in un momento serio.

 Ora, solo un momento. Guardate! Se ciò fosse così, e il mistero che era scritto in queste rocce è finito, allora io sono felice di stare seduto in una chiesa assieme a un popolo pio, a cui Dio può dare un sogno.

 

384 Io sono felice di poter dire a questi uomini e donne che vanno nella chiesa di Junior, e in questa chiesa, al fratello Neville e agli altri, e a queste persone che siedono in questa congregazione, che la Bibbia dice: Negli ultimi giorni essi sogneranno dei sogni. Ed ecco che ciò è qui, e potete vederlo! Ciò combacia con la Parola.

 

385 Non sapevo niente a riguardo, ma un boato si fece avanti, ed ecco che dall'Eternità vennero sette Angeli. Io dissi: “Signore, cosa vuoi Tu che io faccia?”. Non mi venne risposta. Forse io prima devo andare, per vedere cos'è. Io non lo so! Forse non sarà nemmeno quello; io non lo so! Io sto solo dicendo: “Cosa se lo fosse?”. Se ciò è Scritturale, allora ciò suona molto vicino a questo! Non pensate voi che lo sia?

 

386 Guardate. Dunque, guardate: la pietra della vetta non fu interpretata. Vedete? “Vai ad Ovest, e ritorna”. Oppure, è forse questo, sono forse questi sette Angeli che vennero a me in questa costellazione?

 

387 Quando io vi incontrerò nel Giorno della risurrezione, voi vedrete che io non mento. Dio è il mio Giudice.

 

388 Oppure, è questo quel secondo culmine di cui parlai l'altro giorno? È questo qualcosa che si sta facendo avanti per la Chiesa? Io non lo so! Io potrei stare su questo un pochino, però voglio andare oltre.

 

389 Potrebbe ciò essere quello, cioè, quel Tuono potente del settimo Angelo, nelle sette costellazioni, cioè nei sette punti della costellazione, i quali formavano una piramide; tre da un lato, e uno in cima, ed essi irruppero dall'Eternità? Potrebbe ciò esserlo?

 

390 È questo il mistero dei Tuoni che riporterà la Pietra della Vetta? Sapete, la piramide non venne mai completata. La Pietra della Vetta deve ancora venire! Essa è stata rigettata. Potrebbe essere quello, fratelli, sorelle?

 

391 Oppure ciò è questa Terza Tirata di cui Egli mi parlò tre o quattro anni fa?

 

392 Nella Prima Tirata, vi ricordate cosa accadde? Io cercai di spiegarla. Egli disse: “Non fare quello!”.

 

393 Nella Seconda Tirata, Egli disse: “Non cercare di...”. Ed io tirai in ogni caso! Ve lo ricordate? Tutti voi lo ricordate; ciò è nel nastro. Vedete?

 

394 E poi Egli disse: “Ora c'è la Terza Tirata che sta per venire, ma non cercare di spiegarla!”. Vedete come io ho trattato Questo questa sera? Io non lo so! Però io mi sento obbligato alla mia Chiesa, a dirle qualcosa. Voi tirate la vostra propria conclusione!

 

395 Ora, sarà questo il mistero che aprirà la via che porterà Cristo, porterà la Potenza alla Chiesa?

 

396 Vedete, noi crediamo già nel pentimento, essendo battezzati nel Nome di Gesù Cristo. Noi crediamo nel ricevere lo Spirito Santo. Noi abbiamo segni, prodigi, miracoli, parlare in lingue, e le cose che aveva la Chiesa primitiva. E, francamente, proprio qui ne sono state fatte più di quanto ne sono scritte nel Libro degli Atti; in questo piccolo gruppo di persone, in questo nostro piccolo ministero qui. E, che ne è riguardo a quello attorno al mondo? Più di quanto è scritto nel Libro degli Atti! Dello stesso genere: il risuscitare dei morti,... Ricordatevi, ci furono solo circa tre persone che risuscitarono dalla morte tramite Gesù Cristo; e noi ne abbiamo registrati, registrati dai dottori, cinque!

 

397 Vedete: Le opere che faccio Io... Voi ne farete di più di queste. Lo so che la King James dice “più grandi”; però tu non puoi fare niente di più grande. Ne puoi fare “di più”. Egli allora era in “una” sola Persona, ma ora Egli è nell'intera Chiesa! Vedete? Voi farete più di questo, poiché Io vado al Padre Mio.

 

398 Se questo è la Terza Tirata, allora c'è un grande ministero che giace avanti. Io non lo so! Io non posso dirlo. Io non lo so.

 

399 Osservate: La Terza Tirata. Fermiamoci un momentino su quello. Nella visione, nel primo volo erano dei piccoli uccelli-messaggeri: quello avvenne quando noi iniziammo. Ciò crebbe dal prendere una persona semplicemente per mano.

 

400 E, vi ricordate quello che Egli mi disse? “Se tu sarai sincero, avverrà che tu conoscerai perfino il segreto del loro cuore”. Quanti si ricordano quando ciò venne annunciato da qui e attraverso le nazioni? [La congregazione dice: “Amen”.—n.d.t.] È ciò accaduto? [“Amen”.] Esattamente!

 Poi disse: “Non temere, Io sarò con te”. Vedete? E ciò continua ad andare avanti.

 

401 Ora, la Prima Tirata furono dei piccoli uccellini, quei voli. Essi andarono avanti per adempiere il loro tempo, per adempiere la venuta del Signore, il primo Messaggio.

 

402 Il Secondo Tempo, furono i segreti del cuore. Dal prendere le persone per mano, e stare semplicemente là e dire quello che essi avevano, al Tempo Seguente, che fu di rivelare i loro peccati e dire loro quello che dovevano fare per... È Ciò esatto? Dunque quello si adempì perfettamente come lo disse Dio; e voi ne siete testimoni, come lo è pure il mondo, ed anche la Chiesa.

 

403 Quando io dissi: “Io ho visto un Angelo, ed Esso era Fuoco smeraldo che bruciava”, la gente rise e disse: “Billy, cerca di ritornare in te!”. Il magico occhio scientifico della macchina fotografica Lo riprese. Io non stavo mentendo! Io stavo dicendo la Verità. Dio lo ha confermato.

 

404 Io dissi: “Essa è adombrata di tenebre; essa è morte. Questa è nera, e questa è bianca. Una è vita, e l'altra è morte”. Eccola lì nella foto là dietro!

 

405 Come disse George J. Lacy: “L'occhio meccanico di questa macchina fotografica non riprende la psicologia”. Mi state seguendo? [La congregazione dice: “Amen”—n.d.t.]

 

406 Notate, il primo piccolo volo: la mano. Il secondo fu più grande, colombe più bianche: Lo Spirito Santo che rivela i segreti del cuore. e il terzo volo erano angeli! Non uccelli; angeli! E quello è il tempo della fine. Quello è il tutto di questo.

 Sarà questo il tempo, fratelli? È questo il tempo?

 

407 Ora, ascoltate molto attentamente, e non interpretate male questo! Io voglio chiedervi qualcosa.

 

408 Ritorniamo indietro, per solo un momento. La Chiesa sa che ciò è la verità. Il mondo scientifico sa che ciò è la verità. E ci sono persone sedute qui questa sera, e molti di quelli sono ancora in vita, che stavano qui al fiume quando quella Voce parlò là fuori, e disse: “Come Giovanni fu mandato avanti, con il Messaggio della Prima Venuta, così questo è il secondo Messaggio, della Seconda Venuta”. Ve lo ricordate? e se esso è finito?

 

409 Cosa fece Giovanni? Giovanni fu colui che disse: Ecco lì l'Agnello di Dio, che toglie via il peccato del mondo. quello è lui!

 È quell'ora arrivata, fratelli miei? Io non dico che lo sia. Io non lo so; ma io lo sto chiedendo a voi. Io voglio che voi pensiate. O sarà questo il tempo quando ci sarà di nuovo: “Ecco l'Agnello di Dio”?

 

410 O sarà il tempo di Malachia 4, per riportare i cuori dei figli indietro alla Fede dei nostri padri? Farà ciò un tale boato tanto da fare simili cose potenti a tal punto che esso aggiusterà la Chiesa, visto che essa è scivolata e non può comprendere i misteri di Dio, e via dicendo; e che quando essi vedranno quel potente boato che spazzerà via tutto, ciò volgerà i loro cuori indietro ai padri, come disse la Bibbia che esso avrebbe fatto? O è esso il Messaggio che è già passato, e che avrebbe dovuto fare questo? Io non lo so!

 

411 Signori, è questo il segno del tempo della fine, o è esso il segno che quello è passato? Esso a me sembra molto Scritturale. Io non lo so! Ci furono quegli Angeli. Ci fu un boato, come un tuono, che scosse tutta la terra. Dio sa che dico la verità.

 

412 Ricordate semplicemente questo: Qualcosa si sta preparando per accadere, ed io non so che cosa essa sia. Ma, potrebbe ciò essere questo? La ragione per la quale io dico questo, e che voi prepariate voi stessi.

 Preghiamo.

 Pregare come? Prendendo la nostra posizione nell'esercito dei Suoi credenti, e preparando noi stessi, poiché potrebbe essere più tardi di quanto noi pensiamo!

 

413 Voi mi conoscete, ed io non vi ho ancora detto una menzogna, per quanto io sappia. E come Samuele disse a loro: Vi ho io mai detto qualcosa nel Nome del Signore che non si sia adempiuta? Ora io dico a voi: io ora non so ciò che questo sia; io non posso dire ciò che questo è. Io non lo so! Però io voglio dirvi la verità: io sono spaventato! Come vostro fratello, io sono stato spaventato sin da Sabato scorso.

 

414 Esso potrebbe essere il tempo della fine. Esso potrebbe essere il tempo quando gli arcobaleni scorreranno attraverso il cielo, e dai cieli viene un annuncio che dice: Il tempo non è più! Se lo è, allora prepariamo noi stessi, amici, per incontrare il nostro Dio!

 Ora c'è abbastanza Cibo a disposizione; facciamo uso di Esso. Facciamo uso di Esso ora. E in quanto a me da questa pedana, io grido a Dio: “Signore Gesù, sii misericordioso verso di me!”. Io ho cercato di vivere come meglio sapevo. Io ho cercato di portare il Messaggio nel miglior modo che potevo, dalla Parola di Dio. Dio conosce il mio cuore.

 

415 Ma quando quella costellazione di Angeli colpì quella terra, io fui paralizzato. Io perfino non sentivo niente per molto tempo! Anche dopo molto tempo io cercai di camminare attraverso la stanza, e perfino nella mia spina dorsale, e su-e-giù al mio collo, ero perfettamente paralizzato, come se non sentissi niente. Io non sentivo le mie mani. Io rimasi sbalordito per tutto il giorno! Io andai semplicemente in camera e mi sedetti giù.

 

416 Domenica io venni giù qui per parlare, e cercai di scuotere me stesso da ciò tramite il parlare; Lunedì esso era di nuovo lì. E ciò è qui ora.

 

417 Io non so; io non lo so, signori! Io sono solo onesto con voi come miei fratelli; io non lo so! È questo il tempo? È il mistero tutto finito? Ha già suonato dappertutto? Stanno veramente quei Sette Tuoni preparandosi a dire qualcosa così che il piccolo gruppo il quale è radunato assieme riceverà la Fede Rapitrice per andare nel Rapimento quando Egli viene? Poiché noi verremo mutati altrettanto velocemente come vennero quegli Angeli: in un momento, in un batter d'occhio, e verremo portati su assieme a coloro che stanno dormendo, per incontrare il Signore nell'aria.

 

418 La mia preghiera è: Dio, se questo è così, io non lo so, Signore; io lo sto semplicemente dicendo alla Chiesa. Se è così, Signore, prepara i nostri cuori. Facci essere pronti, Signore, poiché quella è la grande ora; in tutto il tempo della storia, tutti i profeti e i saggi hanno guardato per quel tempo. Signore, io non so cosa dire, ed avrei paura a dire: “Non venire, Signore”. Io mi vergogno di me stesso, quando guardo e vedo il mondo nella condizione in cui esso è. Io ho fatto niente di più di ciò che ho fatto per esso; io mi vergogno di me stesso! Se c'è un domani, Signore, ungi il mio cuore; ungimi ancora di più, Padre, così che io possa fare ogni cosa che posso, per portare altri a Te. Io sono Tuo!

 

419 Io mi sento come Isaia, quel giorno nel tempio, quando egli vide gli Angeli che volavano avanti e indietro, con le loro ali sopra le loro facce e sopra i loro piedi, e volavano dicendo: Santo, Santo, Santo. Oh, come fu scosso quel giovane profeta! Egli cominciò a maturare un pochino. E quando egli vide ciò, benché egli avesse visto delle visioni, egli gridò: Ahi, lasso me!

 

420 Padre, forse io provai qualcosa del genere, quando vidi quegli Angeli l'altra notte, anzi, l'altra mattina: Ahi, lasso me! Poiché io sono un uomo di labbra impure, e dimoro tra un popolo impuro. Padre, purificami!

 

421 Ed eccomi qui, manda me, Signore! Qualsiasi cosa sia. Io sto dietro a questo pulpito dove sono stato per trenta anni. Signore, se c'è qualcosa che Tu vuoi che io faccia, eccomi qui. Io sono pronto, Signore! Ma ti prego umilmente: fa' che io trovi grazia agli occhi Tuoi.

 

422 Io prego per il piccolo Gregge, sul quale lo Spirito Santo mi ha fatto sorvegliante, per nutrirli. Ed io ho fatto tutto quello che sapevo fare, Signore, per nutrirli col Pane della Vita. E come in quella visione di molti anni fa, dove c'era quella grande cortina che si trovava nell'Ovest, ed era una montagna di Pane della Vita. Essa è nel piccolo libro: Io Non Fui Disubbidiente Alla Celeste Visione. Ed ecco che essa è tutta qui che si adempie, rivelata dritta davanti a noi.

 

423 Tu sei Dio, e non c’è nessun altro fuori di Te. Ricevici, Signore! Perdonaci dei nostri peccati. Io mi sto pentendo di tutta la mia incredulità, di tutta la mia iniquità. Io supplico sull'altare di Dio.

 

424 Mentre io vengo questa sera, assieme a questa piccola Chiesa che è davanti a me, per fede noi ci spostiamo da questo edificio al Rapimento, “mentre noi siediamo insieme nei luoghi Celesti”, attorno al Trono di Dio. I nostri cuori sono stati scaldati molte volte, tramite le cose che noi abbiamo visto fare a Te e mentre dispieghi a noi i Tuoi Misteri. Però, Signore, questa sera io sono tutto spossato. Ahi, lasso me!

 

425 Come Giacobbe, quando egli vide quegli Angeli che venivano giù per la scala e tornavano indietro, egli disse: Questo è un luogo tremendo, niente altro che la Casa di Dio. Lì Bethel venne stabilita.

 

426 Dio, questo la gente non lo comprende! Essi pensano che ciò sia soltanto gioia. Però, Signore, che spossatezza, che cosa tremenda per un essere umano venire nella Presenza di un grande e potente Essere del Cielo!

 

427 Io prego per il perdono della mia piccola Chiesa qui, la quale Tu mi hai mandato giù a dirigere e guidare. Benedicili, Signore! Io ho fatto secondo quanto hanno detto le visioni i sogni e le cose, secondo la mia migliore conoscenza. Io ho messo dentro per loro tutto il Cibo, come meglio ho potuto, Signore. Qualsiasi cosa essa sia, Signore, noi siamo Tuoi. Noi mettiamo noi stessi nelle Tue mani, Signore. Sii misericordioso con noi! Perdonaci, e fa' che siamo i Tuoi testimoni, fintanto che siamo sulla terra. Poi, quando la vita sarà passata, ricevici su nel Tuo Regno. Chiediamo questo nel Nome di Gesù. Amen.

 

428 Che ciascuno di voi purifichi tutto il suo cuore. Mettete da parte ogni cosa, ogni peso; teneteli fuori dalla vostra via. Non permettete che qualcosa vi abbia a turbare. Non abbiate paura; non c'è niente di cui aver paura. Se è Gesù che sta venendo, esso è un momento per cui l'intero mondo ha bramato e gridato. Se ciò è qualcosa che sta venendo ora, per una nuova venuta, una nuova venuta di un nuovo dono, o qualcosa; ciò sarà meraviglioso.

 Se sta venendo il tempo in cui la rivelazione dei Sette Tuoni sarà rivelata alla Chiesa, come deve andarsene; io non lo so! Io ho solo dichiarato ciò che ho visto.

 

429 Oh, mamma, che tempo! Questo è un pensare serio e solenne. E se è arrivato il tempo per andarmene, io sono Tuo, Signore, io sono Tuo. Quando Tu avrai finito, vieni, Signore Gesù.

 

430 Ovunque ciò possa essere, o in qualsiasi tempo esso possa essere, io sono Suo. Io non dico che desidero dipartirmi, no. Io ho una famiglia da crescere; io ho il Vangelo da predicare; però ciò è secondo la Sua volontà, non la mia. Quella è la Sua volontà. Io non lo so!

 

431 Io vi sto solo dichiarando ciò che questo è. E ciò che è, Dio lo farà adempiere. Però io vi ho detto ciò che ho visto e ciò che accadde. Ciò che esso significa, io non lo so. Ma, signori, potrebbe questa essere la fine?

 

432 Le sei persone che hanno avuto quei sogni, sono ora presenti. Non è ciò strano che non sono state “sette”? Non è molto strano che “sei” guidarono dritto su, e poi immediatamente irruppe quella visione? Le persone sono qui. Uno era il fratello Jackson qui; l'altro era il fratello Parnell; l'altra era la sorella Collins; l'altra era la sorella Steffy; l'altro era il fratello Roberson; e l'altro era il fratello Beeler. E il Padre Celeste sa che non ce n'era nemmeno uno in più che apparteneva a questo. E alla fine di quel settimo, il quale l'ebbe la sorella Steffy, immediatamente, la visione irruppe.

 Vedete? Vedete perché io sto partendo? Vedete perché io devo andare? Io devo farlo.

 

433 E, amici, non guardate a me! Io sono vostro fratello. Non prestate alcuna attenzione a me, poiché io sono semplicemente un mortale! Io dovrò morire come chiunque altro. Non date ascolto a me, ma date ascolto a quello che io ho detto. Quello che io ho detto è il Messaggio.

 Non prestate attenzione al messaggero; tenete d'occhio il Messaggio! Tenete i vostri occhi non sul messaggero, ma sul Messaggio, su ciò che Esso dice. Quello è la Cosa a cui guardare! E la mia preghiera è: Che Dio ci aiuti!

 

434 Ora, io non volevo venire per dirvi questo; però io a voi non voglio nascondere niente!

 

435 Ora, per quanto io sappia... Lasciate che vi dica questo: per quanto io sappia, io partirò nei prossimi due o tre giorni, Mercoledì mattina, per Tucson. Io non sto andando a Tucson per predicare; io non sto andando là per predicare. Io sto andando a Tucson per sistemare la mia famiglia a scuola, e poi divenire un errante.

 

436 Andrò su a Phoenix, per tenere quella piccola serie di riunioni, nelle quali probabilmente ci saranno solo dei piccoli Messaggi intorno...

 

437 E poi io non so; forse penso che essi vorranno che io predichi nel convegno per una sera. Essi non hanno mai detto niente a riguardo; essi hanno semplicemente detto che io sarò là. Vedete, quello a me non suona molto bene.

 

438 Io ho una Parola col così dice il signore, pure per il fratello Shakarian. Io non so quello che egli farà a riguardo, però io ho una Parola da dire a lui. Io non so quello che egli farà; ma quello è affare suo. Avete notato l'ultimo numero di Voce? Si suppone che essa non sia una organizzazione, però essi hanno dichiarato il loro credo! Se è un'organizzazione, allora io me ne esco. Io sono fuori da una tale cosa.

 

439 Ora, presumibilmente il fratello Arganbright e il fratello Role, un diplomatico da Washington che ha servito sotto sette Presidenti, devono andare in Africa. Il fratello Role, io, e il fratello Arganbright andremo presto in Africa per alcune riunioni; giù in Sud Africa e in Tanzania, assieme al fratello Boze, e giù da quelle parti; e probabilmente su attraverso l'Australia, e tornare indietro così per quella via, se il Signore non fa qualcosa di diverso. Ma prima che vado, io sarò di nuovo qui.

 

440 Poi, quando io ritornerò da lì, se Dio non mi ha parlato in qualche altro modo, io prenderò la famiglia e andrò su attorno ad Anchorage, in Alaska. Questo è Sud-Ovest, quello sarebbe a Nord-Ovest. Ed allora, lasciate che io stia là per tutta l'estate, poiché in quel periodo giù a Tucson è così caldo tanto che esso ti brucia via la pelle. Io non penso che essi riusciranno a resistere a ciò; essi saranno così pieni di nostalgia e spaesati! [Il fratello Branham dice questo della sua famiglia—n.d.t.] Noi non stiamo vendendo il posto; esso rimane proprio là con la mobilia nella casa. Io non so cosa fare!

 

441 Poi, quando l'estate sarà finita, se piace al Signore, io voglio lasciare l'Alaska, e venire giù attorno a Denver, nel Centro-Ovest. Sud-Ovest, Nord-Ovest, Centro-Ovest, gridando: “O Signore, cosa vuoi Tu che io faccia?”.

 

442 Nel frattempo, per quanto io sappia, ogni Messaggio che verrà predicato sarà proprio qui, in questo tabernacolo. Questo è il posto dove saranno i nastri; questo è il posto dove è il quartier generale.

 

443 Or io non intendo stare con la mia famiglia nell'Ovest. Io andrò in cerca fino a che non trovo quello che Dio vuole che io faccia.

 

444 Se in questo anno la cosa non si sistema, allora il prossimo anno, senza acqua né cibo, andrò fuori nel deserto, e aspetterò fino a che Egli non mi chiama. Io non posso andare avanti in questo modo! Tu devi arrivare al punto della disperazione. Tu devi arrivare al punto dove tu vuoi conoscere quale è la Volontà di Dio; e come puoi tu fare la Volontà se non conosci la Volontà?

 

445 Io sto andando in cerca di ciò a motivo di quello che voi avete fatto nel retroscena di quella visione. Vedete, vado attorno come missionario ed evangelista, fino a che viene quella chiamata.

 Vi ricordate “il primo”, quando mettemmo giù quella pietra d'angolo? Egli disse: “Fai l'opera di un evangelista”. Egli non disse: “Tu sei un evangelista”. Ma, fai “l'opera” di un evangelista. Forse, fino a che non giunge il tempo per qualcos'altro, ci sarà un altro mutamento di opera. Esso potrebbe essere qualcosa di differente. Io non lo so!

 

446 Amate voi Lui? [La congregazione dice: “Amen!”—n.d.t.] Siate veramente sicuri di questo! Siate veramente sicuri di questo. Siate di quelli che amano il Signore!

Quelli che aspettano il Signore,

Rinnovano la loro forza.

Essi si alzano su con ali come un'aquila,

Essi corrono e non si stancano,

Camminano e non si affaticano.

Oh, insegnami, Signore, insegnami Signore ad aspettare!

 Io amo Lui, e so che Lo amate pure voi.

 

447 Ora, domani sera... Io penso di avere reso questo molto chiaro. È così? [La congregazione dice: “Amen”.—n.d.t.] L'ho reso il più chiaro che potevo. Quello è tutto ciò che io so. Quello è tutto ciò che io so dire. E se qualcosa mi viene rivelata, io ve la dirò subito. Lo so che voi siete interessati a saperlo. Pure io sono interessato a saperlo! Io non so ciò che questo significhi; io non so dove sto andando; io non so quello che accadrà. Io sono semplicemente... L'unica cosa che io so è che semplicemente sto partendo, per la grazia di Dio. Forse Egli me lo dirà quando io arriverò là. Però ora la mia parte è quella di “andare”. E potrebbe anche darsi che io starò là per solo due settimane, e poi andrò da qualche altra parte, e forse potrei essere di nuovo qui. Proprio così. Io non lo so!

 

448 Però io in quella visione avevo mia moglie e i miei figli, lì dentro. E la cosa chiara di essa era che io ero in un carro coperto; e nello stesso momento in cui io andai là dentro, ecco che ero nella mia station wagon. E quello è il modo in cui ce ne andremo tra un paio di giorni. Non sappiamo dove stiamo andando. Non sappiamo quello che faremo quando arriveremo là. Stiamo semplicemente partendo!

 

449 Dio è strano con noi, poiché le Sue vie non sono facili da capire. Egli vuole obbedienza!

   “Dove sto andando?”.

 “Quello non è affare tuo, continua semplicemente a camminare”.

 “Cosa vuoi Tu che io faccia, Signore?”.

 

450 “Quello non è affare tuo, tu segui Me. Continua semplicemente a camminare”.

 “Dove mi dovrò fermare?”.

 “Che t'importa a te? Continua semplicemente a camminare”.

 Così ecco che vado, nel Nome di Gesù Cristo. Amen.

Io Lo amo - Io Lo amo

Poich'Egli per primo mi amò

Alla croce del Calvario

La salvezza Ei mi acquistò.

Io Lo amo - ...(Egli è la mia vita!)

Io Lo amo - (Egli è tutto quello per cui ho vissuto!)

Poich'Egli per primo mi amò

Alla croce del Calvario

La salvezza Ei mi acquistò.

 

451 Signori, è questo il tempo? [Il fratello Branham continua a canticchiare: Io Lo amo.—n.d.t.] E mentre lo cantiamo di nuovo, dai la mano a qualcuno e digli: “Fratello, sorella, prega per me, e io prego per te”.

 

452 Prega per me, fratello Neville. [Il fratello Neville dice: “Lo farò, fratello. E tu prega per me, fratello. Grazie”.]

   Io Lo amo - ...

(Alziamo le nostre mani a Lui!)

   Io Lo amo - ...(Amore vero)

   Poich'Egli per primo mi amò

   Alla croce del Calvario

   La salvezza Ei mi acquistò.

   Sì, io Lo amo -...(Con tutto il mio cuore!)

 

454 Continua tu, fratello Neville. Io vado via. Annuncia il tempo per la riunione. [Il fratello Neville continua a cantare assieme alla congregazione Io Lo Amo, e poi chiude il servizio—n.d.t.]

Io Lo amo

Poich'Egli per primo mi amò

Alla croce del Calvario

La salvezza Ei mi acquistò.

 

FINE

 

 

CONTINUA