predicatore: W.M. Branham; traduttore: Mariano GuagliardoIL CONFLITTO TRA DIO E SATANA

 

- Messaggio predicato dal profeta  William Marrion Branham.

- Data: 31 Maggio, 1962.

- Luogo: Clarksville, IN. U.S.A.

- Tradotto dal pastore Mariano Guagliardo.

- Tradotto nell’anno 1994.

Clicca per la versione in PDF

 

 

1 Ascoltando questi meravigliosi cantici, ascoltando la chiesa che li canta, e pensando ai vecchi tempi, e guardando e vedendo volti che io non ho visto da lungo tempo, a riguardo c'è proprio qualcosa che è reale; ritornare in chiesa. Non pensate che sia così? Bene.

 

2 Poco fa io stavo guardando a un vecchio amico che non ho visto... Oh, il solo fargli segno con la mano...! Io credo che siano passati anni da quando ero in sua compagnia; il ragazzo Jim Poole! Quando ero ragazzo di solito io andavo in giro insieme a loro, ed ora... Tempo fa egli venne giù a casa mia, la prima volta che egli veniva a casa mia da quando eravamo...beh, sin da quando sono sposato. E la signora Woods qui lo invitò a venire giù ad ascoltare noi che predichiamo. Egli disse: “Beh, di solito ero sempre io ad ascoltare lui”. E noi di solito camminavamo insieme, andavamo a caccia, e via dicendo, e noi...egli non...egli non parlava molto, sapete. Parlavo sempre io! Io gli dissi: “Perché non dici qualcosa?”. Egli disse: “Come faccio? Io ho sempre da apprendere!”.

 

3 Per cui sembra che ciò sia stato così con me, cioè prendermi tutto il tempo, parlando molto, senza concludere alcunché. Ma io sono felice che oggi il mio modo di parlare è cambiato rispetto a quei giorni; ora parlo del Signore! Io proprio Lo amo.

 

4 Io stavo parlando col fratello Ruddel ed egli mi diceva che...(grazie fratello Temple)...io stavo parlando col fratello Ruddel ed... Egli venne giù alcuni giorni fa e, parlando con me, mi disse di tre sogni che egli aveva sognato. Ed io ne ricordo due ma ho dimenticato quell'altro. Io stavo cercando di dire a lui di che cosa si trattava. Si trattava di me e di uno specchio nel quale cercavo di riflettermi, dicendo: “Vedi come Dio si riflette, proprio come noi ci riflettiamo in uno specchio”. Esso era proprio buono.

 

5 Fratello Creech, è tua figlia questa che suona il piano? Io non sapevo se quella fosse Patty o no. Dov'è Patty? Come...? Oh, mamma! Mi ricordo che quando essi abitavano giù qui, beh, proprio dove essi vivono ora, ella era proprio come questa piccolina seduta qui.

 E Maria Jois suppongo che sia sposata? Jim era là un momento fa. Suo nipote stava là ed ecco qui che entrava mio nipote; io dissi: “Noi potremmo prenderci un bastone da passeggio e sederci giù. Non pensi che sia così?”. [Questa frase è detta con tono come dire: stiamo diventando vecchi; e il fratello Branham sorride—N.d.T.]

 

6 Ma proprio oltre il fiume, cioè a quel grande luogo, è dove noi guardiamo. E non è perché io sto diventando vecchio che penso a questo; io cominciai a parlare di questo proprio quando ero piccolo, un giovanotto, proprio nel fiore della vita. Io credevo che da qualche parte c'era un Paese. Noi stiamo andando in quella direzione. Io di questo ne sono contento!

 

7 Sapete, molto di quello che dico non conclude niente, specialmente quando tu stai semplicemente conversando. Ma molte volte io prendo su qualcosa qui nelle Scritture, e a volte il Signore mi dà qualcosa; e quando io afferro qualcosa che è veramente reale, ciò proprio mi stimola a morte. Io proprio... Oh, ciò mi fa proprio molto bene! Lo so, tutti ci sentiamo in quel modo, il fratello Neville, voi, e i fratelli qui, il fratello Junior, e tutti voi; tu ti senti allo stesso modo quando ricevi qualcosa che il Signore ti dà e tu vedi che essa è proprio reale.

 

8 E l'altra sera mentre stavo predicando, credo che fosse al Tabernacolo, io colpii qualcosa che mi ha fatto molto più bene di qualsiasi altra cosa che io abbia mai pensato sin da quando sono convertito. Ed essa era... Io potrei ripeterla di nuovo, se ciò va bene. Io so dove...voi sapete dove voglio arrivare. Ma essa era quella “evidenza della salvezza”, vedete? Ciò proprio mi colpì ed io lo dissi. Io andai a casa, entrai nella mia camera, e cominciai a camminare su-e-giù per il pavimento. Sapete, io lì dentro stavo proprio avendo un buon tempo con me stesso, pensando semplicemente a questo.

 

9 E questo è ciò di cui si trattava; io potrei passarlo a voi per un momento. Io stavo parlando circa: “Noi siamo possessori di tutte le cose”. Ogni cosa è nostra. Sapete, loro dicono che noi siamo un mucchio di matti; eppure, dopo tutto, tutto appartiene a noi. E noi potremmo... Vedete, quella è la ragione per la quale noi agiamo un po' strani. Noi siamo eredi di tutte le cose, vedete?

 

10 Ed io stavo pensando su... Noi possediamo amore, gioia, coraggio; noi possediamo fede, autocontrollo, gentilezza, pazienza, mansuetudine. Tu questo non puoi comperarlo con nessun tipo di moneta. Non importa... Non c'è una... “Vai giù a comperarmi un quarto di pazienza”, vedete? Non puoi proprio farlo! Eppure Dio ce la dà. Noi la possediamo; essa è nostra proprietà. E poi: “Comperaci un po' di fede”. Noi daremmo volentieri tutto ciò che abbiamo, per un po' di fede, vedete. Ma essa ci viene donata! Ed ogni cosa è gratis, e viene dal Signore. Non è ciò meraviglioso?

 

11 Poi io pensai a questo: Israele, i figli di Dio, quando erano schiavi, in schiavitù giù in Egitto. Ora, quella era l'eredità di Dio, proprio come noi lo siamo oggi. Ed allora... Forse portavano loro qualcosa da mangiare, un mucchio di pane ammuffito, glielo buttavano là fuori, e chi lo prendeva lo prendeva. Se volevano ammazzarne uno, lo ammazzavano come si ammazza un cane, o qualsiasi altra cosa. Ed essi bramavano essere liberati da lì. Essi erano stati lì dentro per quattrocento anni.

 

12 Poi un giorno, camminando in modo grave, un profeta venne fuori dal deserto, con una Luce che lo seguiva. Ed egli disse loro che c'era un Paese nel quale scorreva latte e miele, e che Dio l'aveva dato a loro. Ed egli fece segni e meraviglie per mostrare loro che egli non era un falso, qualcosa di falso; ma egli era realmente commissionato da Dio per portare quella gente in quel Paese.

 

13 Ora, pensate a questo: se quei guardiani di schiavi volevano uccidere uno dei loro figli, essi semplicemente lo facevano. Non si poteva dire niente. Venivano a prendere la tua giovane figlia per rovinarla, ebbene, non si poteva dire niente. Tu dovevi solo startene fermo là e lasciarla andare, vedi. Il tuo ragazzo non lavorava bene e per questo essi volevano ucciderlo, essi lo uccidevano, tutto qui; e non si poteva dire niente.

 

14 Ma ora veniva loro detto che essi stavano per venire fuori da questa schiavitù e che stavano per andare in un Paese nel quale scorreva latte e miele, e che essi potevano avere la loro propria fattoria. Essi potevano coltivare le loro cose, nutrire i loro figli, mandarli a scuola, vivere in pace. E questo grande Paese apparteneva a loro! Sapete, quella era una grande promessa. Pensate a cosa ciò significava.

 Ebbene, questo profeta fece tra di loro così tanti miracoli fintanto che essi videro che egli era veramente un uomo mandato da Dio.

 

15 Ebbene, essi uscirono, andarono nel deserto. E quando arrivarono su a Kadesh-Barnea... Ora, in quel giorno Kadesh-Barnea era il luogo del giudizio, per il mondo. Kadesh-Barnea era un luogo dove c'era una grande sorgente, e molte piccole sorgenti erano piccoli affluenti a questa sorgente.

 

16 Ebbene, là tra di loro essi avevano un uomo, un grande guerriero, di nome Giosuè. Giosuè significa: Geova-Salvatore. E Giosuè andò su nella terra promessa.

 Ora, ricordatevi: nessuno di loro era mai stato là. Essi non sapevano se il Paese era o non era veramente là. Essi andarono semplicemente per fede, appoggiandosi su ciò che era stato loro detto, cioè: che Dio aveva un luogo per loro. Ed essi stavano andando in quel luogo semplicemente per fede.

 Ora, pensate a questo: lasciarono l'Egitto, e Dio li portò fuori; ed ora essi si stavano avvicinando a quel Paese.

 

17 E quando essi si avvicinarono al Paese, Giosuè andò avanti nel Paese e portò indietro l'evidenza.

 Attraversò il Giordano, andò su nella Palestina, portò indietro l'evidenza: grandi grappoli di uva tanto che ci volevano due uomini per portarli. Ed essi poterono mangiare quell'uva. Ed egli disse: “Il Paese è proprio esattamente come Dio ha detto che era”. Oh, quella in cui ora essi stavano andando sì che era libertà! Essi potevano avere le loro proprie fattorie, allevare i loro figliuoli, avere le benedizioni di Dio su di loro, e vivere in pace. Essi non erano più schiavi di nessuno. Come...!

 

18 Ma, infine, dopo che essi avevano vissuto una buona e lunga vita, essi infine dovevano morire, nonostante fossero figli di Dio. Ciò andò avanti anno dopo anno; coltivavano i loro raccolti, avevano le loro famiglie, una buona vita pacifica, e poi morivano.

 

19 Poi un giorno venne giù il più grande Guerriero di tutti: il Signore Gesù, il Figlio di Dio. Ed Egli disse: “C'è un Paese dove l'uomo non muore. Nella casa di mio Padre ci sono molte dimore. Se non fosse così, Io ve lo avrei detto. Io vado a preparare un posto, poi ritorno per prendervi”.

 Ora, Egli è il Profeta che viene parlando di un Paese che è proprio al di là dal Fiume Giordano-morte, ove quella... Anche se voi avete le vostre fattorie, avete le vostre famiglie, siete benedetti da Dio; ciononostante dovete morire! Eppure c'è un Paese oltre a ciò, ove voi non morirete. Oh, mamma!

 

20 Poi Egli venne a Kadesh-Barnea, al Calvario, di nuovo al luogo del giudizio, ove la penale del peccato, ciò che causava all'uomo la morte, venne pagata nel giudizio, alla Sua Kadesh-Barnea.

 Egli pagò la penale del peccato, morì, attraversò il Giordano della morte, e risuscitò il terzo giorno.

 

21 Ritornò e disse: “Toccatemi. Uno spirito non ha carne e ossa come Me. Avete qualcosa da mangiare?”. Egli mangiò pesce e pane. Ed Egli fu con loro per quaranta giorni, provando, come fece Giosuè, che il Paese era là. Egli era l'evidenza di quel Paese là!

 Ora, Egli disse: “Tutti coloro che credono questo... Andate in tutto il mondo, predicate il Vangelo ad ogni creatura. Colui che crede e viene battezzato, sarà salvato. Colui che non crede sarà dannato”.

 

22 Poi, nel Giorno della Pentecoste, Egli mandò la caparra di questo luogo, la certezza, la evidenza che questo Paese è reale.

 Proprio come Giosuè portò indietro la evidenza, così Gesù portò la evidenza dello Spirito Santo.

 

23 Ora noi riconosciamo noi stessi morti. Nel battesimo noi siamo stati seppelliti con Lui, nella Sua morte, e noi risuscitammo con Lui nella risurrezione. Ed ora noi siamo già dentro. Non “noi lo saremo”; noi siamo già risuscitati. Oh, mamma! Noi siamo ora. Non “lo saremo”; noi siamo ora, questa sera, seduti nei luoghi Celesti. Come? In Cristo Gesù.

 Non “noi lo saremo in qualche altro tempo”; noi siamo ora. La chiesa non realizza chi essi sono! Noi lo siamo ora, proprio in questo momento! Come? In Cristo Gesù, radunati insieme in Lui, già risuscitati dai morti. Le nostre anime sono immortali.

 

24 Ora, fermiamoci solo un momento. Qui una volta noi usavamo mentire, rubare, imbrogliare, litigare, maledire, ed ogni altra cosa. Poi noi confessammo tutto quel peccato. Poi fummo seppelliti con Lui nel battesimo e risuscitammo con Lui.

 Or quando noi veniamo su: “Ravvedetevi, e ciascuno di voi sia battezzato nel Nome di Gesù Cristo per la remissione dei vostri peccati, e voi riceverete l'evidenza”; l'evidenza di questo buon Paese. Ed allora quello Spirito che viene su di noi ci eleva al di sopra di quel mentire, rubare, e tutta quella roba che facevamo per l'addietro. Ed ora noi siamo risuscitati con Lui, seduti ora con Lui su qui in luoghi Celesti. Le nostre anime sono assolutamente già...

 

25 Ebbene, William Branham è morto da circa trent'anni! Io divenni una nuova creatura. Quel vecchio uomo morì. Io guardo al passato, e parlando questo pomeriggio con quel mio vecchio amico, egli disse: “Ti ricordi quando solevamo fare così-e-così? Ti ricordi quando quella notte buttammo in acqua quel ragazzo che russava?”.

 Io dissi: “Sì. Io quello non lo farei di nuovo”.

 “Ti ricordi quella volta quando stavamo infilando quell'ago in quella rana, ed essa faceva `grurr', in questo modo?”.

 “Sì”, dissi io, “io me lo ricordo, ed anche tutte quelle cose che abbiamo fatto”.

 

26 Io pensai: “Sai, ciò avvenne quando io ero...ciò avvenne quando io ero...ciò avvenne quando io ero morto, vedi? Ma ora io sono vivo! Oh, io quello non lo faccio più!”.

 Ora noi siamo seduti nei luoghi Celesti in Cristo Gesù. Ed ora noi abbiamo la caparra della nostra salvezza, la prima rata. La cosa costa diecimila dollari, ed Egli ci dà i primi mille, vedete. Questa è la prima decima della nostra caparra, poiché noi siamo già risuscitati dal peccato e dall'incredulità e portati su nella risurrezione con Cristo, ed ora siamo seduti insieme nei luoghi Celesti con quella evidenza, come quella che portò Giosuè.

 Il Paese è lì, e noi siamo su quella strada. Non più morte. Non si può più morire.

 

27 Se qualche volta essi ti diranno: “Il fratello Branham è morto”, tu non crederci. Perché? Il fratello Branham non può morire, vedi? Proprio così. Io non posso morire, poiché sono già morto!

 Ora, William Branham morì molto tempo fa, circa trent'anni fa, o meglio, circa trentadue anni fa. Io predico già da circa trentadue anni, per cui egli deve essere morto prima di questo. Ma ora questa è una nuova creatura.

 

28 Russel Creech, una nuova creatura; egli non è più quel piccolo ragazzo che di solito gironzolava attorno giù lì, sotto a Cordon. Orman Neville non è più quel piccolo ragazzo che era di solito. E il fratello Ruddell non è più quel piccolo ragazzo che era di solito, voi li conoscete. E il fratello Jackson, e tutti questi altri, essi non sono più com'erano. E tutti voi fratelli e sorelle; noi non siamo più quelle persone che eravamo di solito. Noi siamo nuove creature; nuove creazioni. Voi non avete da preoccuparvi a riguardo; noi siamo giù su qui! Guardate a dove eravamo, e guardate a dove siamo ora. Nuove creazioni in Cristo Gesù. Oh, mamma! Sai, Russell, mi sento quasi di cantare quel cantico che ho sentito da sempre; io penso a te e alla sorella Creech.

Io prendo il volo, O gloria!

Io prendo il vol.

Al mattino...

 Sissignore. Vi ricordate quando solevamo cantare quello?

 

Quando muoio, alleluia, più e più

Io prendo il vol.

Quello mi piace.

 

29 E visto che noi cominciamo a diventare vecchi, e i capelli diventano grigi, le spalle cadenti; questo per noi significa proprio qualcosa, vedete. Poiché, un ragazzo guarda avanti: chi sposerà? Chi sarà ad istruire i suoi figli? Quando tutto ciò è passato, allora è quasi finita, vedete. Allora tu cominci a vedere il tramonto del sole. Però, fratelli, pensate: non c'è niente di più di ciò che abbiamo. Noi abbiamo amore, noi abbiamo gioia, noi abbiamo pace, noi abbiamo Vita, noi abbiamo... Noi possediamo la morte! Proprio così. La Bibbia dice che noi la possediamo. Noi possediamo la morte; essa appartiene a noi. Noi non apparteniamo ad essa; essa appartiene a noi!

 Direte: “Cosa farai tu con la morte?”.

 Proprio come disse Paolo; quando essa viene a bussare alla porta, le dico: “Sei venuta a scortarmi mentre attraverso il fiume?”.

 

30 Uno scrittore una volta disse: “Dio attaccò la morte ad un carro. L'unica cosa che essa può fare è di tirarti nella Presenza di Dio”. Questo è tutto. Non puoi morire. Essa, la morte, è attaccata ad un carro, e l'unica cosa che essa può fare è di portarti dritto su nella Presenza di Dio. Essa è semplicemente una “mascotte” che viene a tirarti e farti attraversare il fiume. Questo è tutto ciò che essa è. Per cui non c'è più niente che possa preoccuparci.

 

31 Paolo disse, quando la morte si sarebbe precipitata giù e sarebbe arrivato per lui il tempo, egli disse: “Oh, morte, dov'è il tuo pungiglione?”.

 Essa disse: “Bene, io ti porterò fuori, alla tomba”.

 Egli disse: “Dunque, tomba, dov'è la tua vittoria? Io possiedo pure te!”. Poi egli si voltò e disse: “Sia ringraziato Iddio che ci dà la vittoria attraverso il nostro Signore Gesù Cristo”. Dunque noi ce l'abbiamo, fratello Temple. Tutto qui. Tutto è passato.

 

32 Ebbene, la sorella Snelling soleva cantare un vecchio cantico. Io non credo che qualcuno di voi ricordi la sorella Snelling. L'altro giorno io sono stato alla sua tomba. Lei di solito cantava un piccolo cantico di giubileo Pentecostale, che diceva:

Andiamo avanti! Andiamo avanti!

Parliamo della buona e vecchia Via

Andiamo avanti! Andiamo avanti!

Parliamo del Signor.

L'avete mai sentito questo?

Mi sento molto meglio

Parlando della buona e vecchia Via

Mi sento molto meglio - Io parlo del Signor.

 

33 Ecco cos'è. Benissimo, parliamo ora a Lui un momento in una parola di preghiera, prima che iniziamo a leggere la Sua Parola.

 

34 Mentre abbiamo i nostri capi chini e i nostri occhi chiusi, e le sollecitudini della giornata ora vengono messe da parte; noi siamo radunati nel Suo Nome e nella Sua Presenza. C'è qui qualcuno che ha qualcosa che vorrebbe fosse ricordata davanti a Dio? Alza semplicemente la mano, e con ciò vuoi dire: “Dio, ricordati di me!”.

 

35 Nostro Padre Celeste, il Dio infinito, il Quale sapeva prima ancora che il mondo fosse formato, che noi saremmo stati qui questa sera; Tu hai visto quelle mani. Tu sai ciò che c'è dietro a ciascuna di esse, ciò che c'è giù in quel cuore sul quale è stata alzata quella mano. Io prego per loro, Padre, che Tu voglia rispondere secondo le Tue grandi ricchezze in Gloria e la Tua Potenza.

 

36 Noi Ti ringraziamo per questa Chiesa, per il suo pastore, per i suoi responsabili, i suoi amministratori, diaconi, tutti i membri, e per tutte quelle anime preziose che stanno soggiornando giù qui a Clarksville; pellegrini, stranieri, i quali non appartengono più al mondo. Essi hanno lasciato ogni cosa del mondo, vendettero tutto quello che avevano, e comprarono questa grande Perla di gran prezzo: il Signore Gesù, il Quale dà a noi Vita Eterna. Noi Ti ringraziamo per Essa, Signore.

 

37 Grazie per queste anime preziose; ed io prego per ciascuno e per tutti. Io penso al fratello Jackson, e come egli si è affaticato, provato, sforzato, cercando di nutrire le pecore, e di fare un luogo per l'adunanza ove i pellegrini possono radunarsi, tenendoli insieme, aspettando la venuta del Signore; lui, sua moglie a la famiglia. Questa sera, seduto qui dietro a me c'è il fratello Ruddel; anche lui sta tenendo loro insieme, il piccolo gruppo che soggiorna su alla 62. [62 è il numero della strada—N.d.T.] Il fratello Neville, e il gruppo che soggiorna su al Tabernacolo. E gli altri, Signore, che sono presenti, che forse sono qui da altri posti. Noi stiamo guardando per la venuta del Signore!

 

38 Perdonaci, Signore, mentre siamo ora radunati insieme. Noi veniamo nel Nome di Gesù, sapendo che Tu hai promesso che ci ascolti per qualsiasi cosa noi avremmo chiesto nel Suo Nome, ed essa ci sarebbe stata concessa.

 

39 Ed ora questa sera noi apriamo la Bibbia per entrare in una piccola lezione. Ora noi non siamo qui per essere visti o per essere ascoltati semplicemente come uomini. Le persone non sono sedute in questa sala solo per dire: “Beh, questa sera io sono stato in chiesa”. Noi stiamo aspettando una visita da Te, Signore. Noi la stiamo aspettando. “Coloro che aspettano il Signore rinnovano la loro forza”. E noi Ti chiediamo che spezzi per noi il Pane della Vita. Possa lo Spirito Santo prendere queste poche Parole e piantarle profondamente nel cuore. Signore, rinforza coloro che sono deboli, e dai gioia a coloro che sono forti, coraggio a coloro che sono senza coraggio, salute a coloro che sono ammalati, salvezza a coloro che sono perduti; e noi inchiniamo i nostri capi e diamo lode a Te. Noi chiediamo questo e affidiamo noi stessi alla Parola, nel Nome di Gesù. Amen.

 

40 Mi piacerebbe essere ricordato da questa Chiesa mentre ora, la settimana prossima, inizieremo un viaggio attraverso due nazioni, per predicare il Vangelo. Pregate per noi, mentre noi andiamo a predicare. E se avete degli amici lì attorno (voi conoscete l'itinerario) che possono venire alle riunioni, noi saremo felici di averli nella riunione.

 

41 Noi pregheremo per tutti voi qui, per il vostro pastore e gli altri, affinché tengano ora i fuochi di casa accesi fino a che noi ritorneremo. Se Gesù viene prima che noi ritorniamo, noi vi incontreremo in quel Mattino. Se noi abbiamo qualche altro motivo diverso da quello, che Dio ci perdoni!

 

42 Ora questa sera noi vogliamo andare qui nella Bibbia, per sole alcune Parole, che si trovano nel Libro di Giosuè, 24. Io voglio leggere dalla Sua Parola i versi 14 e 15. Ascoltate attentamente la Sua Parola. Giosuè 24:14 e 15:

 Ora dunque temete l'Eterno e servitelo in sincerità e in verità; e togliete via gli dèi che i vostri padri servirono al di là dal diluvio e in Egitto, e servite l'Eterno.

 E se vi pare cattiva cosa servire l'Eterno, scegliete oggi chi volete servire;

o gli dèi che i vostri padri servirono al di là dal diluvio, o gli dèi degli Amorei, nel cui Paese voi abitate; ma quanto a me e alla casa mia, noi serviremo l'Eterno.

 Che il Signore benedica la lettura della Sua Scrittura.

 

43 Io ho qui alcuni appunti dai quali mi piacerebbe parlare un pochino; e questa sera io voglio prendere un testo e chiamarlo: Il Conflitto; Il Conflitto Tra Dio E Satana.

 Ed ora, per insegnare questo proprio come in una lezione di scuola Domenicale, io ho qui davanti diverse Scritture.

 

44 In Eden, Dio conosceva il Suo nemico e tutti gli attacchi del Suo nemico. Ora, Dio è il Dio infinito; ed il Dio infinito è la perfezione delle perfezioni. Egli conosceva tutte le cose ancora prima che esse fossero. E, perciò, se questo Dio infinito avesse guardato avanti, e lo fece, e visto la fine sin dal principio, e sapendo che Egli avrebbe avuto figli su questa terra, i Suoi Propri figli benedetti, non credi tu che Egli avrebbe provveduto per loro il meglio che Egli avrebbe potuto provvedere?

 

45 Non faresti tu questa sera, per i tuoi piccoli e indifesi figliuoli, i quali non sanno difendersi da se stessi; non ti daresti da fare, e lavoreresti, e faresti ogni cosa che puoi, o che sei in grado di fare, per dare a quei figliuoli il meglio che tu possa provvedere? Questo perché sei un padre, un genitore. E se questo è il...come potrei dire: la lealtà, e il pensiero di un genitore terreno (e l'essere genitore ebbe origine in Dio, poiché Egli fu il primo genitore), non pensi tu che Dio, sapendo ciò che Satana sarebbe stato, ciò che Satana avrebbe fatto; non avrebbe Egli dato ai Suoi figli e provveduto per loro la miglior cosa che poteva essere provveduta per loro, per...?

 Sapendo quale sarebbe stato l'attacco del nemico, Dio fortificò i Suoi figli. Vedi?

 

46 Prendiamo la guerra, quando un generale esce per affrontare un altro generale in guerra. Questo generale, se egli è un vero e fedele cittadino della nazione che rappresenta, cosa che certamente è per essere un generale, per prima cosa egli studia gli attacchi del suo nemico. Egli sa quello che lui sta per fare, come agirà; questo perché egli è andato di là ed ha spiato.

 

47 Noi abbiamo spie da ogni parte, voi lo sapete. Ci sono spie americane in Inghilterra; ci sono spie americane in Francia; ci sono spie americane... E ci sono spie tedesche qui; e ci sono... Non importa quanto amici siamo, noi abbiamo ancora spie. E noi stiamo spiando qualche tipo di arma nucleare. Poi noi la troviamo; la portiamo nella nostra nazione. Poi, cosa fanno? Essi si preparano. Quando poi scoppia la guerra, essi sanno come attaccare il loro nemico.

 

48 E se noi sapessimo che Dio sapeva che sarebbe venuto questo grande combattimento tra il bene e il male, e che Egli sapeva ciò che il nemico avrebbe fatto... Egli sapeva proprio esattamente come equipaggiare il Suo popolo. Così, se prestiamo attenzione, vediamo che la prima cosa con la quale Dio equipaggiò i Suoi figli fu... Essendo infinito, Egli sapeva ciò che ci voleva per sconfiggere Satana in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo, in qualsiasi parte, sotto qualsiasi condizione. Ora, Egli non avrebbe detto: “Io darò loro qualcosa qui, e poi, alcuni anni dopo, Io studierò qualcosa di migliore da dare a loro. E poi, alcuni anni dopo,...”.

 

49 Come noi, nell'esercito, che avevamo il vecchio arco e freccia, e il martello di pietra, e poi il seguente era un... Dopo l'arco e freccia venne il moschetto, e dopo il moschetto venne lo Springfield [Springfield è il nome di un tipo di fucile mitragliatore—N.d.T.], ed ora le armi atomiche ed altro. Vedete, noi continuiamo ad avanzare; però Dio, al principio, dette ai Suoi figli l'arma atomica, poiché Egli è il Dio infinito.

 

50 Ora, vedendo che ci sarebbe stato un conflitto, e che ci sarebbe stata una battaglia, Dio equipaggiò i Suoi figli con il giusto tipo di armamento, il giusto tipo di attacco; il giusto tipo di ogni cosa di cui essi avevano bisogno per spazzar via il nemico dall'Eden fino al rapimento. Che cosa era? La Parola! La Parola. Ecco cosa è che sconfigge Satana: la Parola. Essa lo sconfigge da ogni parte, in ogni luogo.

 Ora, perché vogliamo noi un sostituto, qualcos'altro, quando abbiamo già ricevuto la miglior cosa che esiste, cioè, la Parola?

 

51 E noi vediamo che Gesù qui sulla terra — semplicemente per provarci che Questa è il miglior armamento, quando Satana venne per combattere faccia a faccia con Gesù — Egli non stese mai la Sua Potenza per legare le sue mani; Egli semplicemente prese la stessa arma che Dio dette nel giardino dell'Eden, la Sua Parola, e disse: “Sta scritto. Sta scritto”. E con Essa Egli buttò lui fuori dal ring. Proprio così; poiché Essa è il meglio di Dio.

 

52 E, guardate per chi Essa è. Essa non è semplicemente per uno o due in una chiesa; Essa è per ciascuno di noi! Ogni credente ha il diritto di prendere questa Parola e combattere il nemico ovunque tu lo incontri. Ovunque incontri il nemico, questa Parola è ciò che tu devi usare. E Gesù, quando Egli venne, lo ha provato.

 Così Egli equipaggiò i Suoi figli con la Sua Parola, per la loro protezione contro al nemico.

 

53 Quando il combattimento infuria, e si è in ordine di battaglia, allora c'è solo una cosa che un vero soldato, un vero soldato Cristiano, può usare, e cioè: “Così Dice Il Signore”. Egli esce per affrontare il nemico con la certezza che niente... “Mille cadranno alla tua destra e diecimila alla sinistra, ma a te non si accosterà”. Ricorda solamente che Dio fece questa dichiarazione e la dette ai Suoi figli, ed Essa è ancora il meglio che ci sia.

 

54 Quando Satana, in Eden, venne la prima volta con questi attacchi, per attaccare la persona, sapendo che i figli di Dio erano fortificati con questa Parola, Satana attaccò la Parola! Vedete? Egli non attaccò mai la persona; egli attaccò per prima la Parola.

 Guardate a ciò che quel furbo serpente fa oggi. La prima cosa che egli ti mette addosso non è: “Beh, quella non è una brava persona”. Ma: “Quella è una brava persona”. Ma l'unica cosa che egli cerca di fare è di indurli a negare quella Parola, non curandosi di quanto buona sia la persona. Quella è proprio l'unica cosa che egli vuole fare: indurti a negare quella Parola.

 

55 Così, dunque, Satana, per poter attaccare la Parola nel giardino dell'Eden, egli doveva servirsi di qualcosa che all'essere umano apparisse migliore della Parola, vedete? Egli doveva avere qualcosa che all'essere umano apparisse migliore della Parola. E, sai tu cosa egli usò? Ragionamento! Proprio ciò che noi diremmo “buon senso”. Così quello è ciò che egli usò; ed egli ebbe successo! Così quello è ciò che egli ha sempre usato.

 

56 Però Dio non può dare niente altro eccetto che la Sua Parola, poiché Quella è ciò che Egli scelse per primo; e quando Dio fa una decisione essa deve rimanere sempre in quel modo.

 

57 E così Satana prese il “ragionamento”, e coi ragionamenti attaccò la Parola e spinse Eva fuori dal Sentiero. Proprio così; tramite “ragionamenti”, ragionamenti umani.

 

58 Ora, l'unico modo col quale egli poteva indurre lei a non credere la Parola di Dio, era che esso doveva essere attraente. E Satana sa come rendere il ragionamento attrattivo. Esso deve attirarti. E il peccato è molto attraente. E c'è solo un peccato, ed esso è “incredulità”.

 Così esso è veramente attraente. Satana rende il peccato così attraente per te!

 

59 Fermiamoci qui per alcuni minuti. Io ho spesso pensato, come giovane uomo e leggendo circa le diverse nazioni e il morale del Paese, ed ho sentito diverse persone che mi hanno detto riguardo...specialmente giù in Francia, giù in quel posto chiamato Pig Alley, di come le persone erano così immorali; ebbene, io pensai che se mai fossi andato là dentro, io sarei andato a vedere quelle persone giù lì: donne reprobe che vengono fuori, con una tale apparenza da vecchie streghe, e volgari, sapete. E la prima sera, io ed altri tre ministri, andammo giù alla Pig Alley. Fratello, che sorpresa avemmo! Ora, Satana in questo è molto scaltro. Egli non produrrà mai una cosa simile. Ma lì c'erano alcune delle più belle ragazze che io abbia mai visto in vita mia! attraenti! Certamente, il peccato è desiderabile ed attrattivo.

 

60 Satana non ha un uncino biforcuto, e una coda a punta, e cose simili. Egli non è quel vecchio John Barleycorn [personificazione del whisky, della birra—N.d.T.] con addosso un mantello e le orecchie che gli pendono giù; egli è astuto, attraente.

 Il peccato non è rude, come tu pensi che sia; esso è molto attrattivo. Perciò noi dobbiamo tenerlo d'occhio molto attentamente! Noi arriveremo a questo tra un momento; io ho pensato a qualcos'altro.

 

61 Così, oh, come Satana lo fa apparire così reale! Esso per loro è attraente. Ma, se solo essi fossero rimasti fortificati con la Parola, avessero lasciato la Parola quale loro fortezza, allora, vedete, essi sarebbero stati fortificati. Essi sarebbero stati dietro la Parola. La Parola sarebbe stata davanti a loro, sempre il: “così dice il signore, così dice il signore, così dice il signore”; a dritta e a manca; “così dice il signore”.

 

62 Come quegli Angeli giù di là quel giorno, quando Isaia li incontrò nel Tempio. Egli pensava che stesse andando avanti abbastanza bene; era un bravo predicatore e al re piaceva molto. Ma un giorno il re gli venne tolto via, ed egli si inginocchiò all'altare e cadde in una visione, e vide Angeli, con le ali sopra le loro facce e sui loro piedi, e con due ali volavano, cantando: “Santo, Santo, Santo, Signore Iddio Onnipotente”. Vedete, in qualsiasi direzione essi andassero.

 

63 Ezechiele vide il quadro della visione. [Dal modo di parlare, si capisce che il fratello Branham sta illustrando con segni ciò che sta dicendo—N.d.T.] Lo Spirito di Dio si muoveva in questa direzione, ed Esso aveva la faccia di un bue; in questa direzione Esso aveva la faccia di un leone; e in ogni direzione Esso andasse, Esso aveva una faccia. In qualsiasi direzione Esso andasse, Esso era fortificato. Con la Parola di Dio non c'è via di scampo. Fortificati tutt'attorno, da ogni parte: “così dice il signore, così dice il signore”.

 

64 Nel tuo camminare, nel tuo parlare, nella tua occupazione, coi tuoi compagni, e con ogni altra cosa; metti la Parola di Dio davanti. Diciamo: “Io credo che questa sera ci andrò, e questa piccola festa da ballo di certo non farà male a nessuno”. Puoi tu portare con te il: “così dice il signore?”. Vedi?

 

65 “Io credo che se riesco a concludere questo piccolo affare, ciò... Oh, esso è solo un pochino losco!”. Ma puoi tu dire con esso: “così dice il signore?”. Vedi? Metti sempre prima Lui, tieniti fortificato, poiché Egli è la nostra fortezza.

 

66 Ciò è strano, ma, lo sai tu che prima che tu ignori...onde poter credere la menzogna del diavolo, tu devi prima ignorare e rinnegare la Verità di Dio, prima che tu possa credere alla menzogna del diavolo? Hai mai pensato a questo? Tu devi per prima rinnegare la Verità, prima che tu possa credere ad una menzogna. Esatto, devi rinnegarLa.

 

67 Eva si tolse da dietro ad Essa e perse la battaglia! Non appena Eva... Satana stava là fuori, sparando al suo bersaglio. Ella disse: “Ma il Signore disse...”. Ed allora egli sparò di nuovo. Ella disse: “Ma il Signore disse...”. Così allora egli sparò da un'altra direzione. “Ma il Signore disse...”.

 

68 Ma Satana si alzò da là dietro, e disse: “Ma, aspetta un momento. Se il Signore disse quello, lascia che io ti dica solo qualcosa. Vedi, tu non sei saggia come Dio; tu non distingui il bene dal male! Ma se... Ascolta: non ameresti tu essere saggia come Dio?”.

 

69 Ebbene, Eva disse: “Sì, io—io credo che lo vorrei”. Forse disse qualcosa del genere. “Io credo che mi piacerebbe proprio conoscere tutta la saggezza di Dio. Mi piacerebbe conoscere ciò che è sbagliato e ciò che è giusto. Questo io non lo so”.

 “Ebbene, lascia che ti dica...”.

 Ora, ella disse: “Ma—ma il Signore disse...”.

 “Oh, ma va! Tu sai che Egli è un Dio buono. Egli quello non lo farebbe”. Vedete? Proprio lì ella fece un foro dal quale egli poteva spararle. Proprio lì ella fece la fermata sbagliata, proprio lì, tramite il fermarsi un pochino.

 

70 Lasciate ora che a voi Cristiani io qui vi dica qualcosa. non fermarti mai un solo secondo per il diavolo! non fermarti a ragionare la parola! Quando tu ti fermi per ragionarLa, il diavolo viene dritto dentro. Tu non puoi ragionare Dio. Tu non puoi comprendere Dio. Tu devi soltanto credere Dio, vedi? Io non posso spiegare Dio; nessuno può farlo. Ci sono molte cose che io non posso spiegare. Ma l'unica cosa che faccio è che semplicemente La credo, poiché Egli ha detto così.

 Ora, non c'è nessuno di noi che può spiegarLa. non cercare di spiegarla!

 

71 Non metterti con questi increduli che dicono: “Beh, ora, guarda, ho sentito il tuo pastore Junior che là fuori ha pregato per gli ammalati. Ora, voi laggiù siete tutti matti; non esiste una simile cosa quale la guarigione Divina”.

 Digli: “Va bene, allora vuol dire che essa non è per te, poiché tu sei un incredulo”, e vai semplicemente oltre, vedi. Essa è solo per i credenti, vedi. Non...

 “Beh, voi tutti dite che avete lo Spirito Santo; non esiste una simile cosa quale lo Spirito Santo”.

 Digli: “Allora vuol dire che Esso non è per te; Esso è per me”, e vai oltre, vedi? Vedi, non cercare di ragionarLo. Esso non ha da essere ragionato. Tu semplicemente Lo credi.

 

72 Tu non ragioni niente, poiché, ricordati: l'unico modo col quale tu puoi accettare Dio è per fede. Non tramite ragionamenti, non tramite comprensione, non coll'essere capace di spiegare. Tu non spieghi niente; tu credi Qualcosa.

 Non quello che tu senti. Gesù non disse mai: “Lo senti tu?”. Egli disse: “Lo credi tu?”. Proprio così. Tu semplicemente credi quello che Dio dice.

 

73 Io non posso spiegarti com'è che...come può un... Il più grande miracolo di cui io possa pensare, è un uomo che... Prendi per esempio un maiale, e dì a quel maiale: “Lo sai tu che non sei più un maiale? Tu sei un agnello!”. Ed egli diventa un agnello. Vedi, ciò sarebbe duro da credere. Ebbene, quella è la stessa cosa che accade quando tu ti converti da un peccatore ad un Cristiano.

 

74 Vedi, Essa cambia le tue opinioni. Essa cambia la tua volontà. Essa cambia ogni cosa che c'è in te; ed Essa ti porta in un'altra Vita e ti dà un altro Spirito, il quale produce un'altra testimonianza, vedi? Allora la tua vecchia vita deve morire, ed una nuova deve nascere di nuovo. Ed allora, vedi, tu non sei più affatto quella creatura che eri. Questo avviene quando tu vieni dietro al Sangue, fortificato con la Parola, non cercando di spiegare niente, ma semplicemente La credi, e vai avanti!

 

75 “Signore, io credo! Salvatore, eleva la mia fede in Te fino a che essa può muovere una montagna!”, vedi? “Signore, io credo, poiché tutti i miei dubbi sono stati sepolti nella Fonte”.

 

76 Cosa se fossero venuti i dottori ed avessero chiesto ad Abrahamo, dicendo: “Abrahamo, tu hai cento anni! Tua moglie ne ha novanta. Come farai tu ad avere un bambino?”.

 

77 Ora Abrahamo avrebbe detto: “Beh, ora, lasciate che ve lo dica; avviene in questo modo. Vedete, verrà il tempo che noi berremo una certa cosa, ed è questa cosa che farà questo; e questo tipo di cambiamento sarà...”.

 Abrahamo non sapeva spiegarselo! Abrahamo avrà detto qualcosa come: “io non lo so! Io non ne so di più di quanto ne sapete voi! L'unica cosa su cui mi appoggio è che Egli disse che noi lo avremo, ed io lo sto aspettando!”. Disse: “Sissignore, questo è tutto”.

 PrendiLa semplicemente, crediLa. Dio disse così e ciò sistema l'intera cosa; perché Dio l'ha detto.

 

78 Ora, noi vediamo Eva che perde la battaglia; ella si tolse da dietro la Parola, venne su fin sul bordo della trincea, e disse: “Non dirmi così! È ciò vero?”. Proprio lì ella perse.

 “Beh, sai, noi non insegniamo quello nella nostra chiesa”.

 “Noi crediamo che ciò che Egli disse qui...”.

 “Sì, ma, ascolta cara, tu lo sai molto bene. Il tuo buon senso ti direbbe che ciò non è giusto. Ebbene, ho sentito quelle persone che gridano, e gridano. Per che cosa essi gridano?”. Vedete? “Ora, il tuo stesso buon senso ti farebbe vedere che essi sono semplicemente esaltati. Vedi, essi sono emotivi!”. Se tu ti fermi ad ascoltare ciò, tu hai perso la battaglia.

 

79 Se essi dicono: “Oh!, aspetta un momento ora; il tuo dottore ha detto che tu hai la TBC, ed essa è in stato avanzato. Per te non c'è alcun modo per superare quella TBC! Il dottore ha detto che non c'è più niente da fare”. Ora, il buon senso non dice questo? Beh, se tu ti appoggerai sul ragionamento, allora è meglio che ti prepari a morire. Ma se tu ti appoggi su ciò che il Signore ha dato, la Promessa, e La credi, Essa cambierà l'intero programma.

 

80 Ora, Essa può cambiare te allo stesso modo in cui giù di là Essa cambiò me, vedi? Io semplicemente La credetti. Io non so come Essa ha fatto, però divenni una nuova creatura! Io di solito...io scansavo la chiesa. Io... Quando facevo box, un ragazzo mi disse... Io stavo per combattere il mio quindicesimo combattimento professionistico, giù di là a Evansville, nell'Indiana, e Howard McClain... Molti di voi gente di New Albany lo conoscete. E noi stavamo camminando su lungo la strada. E Howard era peso welter ed io ero un peso bantan, ed io stavo combattendo con Billy Frick, di Hunnington, della Virginia occidentale. Avevo addosso un vestito blu in questo modo; in quei giorni avevo un po' di capelli. Ed io stavo camminando su lungo la strada. Circa alle tre avevamo mangiato e ci stavamo preparando per il combattimento della sera. Noi stavamo andando là dentro per riposarci e poi coprire le nostre mani.

 E Howard mi disse, egli disse: “Lo sai, Bill?”.

 Io dissi: “Cosa”.

 Disse: “Tu assomigli ad un piccolo predicatore Battista”.

 Or se egli mi avesse chiamato in qualsiasi altro modo, io non avrei mai... Io mi voltai, e dissi: “Ora, aspetta un momento, Howard. Ora tu hai riso quando hai detto quello”.

 

81 Egli era alto così, però io ero pronto a saltargli addosso! Io non volevo avere niente a che fare coi predicatori. Ed ora mi faceva il più grande complimento che avesse potuto farmi! Oh, quando ora qualcuno dice: “Fratello Branham, tu sembri un predicatore!”, io dico: “Lode a Dio!”. Vedete?

 

82 Che cosa è successo? Io sono morto! Ed io sono una nuova creatura! Come ho fatto a fare questo? Io presi la Sua Parola!

 “Fratello Branham, che tipo di medicina, che tipo di formula hai preso?”. Io non ho preso niente!

 “Come ha fatto Egli a farlo?”. Io non lo so!

 Ma, in ogni caso, io La credetti! Io non presi mai niente; io semplicemente La credetti, ed Egli mi tirò fuori da ciò che ero: da un peccatore a un Cristiano. Egli fece questo perché io presi la Sua Parola.

 Egli fa la stessa cosa per la malattia. Egli fa la stessa cosa per il battesimo dello Spirito Santo. Egli fa la stessa cosa per ogni promessa che Egli dà.

 

83 Ma, vedete, qual'era il mio soggetto? Il Conflitto. Il conflitto, cioè Satana che cerca di indurti a ragionare riguardo ad Essa. ma tu non devi farlo!

 Or dopo che tu divieni un Cristiano, allora tu sei fortificato tramite la Parola, e con ogni promessa che è nella Parola. Io non sapevo che avrei detto quello, vedete?

 

84 Tu sei... Quando tu divieni un Cristiano, tu vieni messo dietro alla Parola di Dio, vedi? Ora, ecco lì dov'è la tua fortezza, la tua sicurezza. Oh, mamma!

 Ogni promessa che è lì dentro è tua! L'unica cosa che tu hai da fare è semplicemente prenderLa, e andare dritto avanti con Essa.

 “Come fai tu a sapere che Essa funzionerà?”. Io non so come Essa funzionerà! “Spiegamelo!”. Io non lo so! L'unica cosa che so è che Dio diede ai Suoi figli il migliore attacco che essi potessero avere, e la miglior cosa con la quale attaccare, poiché Egli conosceva l'agire del nemico.

 

85 Ora, diagnostichiamo questo a fondo, come facciamo per esempio con la chimica del sangue, o la chimica dell'acqua, o qualsiasi altra cosa, vedete. Diagnostichiamo questo a fondo.

 Perché? Perché dette Egli la Parola? Perché (siete pronti?) la Parola è Eterna! Vedete? E se Dio ha fatto una promessa, essa è Eterna; e non c'è niente, da nessuna parte, che possa fermarla!

 

86 Essi possono mettere sottosopra ogni atomo, e farlo ritornare indietro, però non possono mai penetrare la Parola di Dio di una sola parola, vedete, poiché Gesù disse: “Sia il cielo che la terra passeranno, ma la Mia Parola non verrà mai meno”, vedete? Essa è la migliore arma che c'è. Essa è la Parola del Dio Eterno.

 

87 Ora: che cosa è la Parola di Dio? La Parola di Dio è Dio stesso! Così Dio dette al credente Se Stesso! Amen! Essa è Dio Stesso! Egli dette, al credente, Se Stesso, tramite il quale attaccare il nemico. In altre parole: Egli è il Padre, e la Parola è Dio. Dunque, la Parola è nostro Padre. Noi siamo nati dalla Parola, ed Egli sta in prima linea per i Suoi figli! Amen. Eccoti qui. Egli sta lì fuori per i Suoi figli. Di che cosa dobbiamo aver paura? Il rapimento è sicuro; la Sua venuta è sicura; ogni promessa che è stata promessa è nostra; tutto appartiene a noi.

 

88 Ora, se noi ci rilassiamo un pochino, Satana dice: “Vieni su da questa parte, io vorrei discutere questo con te”. Oh! oh! è allora che tu ti togli da dietro al Padre, vedi? Non fare mai ciò! Stai proprio dove sta tuo Padre; proprio lì dove puoi dire: “Così dice mio Padre”, vedi? “Così dice mio Padre, così dice mio Padre”. Essa lo sconfiggerà, sicuro com'è vero che esiste il mondo, certo. Ma quando tu ti togli da dietro a Quella, come fece Eva, allora la battaglia è persa.

 

89 Ora, povera Eva; ella ascoltò; ella perse il suo posto. Benissimo.

 Ed allora Dio scelse l'uomo per difendere il Suo Forte; e da allora in poi Egli lo ha sempre fatto. Ecco perché molte volte le persone, in questi ultimi giorni, a volte dicono: “Perché tu non pensi che la donna possa fare sul pulpito un'opera altrettanto buona quanto l'uomo?”. Io questo non lo discuto, affatto. Molte di loro a volte fanno molto meglio di quanto faccia io. Ma, vedete, noi dobbiamo prendere ciò che Dio fece, vedete? Proprio lì, Eva fu una che ruppe  le protezioni. E non fu Adamo a spezzare le protezioni. Nossignore. Ma siccome egli amava sua moglie, allora egli andò dritto fuori con lei, vedete. Così Dio scelse l'uomo per difendere il Forte.

 

90 Ora, dunque, la cosa successiva che noi vediamo, dopo che la battaglia fu persa, è che a loro venne il tempo della distruzione. La volta seguente ci fu un mutamento delle Dispensazioni. Da quel tempo in poi noi sappiamo come continuò la battaglia.

 

91 Noi sappiamo che Eva perse la battaglia perché ella si appoggiò sui suoi ragionamenti, anziché appoggiarsi sulla fede nella Parola di Dio. Ripetiamo questo: lei si appoggiò sui suoi propri ragionamenti, anziché avere fede nella Parola di Dio. Ella ragionò! Perciò lei infranse le prime linee e il nemico si precipitò dentro. Ed allora la morte colpì il mondo.

 Perciò ora Dio non si fidò più di nuovo delle donne perché difendessero quella prima linea, e l'affidò all'uomo.

 

92 Ed ora, nel successivo cambiamento di Dispensazione, il conflitto iniziò. Ed io sto guardando ad una Scrittura qui; credo proprio che inizierò a leggerLa. Per quanto tempo possiamo...? Continui tu proprio a predicare fino...? [Il fratello Branham si rivolge a qualcuno vicino a lui—N.d.T.] Ne avremo solo per circa ancora sei ore, o più, e poi finiremo. [Il fratello Branham dice questo come battuta, e la congregazione scoppia a ridere—N.d.T.] Io non ho detto quello sul serio! Io...

 Iniziamo su di qua, e voi leggete nelle vostre Bibbie. Leggiamo solo per alcuni minuti. Io proprio amo leggerLa man mano che andiamo avanti; e poi, Essa è sempre la Parola di Dio.

 

93 Iniziamo di nuovo al passaggio delle Dispensazioni, dalla Dispensazione Adamitica, fino alla Dispensazione di Noè. Ora, proprio prima che viene quel tempo, guardiamo semplicemente a ciò che accade. Iniziamo con il sesto capitolo della Genesi, e leggiamo solo pochi versi:

 Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla faccia della terra e nacquero loro delle figliuole,

 avvenne che i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle, e presero per loro mogli tutte quelle che essi scelsero.

 

94 Ora, compariamo semplicemente questo. Ora, ricordatevi, Gesù disse: “Come fu ai giorni di Noè, così sarà alla venuta del Figlio dell'uomo”. Ora, osservate, leggiamo questo ora attentamente, proprio come in una lezione di scuola domenicale, per solo un verso o due, poi andrò dritto avanti con alcune altre Scritture.

 Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla faccia della terra e nacquero loro delle figliuole, (uomini, vedete?)

 avvenne che i figli di Dio videro che le figlie degli uomini...(ora, avete notato quello?)...i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle, e presero per loro mogli tutte quelle che essi scelsero. (Tutte quelle che essi scelsero!)

 

95 Ora, la grande... Molti dei teologi... Io non voglio essere differente, io non intendo esserlo; ma molti di voi sanno che i teologi credono che quegli angeli scaduti che caddero tramite la menzogna di Lucifero, presero per se stessi delle mogli. Essi erano angeli scaduti; in pratica, figli di Dio che scaddero dalla grazia, vennero buttati fuori sulla terra, entrarono nella carne, e presero moglie.

 Io proprio non penso che ciò collimi con la Scrittura. Poiché, in primo luogo, prima che un angelo caduto possa farsi uomo, egli deve per prima essere un creatore. Ma c'è solo un Creatore, e quello è Dio. Così questo spazza via quella teoria.

 

96 Un'altra cosa: i figli di Dio presero le figlie degli uomini. E, lo sapevate che la Bibbia non accenna mai che gli angeli abbiano il sesso? Vedete, non c'è accenno che gli angeli abbiano il sesso. E non c'è alcun posto nella Bibbia ove dica di un angelo donna, poiché la donna è un sottoprodotto di un uomo, e tutte lo sono allo stesso modo; come Adamo che, all'inizio, era entrambi Adamo ed Eva, vedete? Ella fu presa dal suo fianco. Perciò questo squalifica il loro argomento, cioè che questi erano angeli scaduti.

 

97 Ma, se volete scusarmi, e non cercate di pensare che io stia qui cercando di mostrare che so tutto, io voglio solo dare il mio pensiero riguardo a questo.

 Io penso che questi figli di Dio erano i figli di Seth, i quali videro che le figlie dei Cananei, le Caine, erano belle. Poiché i figli di Seth vennero... Seth era figlio di Adamo, il quale era il figlio di Dio. Ma quelle erano figlie di Caino, il quale era il figlio di Satana.

 

98 Ora, notate che, proprio alla fine, prima di questa distruzione antidiluviana, essi si accorsero che le figlie dei Cananei era belle, carine, attraenti. Lo avete afferrato questo?

 Ora, Gesù disse: “Come fu ai giorni di Noè, così sarà alla venuta del Figliuol dell'uomo”. Donne attraenti! Che genere di donne? Cananee (vedete?), che prendono i figli di Dio. Vedete, figli di Dio che prendono le donne Cananee.

 

99 La bellezza delle donne è così estremamente incrementata in questi ultimi cinquanta anni, tanto che se prendete una foto di cinquanta anni fa e vedete com'era una donna attrattiva... L'altro giorno io stavo guardando in un libro di guerra, e come era Pearl White, circa cento anni fa, quando ella venne pugnalata da Scott Jackson, il suo amante; guardavo all'aspetto che aveva la donna. Ora, anche Mary Bonneville, e molte delle così dette donne attraenti di cinquanta o cento anni fa; se le paragonate alle donne di oggi, esse non possono stare nemmeno nella loro ombra! Certo che no.

 

100 Le donne sono diventate corpose, raffinate, femminili, più attraenti, e via dicendo; e, che cos'è questo?

 Esse si vestono in modo più attraente. Di solito le donne indossavano vestiti grandi, con camicie lunghe e maniche lunghe, e nascondevano i loro corpi perché non volevano che gli uomini le desiderassero; esse vivevano per un solo uomo, il quale le aveva scelte per essere moglie. Oggi le donne mettono se stesse in piccoli vestiti, e l'immoralità avanza con tale velocità tanto che essa va perfino al di là di quanto si possa pensare!

 

101 Fu così scioccante l'altro giorno, mentre ero lì a Chicago, quando io lessi quell'articolo: New York, Los Angeles, Birmingham, e molte delle grandi principali città, si sono messi insieme in questi club sociali a tal punto che, famiglia dopo famiglia nel vicinato, si sono unite a questo club. Ed essi vanno in un certo luogo di raduno, prendono le loro chiavi e le gettano in un cappello; la donna stende la mano, prende una chiave, e quello è suo marito fino a che si incontrano di nuovo. Queste sono le nostre donne americane!

 

102 Vedete, questo mostra nuovamente che al principio ciò ebbe inizio con le donne, tramite il sesso; e alla fine ciò finirà allo stesso modo.

 Ora, non è che Dio non abbia benedetto questo per una donna brava ed onesta. Leggete su in Isaia, quando Egli dice come quelle, le figlie di Sion, negli ultimi giorni scamperanno a tutte queste cose dannate che sono sulla terra.

 

103 Ora: “I figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle, e presero per loro mogli tutte quelle che essi scelsero”. Ora, questo è un grande segno del tempo della fine!

 Leggiamo un altro verso: “E il Signore disse: ‘Lo Spirito Mio non contenderà per sempre con l'uomo’”.

 

104 Immediatamente dopo che ebbe luogo questo, cioè sposarsi... Luca ci dice questo. Io ce l'ho scritto qui; credo che sia Luca 7:27, dove dice come...anzi, Luca 17:27, dice come “essi si sposavano e si davano in matrimonio, ai giorni di Noè”. Vedete come era questo? La stessa cosa! Gli uomini guardarono sull'attrazione... Figli di Dio, i quali dovevano difendere il Forte, guardarono alle figlie degli uomini; degli uomini! Come esse divennero così attraenti, belle, ed essi se le presero come mogli, ed essi si sposarono e si dettero in matrimonio. La stessa cosa che stanno facendo oggi, vedete?

 E il Signore disse: “Lo Spirito Mio non contenderà per sempre con l'uomo, poiché anche lui è carne; i suoi giorni saranno quindi centoventi anni”.

 Vi erano dei giganti sulla terra in quei giorni; ed anche dopo ciò, quando i figli di Dio entrarono nelle figlie degli uomini ed esse partorirono loro dei figli; e questi divennero quegli uomini potenti dei tempi antichi, uomini famosi!

 

105 Notate: queste donne Cananee, scaltre, non si sposarono con la stirpe di Caino ma con questi umili ragazzi contadini di Seth; e da lì vennero i giganti, e furono famosi! Noi vediamo che essi divennero grandi scienziati, grandi lavoratori di legno; gente grande, scaltra, istruita. Ed essi avevano una grande economia; ed essi vissero in una tale epoca scientifica tanto che costruirono delle piramidi che oggi noi non riusciamo a costruire! Essi costruirono la sfinge, e molte grandi figure che noi vediamo nelle rocce, in segni di quel tempo, che noi oggi non riusciamo a riprodurre. Poiché quella gente si appoggiò sulla loro conoscenza, essi divennero scienziati, e uomini scaltri, e uomini famosi!

 

106 Ma i figli di Dio che rimasero umili, stettero lontani da quelle cose e si appoggiarono su Dio, sapendo che alla fine essi avrebbero ereditato tutte le cose! Vedete?

 

107 Così oggi la gente dice che essi sono scaltri; che essi hanno tutto questo, e noi facciamo tutto questo, siamo molto più intelligenti di quanto lo eravamo prima; e così noi ci siamo allontanati da Dio più di quanto lo eravamo prima, vedete? Così tu allontani te stesso ancora di più!

 

108 Benissimo; io non voglio prendere altro tempo per leggere ancora più giù. Quando qualche volta ne avrete la possibilità, leggetelo fino in fondo; il sesto capitolo della Genesi, e vedrete come quelle cose sono accadute.

 Io penso di leggere solo ancora un piccolo passo; ho scritto qui che l'avrei letto; solo un verso o due, per mostrarvi il parallelo del tempo di Noè a questo tempo.

 

109 Ora noi vediamo che la gente si sposa e si dà in matrimonio. Noi vediamo la bellezza delle donne; che si sono tolte i loro vestiti per divenire attrattive per i figli di Dio.

 Ora, non voglio semplicemente mettere questa parte del Messaggio sulle donne; io sono grato di avere donne come quelle che sono qui, esse sono signore; e le giovani che sono ancora decenti e onorabili, che non indossano...

 

110 In media la donna oggi è ritornata nelle foglie di fico proprio come lo fu Eva; e le foglie di fico in pratica sono un sistema fatto dall'uomo: shorts, fumano, capelli tagliati, attraenti. Per che cosa esse lo fanno? Per piacere ai loro mariti? Se lo facessero per lui, allora egli non è un figlio di Dio; egli è un Cananeo! E, dunque, se egli è un figlio di Dio, egli ti dirà: “Lavati la faccia e mettiti addosso dei vestiti”, vedi? Esatto.

 

111 Ora, Dio, in questo tempo, scelse di mandare di nuovo la Sua Parola, per i Suoi figli; ed Egli scelse un profeta. E la Parola del Signore viene ai profeti. E Noè ed Enok, che figura meravigliosa!

 

112 Ed a volte... Molte volte le persone... Io notai che in alcune di quelle domande, alle quali non risposi, essi fecero quella domanda che diceva: “Fratello Branham, io non sono d'accordo con te”. Quel prezioso fratello che scrisse dei bei articoli e al quale sto per andare, il fratello... Com'è il nome di quel ragazzo su di là dove andremo a predicare in questa prossima riunione, su qui alla South Pine...ossia, alla Souther Pines? Parker, Thomas Parker. Egli disse: “C'è una cosa di cui io devo essere in disaccordo col fratello Branham”. Disse: “Egli crede che la Chiesa non andrà attraverso la tribolazione”. Disse: “Io credo che la Chiesa andrà attraverso la tribolazione per purificarsi”.

 

113 Cosa accadde dunque al Sangue di Gesù? Vedete? Non c'è alcun posto, né in qualche parabola, né in qualche Parola, che la Chiesa va attraverso la tribolazione. Essi... (Dovreste mettere quello su questi uomini che non sono calvi; essi non diventano rauchi così facilmente! [Il fratello Branham dice questa frase riferendosi forse a qualche ventilatore o condizionatore d'aria che era puntato su di lui. Questo si capisce dal modo in cui egli dice questa frase e dalla congregazione che all'udire questa frase si mette a ridere—N.d.T.])

 Non c'è alcun posto ove dica che la Chiesa va attraverso il periodo della tribolazione. Il Sangue di Cristo, e la piena applicazione del Sangue di Gesù Cristo, ci purifica da tutto il peccato; e di cosa noi dunque dovremmo essere purificati? Noi siamo purificati giornalmente! Nessuna tribolazione.

 Ascoltate, ascoltate ciò che disse Gesù in San Giovanni 5:24: “Colui che ode le Mie Parole e crede in Colui che Mi ha mandato ha Vita Eterna, e non verrà in giudizio, ma è passato dalla morte alla Vita!”. Amen.

 

114 Enok, il profeta... Noè è una figura dei Giudei, un rimanente, il servitore di Dio. Ma Enok, il grande profeta che profetizzò della venuta del Signore, fu trasferito, rapito, prima del diluvio. Noè fu portato attraverso il diluvio per preservare il seme sulla terra.

 

115 Ora, Dio mandò la Sua Parola tramite il Suo profeta Noè. E quando Noè ed Enok cominciarono a profetizzare... Ed allora, proprio prima che il diluvio colpisse, cosa accadde? Enok andò su, Noè andò attraverso il diluvio. Vedete? Enok venne trasferito. Il segno per Noè era di tener d'occhio Enok. Quando Enok sarebbe sparito, allora Noè sapeva che il diluvio era alle porte, poiché egli teneva il suo occhio su Enok.

 

116 Ora, Satana, in quel tempo, aveva messo su lo stesso sistema che egli mise su nel giardino dell'Eden: ragionamento contro la Parola di questi profeti; la stessa cosa!

 Ora, Satana mise su il suo sistema. Ora egli aveva più di una o due persone con cui trattare; egli aveva miliardi con cui trattare! Nel tempo antidiluviano c'erano probabilmente più persone di quante ce ne siano ora. Essi si erano moltiplicati su tutta la faccia della terra. A quel tempo c'era molta gente sulla terra, probabilmente molti di più di quanti ce ne siano ora.

 Ed ora, guardate: Satana, onde non mettersi su con una, con Eva, egli mise su un sistema. Che cos'era? “Il combattere la Parola di Dio che venne ai profeti”. Lo avete afferrato? Egli usa quella stessa vecchia tattica, ogni volta. Ma Dio sta con la Sua cosa: la Parola!

 

117 Ecco qui venire Noè, ed Enok, con il “così dice il Signore”; costruendo un'arca.

 Ora, notate: il sistema di Satana si rise del sistema di Dio. Ora, comparate quello con oggi: “Santi rotolanti”, ed altro ancora, vedete? Schernitori; dice la Bibbia.

 Essi si risero del sistema di Dio! Il sistema di Satana si rise del sistema di Dio! Essi pensavano che esso non potesse resistere alla loro propria scienza e ai loro ragionamenti.

 

118 Or essi dissero: “Quel vecchio su di là, sta costruendo una nave in cima alla collina, e dice che da lassù verrà dell'acqua! Ora, noi abbiamo i migliori scienziati del mondo. Or essi probabilmente hanno un radar che lanceranno sulla luna, o da qualche altra parte, e possono provare che su di là non c'è acqua! Ora, come può venire giù dell'acqua? Tu, vecchio, sei pazzo!”.

 “Però io ho il `così dice il Signore!'”.

 Egli andò avanti nella costruzione; stette lì nella porta dell'arca, predicando il Vangelo, e costruendo, e tenendo d'occhio Enok.

 Quando una sera egli entrò, gli dissero: “Lo hanno accettato giù di là?”.

 “No, essi mi hanno deriso. Mi hanno tirato uova marce, ed ogni altra cosa”.

 “Hanno fatto la stessa cosa su di qua; ma noi andiamo avanti!”. Vedete?

 “Oh, essi mi chiamano `santo rotolante', ed ogni altra cosa; ma non fa niente”.

 Essi si radunarono lì dentro per la riunione di preghiera, ed andarono avanti lo stesso, vedete. Proprio esattamente nel modo in cui ciò viene fatto oggi; poiché essi sapevano di essere fortificati, perché stavano dietro al “Così Dice Il Signore”.

 Ora, il comune ed ordinario ragionatore, direbbe: “Oh, quello è un nonsenso!”.

 

119 Una volta una donna disse... Una volta io ero... Questo ragazzo insegnava scuola domenicale nella Chiesa Battista, ed io una sera stavo predicando su di là. Ed io lo incontrai giù in città; io ero sulla mia bicicletta. Io ero giù in città e lo incontrai; egli era su una bicicletta. Egli si accostò al fianco della strada e disse: “Billy, l'altra sera sono venuto su per ascoltare te”, e disse, “ed io stavo godendo quello che tu stavi dicendo fino a che quella donna si mise a piangere, e via dicendo; e tutti quelli che dicevano `Amen!'”, e disse, “io quello proprio non lo sopporto!”, vedete? Egli disse: “Ciò mi faceva venire i brividi su tutta la schiena, al sentire quella gente che diceva `Amen!' proprio quando tu stavi dicendo qualcosa”.

 Io gli dissi: “Fratello, a me ciò non ha fatto quell'effetto”.

 Io dissi...egli disse... Io gli dissi: “Tu non credi nel dire `Amen!' e in quei piccoli gridi e cose che essi facevano?”.

 Disse: “Nooo, io a quello non ci credo!”.

 Io dissi: “Se mai tu andresti in Cielo, tu ti congeleresti!”.

 Io dissi: “Perché là... Se quello ti ha fatto venire i brividi su tutta la schiena, cosa ti accadrà allora quando gli angeli lì che stanno davanti a Dio, giorno e notte, gridano, `Santo, Santo, Santo, è il Signore Iddio Onnipotente. Santo, Santo, Santo'? Ebbene, questo è il mondo più tranquillo in cui tu possa vivere”. Proprio così.

 

120 Nell'inferno ci sarà pianto e lamento; nel Cielo ci sarà grido e giubilo! Per cui tu andrai a... Proprio ora tu ti trovi nel posto più tranquillo che ci possa essere! Così è meglio che ti ci cominci ad abituare, a uno o all'altro.

 Per cui io preferisco piuttosto fare la mia scelta e mettermi dietro alla Parola di Dio. Non vorresti farlo tu? Continua semplicemente a spingere avanti la Parola. Di' semplicemente: “Così Dice Il Signore, Così Dice Il Signore”. Continua semplicemente a spingere avanti la Parola. Benissimo.

 

121 Dunque Essa non sostenne la loro scientifica specificazione. Ed oggi, quando essi vedono lo Spirito di Dio che può discernere i pensieri del cuore (come disse Dio), predire, prevedere, parlare in lingue, interpretare, e tutti questi diversi doni; essi dicono: “Quella è telepatia”, vedete? Essi cercano di portare questo dentro. Essi dicono: “Ebbene, noi vediamo ciò che viene fatto; ma lo sai tu che cos'è questo? Questo è semplicemente telepatia umana”. Ma ciò invece è il “Così Dice Il Signore”!

 

122 Gesù disse: “Questi segni accompagneranno coloro che credono”. Fino a quando? “Fino alla fine del mondo”.

 

123 Essa non sostiene la loro ricerca scientifica, perciò essi si ridono di Essa; ed essi fecero la stessa cosa ai giorni di Noè. Oh, sì, Essa non sostiene il loro ragionamento! Tu non puoi comprenderLa. Ma, in ogni caso, Essa rimane la Parola di Dio. Benissimo.

 

124 Così Satana iniziò il suo attacco, sul gruppo di Noè, proprio come egli fece in Eden, cioè che: ciascuno doveva scegliere per fede. Gloria! [Il fratello Branham batte tre volte le mani—N.d.T.] Non qualcosa che tu hai comperato; ma per fede!

 E l'unico modo tramite il quale per fede tu possa credere ad una menzogna denominazionale, è quando per prima rifiuti la Parola di Dio. Se tu stai pensando alla salvezza, ecco qui cos'è.

 E l'unico modo perché tu non possa credere la Parola, è che tu devi mettere la tua fede su una simulata menzogna del diavolo tramite il ragionamento, anziché credere la Parola di Dio che dice che tu devi nascere di nuovo. E quando tu lo sei, allora “questi segni seguiranno coloro che credono”. Oh, io questo lo amo! Questo a me suona buono.

 

125 Vedi, credi la Sua Parola! Non importa quello che qualcun altro dice; “Dio dice così! Dio dice così!”.

 Dicono: “Beh, questo è così-e-così”.

 “Ma Dio dice così!”.

 “Beh, ma noi Presbiteriani...”.

 “A me non m'importa. Ma Dio dice così!”.

 “Noi siamo Battisti”.

 “A me non m'importa. Dio dice così!”, vedi?

 “Noi siamo Cattolici”.

 “Dio dice così!”. Vedi, stai proprio in questo modo.

 “Beh, il nostro pastore ha così tante lauree!”.

 “Ma Dio dice così!”.

 “Il nostro papa ha questo, il nostro vescovo ha questo”.

 “Ma Dio dice così!”.

 

126 Stai fermo lì! Essa è la tua fortificazione! Stai fortificato nella Parola di Dio! Avvolto in Essa! Ebbene, tu sei battezzato nella Parola. “Tramite uno Spirito noi siamo tutti battezzati in un Corpo, e quel Corpo è Cristo”, è ciò esatto? Sissignore.

 Tramite uno Spirito siamo tutti battezzati nel Corpo di Dio. Dunque tu sei battezzato in Dio. Tu sei fortificato con Dio. La Sua Parola è la tua fortezza!

 

127 Egli è una torre forte! “Il Nome del Signore è una forte torre; il giusto corre in Lui ed è al sicuro”.

 Egli è la mia fortezza, la mia protezione, il mio scudo, le mie scarpe, il mio cappello, la mia giacca, il mio cuore, il mio tutto-in-tutto. Oh, Dio è tutto-in-tutto! Sono avvolto in Lui, morto al mondo, risuscitato con Lui nella risurrezione. Non sono più io che vivo, ma Cristo che vive in noi.

Noi stiamo guardando per la venuta di quel felice giorno millenniale,

Quando il benedetto Signore verrà per rapir via  la Sua sposa che aspetta;

Oh! Il mondo sta gemendo, gridando per quel  giorno di dolce liberazione,

Quando il nostro Salvatore ritornerà di nuovo  sulla terra.

Allora il mansueto erediterà la terra.

 

128 Ciascuno dovette scegliere per fede! Tu devi farlo! Oggi tu devi credere la menzogna del diavolo, o credere la Parola di Dio. Proprio così: l'una o l'altra.

 

129 Ora, noi vediamo... Prendiamo Noè, per qualche momento, prima che lasciamo qui. Sapete, io m'immagino alcune delle cose che Noè dovette attraversare. Io m'immagino che egli andava giù per la strada, dicendo: “Il giudizio sta per venire!”.

 Ebbene, essi dicevano: “Come fai tu a saperlo? Che tipo di giudizio?”.

 “Dio sta per colpire questa nazione peccatrice! I figli di Dio si sono sposati le figlie di Caino; ed eccoli lì! Guardate come siete diventati. Voi vi siete allontanati da Dio! Vi siete fatti i vostri grandi sistemi religiosi. Voi avete tutte queste cose, ma Dio colpirà la terra!”.

 Dissero: “Povero vecchio, egli è un po' uscito di... Lasciatelo andare. Vedete, egli è...”.

 

130 Però egli aveva il: “Così Dice Il Signore!”. Egli poteva provare ciò che stava dicendo, però essi non ci credevano, vedete? Egli aveva la Parola del Signore.

 

131 Ora, forse giorno dopo giorno essi si ridevano e si facevano beffa. I bambini forse gli facevano “ha-ha!”; ma Noè andò dritto avanti predicando comunque. E tutta la sua famiglia e tutti i convertiti andarono dritti avanti credendo comunque. Tutti quelli che seguivano Noè credevano Noè. Ciò è giusto. Essi dovevano fare la loro scelta di credere ciò che il mondo diceva, o credere ciò che questo potente profeta unto diceva.

 

132 Così egli disse: “Ora, chiesa, osservate: uno di questi giorni Enok se ne andrà, e quando egli lo fa, quando egli se ne andrà via, allora è meglio che noi entriamo! Enok sta per lasciarci; egli sta per essere portato su; così è meglio che noi entriamo”. Così man mano che i giorni passavano, essi stavano molto attenti.

 

133 Dopo un po' Dio disse: “Io ne ho abbastanza del loro beffarsi. Io ne ho abbastanza dei loro insulti. Io sto per mandarlo. Prendi ora gli animali, e vai su lì e grida `Alleluia!' cinque volte, e gli uccelli verranno volando. Tutti i leoni ed ogni altra cosa, verranno due a due. Grida `Lode al Signore!' per circa quattro o cinque volte ed ecco che verranno”, vedete?

 

134 Ora, così Noè si preparò, e tutti gli animali andarono dentro; e poi Noè stesso andò dentro. E così, quando egli andò dentro, io credo che l'ultima cosa che egli disse...stava sulla porta e diceva: “Questo è il così dice il Signore! L'ultima chiamata!”. Quello è ciò su cui noi stiamo oggi, fratello [Il fratello Branham batte una volta le mani—N.d.T.], la nostra ultima chiamata, alla porta dell'Arca. Quella Porta è Cristo.

 

135 Se volete prendere quello letteralmente e volete agire un pochino su quello, andate su in Apocalisse, tra l'epoca Filadelfiana e quella Laodiceana, ove Egli dice: “Io ti ho messo davanti una porta aperta, ma tu l'hai rifiutata”. Vedete, quella è l'ora in cui noi stiamo vivendo, proprio prima della distruzione c'è una Porta aperta. Ma essi non vogliono ascoltare; anzi, mettono Lui fuori!

 

136 Ora, egli stette sulla porta e proclamò: “L'ora è vicina, quando la Parola di Dio che è stata parlata si adempirà”. Ciò è esatto.

 

137 Egli andò nell'arca. E quando egli andò nell'arca, sapete cosa accadde? Dio chiuse la porta. Oh, mamma! Nessuno aveva da chiuderla; Dio la chiuse. Quello era tutto. L'ultima possibilità per essere salvati se n'era andata!

 Così io immagino che i ragazzi si misero a braccetto attorno a quell'arca lì, per circa quattrocento metri; e la gente anziana andò su e disse: “Ebbene, lì dentro quel vecchio morirà soffocato!”, vedete? Così andarono avanti continuando a ridersi di lui, facendosi beffa.

 

138 E, sapete, ogni persona... Ascolta ora; forse questo ti aiuterà. Ascolta attentamente. Quando tu prendi la Parola di Dio e segui la Parola di Dio, molte volte capita, dopo che tu hai già fatto tutto quello che potevi fare, che la tua fede viene messa alla prova. Qui non ci sono altri di fuori ma solo membri locali, perciò vorrei dirvi che proprio ora io mi trovo in quella condizione. Proprio così. Io non so cosa fare; il risveglio è passato, vedete? Io non so dove sarà la prossima chiamata. Io sto semplicemente qui, nervosamente, guardando, chiedendomi cosa fare prossimamente.

 

139 Noè andò, egli seguì la volontà di Dio. Dio chiuse la porta dietro a lui, però non piovve per altri sette giorni! Mi chiedo: “Cosa pensava Noè in tutto quel tempo che passò lì dentro?”. Noè, seduto nell'arca, la porta chiusa; egli pensava: “Figliuoli, esso verrà in qualsiasi momento, voi lo sentirete. Alziamo un pochino la porta, il coperchio che è in cima”. Essi si trovavano nel piano superiore, voi lo sapete. Gli animali erano in basso, gli uccelli in mezzo, ed essi erano in quello sopra. “Quel sole...oh, la mattina, c'è qualcosa; su di là, è nero, la pioggia verrà!”. Ma la mattina seguente ecco venire su il sole.

 

140 Forse alcune persone, quel genere che credettero Noè a metà, saranno andati su di là e stettero attorno all'arca, dicendo: “Sapete cosa? Quel vecchio forse avrà ragione; è meglio che noi stiamo qui”. Ebbene, allora essi videro un errore.

 I profeti di Dio non fanno alcun errore! La Parola di Dio non può venir meno.

 

141 Voi mi avete sentito predicare riguardo a: “Giona che va a Ninive”. Essi dicevano che egli si era sviato; ma egli non lo era. Egli era proprio nella volontà di Dio; esattamente. Egli aveva la Parola del Signore, ed egli camminò in Essa.

 

142 Qui Noè disse: “Ora, figliuoli, venite tutti qui attorno e voi vedrete la prima nuvola che sia mai venuta nel cielo. Essa verrà su al mattino”. Beh, invece si alzò il sole! “Bene, forse si vedrà alle nove; noi staremo a guardare”. Si fecero le nove, le dieci, le undici, le dodici, le tre, le quattro, le cinque, le sei! “Anche ieri egli chiuse la porta”.

 

143 Alcuni di loro dissero: “Beh, sai cosa? Io sono d'accordo con la sorella Suzie che è giù di là, in quella sua grande chiesa. Quel vecchio è pazzo! Vedete, egli andò là sopra e chiuse quella porta e disse che sarebbe venuta la pioggia, ed ecco che se ne sta seduto là. Perciò non c'è niente di vero in questo, vedete?”.

 

144 Il sole venne dritto su, fece il giro del cielo come aveva sempre fatto. Non c'era alcun segno di pioggia.

 Così sono quei credenti tiepidi, quei credenti a metà, a metà cuore, quelli che non sono volenterosi a prendere Dio in modo assoluto giù fino alla fine della strada, vivere o morire. Vedete cosa intendo dire?

 Stai nella tua condizione fortificata; vivere o morire, affondare o annegare, stai proprio lì in ogni caso!

 

145 Quando Abrahamo, il padre del fedele, tirò fuori il coltello e tirò da parte i capelli della testa di suo figlio per tagliargli la gola, egli disse: “Io sono persuaso che Dio è in grado di risuscitarlo dai morti, fuori dalla legna in cui io l'ho buttato”. Egli era volenteroso a seguire la Parola di Dio fino alla fine! Lo avete afferrato?

 Non importa di che si tratta, stai proprio là! Se tutto sembra essere come se tu non possa andare avanti che un centimetro, vai avanti quel centimetro! Poi se tu tocchi il muro, stai proprio là, fino a che Dio non apre una via attraverso di esso.

 

146 Il primo giorno passò; il secondo giorno passò; il terzo giorno passò; il quarto, il quinto il sesto. Sapete, Noè aveva molto da fare. Io m'immagino che alcuni della sua congregazione dissero: “Papà, pensi che dovremmo uscire da quella finestra e... Non pensi che sia stato tutto un errore?”.

 

147 Egli disse: “No! No, no! Chi fu Colui che si prese Enok?”. [Il fratello Branham batte tre volte le mani—N.d.T.] “Chi fu Colui che chiuse quella porta? Chi fu Colui che ha fatto tutte quelle cose davanti a noi? Se Egli ci ha guidati fin qui e ci ha chiusi dentro, allora rimaniamo con Lui”.

 

148 Quella è la Sua Chiesa! Se Egli ci ha portato su fuori dal mondo e ci ha guidati fin qui, e ci ha chiusi dentro con Lui, con lo Spirito Santo tutto attorno a noi, in noi, e attraverso noi, allora seguiamo Lui su fino alla fine. Proprio così.

 Il tempo verrà! Il tempo verrà. Lascia che gli schernitori dicano ciò che essi vogliono.

 

149 Poi, al settimo giorno; quella mattina la gente era fuori sulle strade, ed essi non avevano mai visto una cosa simile. Delle nuvole venivano su, grandi rumori di tuoni, fulmini che lampeggiavano attraverso i cieli. Verso le sette, grosse gocce di acqua cominciarono a cadere per la prima volta sulla faccia della terra. Io m'immagino gli uccelli che cinguettavano a lamento, ogni cosa nella natura era tutta scossa. Gli uomini cominciarono a stupirsi e a dire: “Tirate fuori il vostro strumento scientifico! Provate col vostro radar! Diteci di che si tratta!”. Ma esso non funzionava. “In tutta la nostra vita noi non abbiamo mai visto una cosa simile!”.

 

150 Ebbene, verso circa mezzogiorno, i torrenti avevano cominciato a gonfiarsi. Entro la mattina seguente, i fiumi, gli abissi scoppiarono. Entro i primi tre o quattro giorni le acque coprivano già tutte le strade; inondazioni. La gente cominciò a venire su attorno all'arca, bussando alla porta: “Aprici!”. Ha! Ha! Noè stava già navigando sulle onde! Essa era salita qualcosa come quindici cubiti, credo che dica la Bibbia; l'arca si sollevò e lasciò la terra, e cominciò a dondolarsi e a farsi strada.

 

151 Essi salirono sulla vetta più alta, si aggrapparono al ramo più alto, essi gridarono! Ed ogni cosa che aveva narici per respirare perì, ogni cosa che non era in quell'arca. Ogni cosa che respirava morì!

 Essi potevano gridare per misericordia. Essi potevano gridare! Ma essi avevano disprezzato Dio così tante volte fino a che non ci fu più altro da fare che portare la Sua giustizia; e la Sua giustizia fu “Giudizio”. La stessa cosa che Egli disse ad Eva: “Il giorno che tu ne mangerai, quel giorno tu morrai”.

 

152 Ora, io voglio che voi notiate questo: Noi abbiamo visto...noi ora abbiamo visto per due volte che la Parola è venuta in conflitto col ragionamento. Ed ora ciò sta avvenendo di nuovo! Ragionamento contro la Parola! Tu ora hai da scegliere.

 Giosuè disse la stessa cosa. Egli disse: “Ora, se volete scegliere di servire gli dèi che i vostri padri servirono prima del diluvio (vedete?), o scegliete di servire gli dèi degli Amorei, la cui terra voi possedete. I padri prima del diluvio sopravvissero attraverso il diluvio, perché credettero la Parola di Dio. Gli Amorei La rigettarono, e Dio ora dà a voi il loro Paese! Ora se voi pensate che sia male servire Dio, scegliete oggi chi volete servire. Ma quanto a me e alla casa mia, noi staremo fermi col Signore”. Amen! Questo mi piace: il conflitto.

 

153 Notate: il giorno in cui in Eden il Forte fu rotto, l'uomo andò fuori. Amen. Essi andarono fuori. E il giorno in cui essi osservarono il Patto di Dio, nella distruzione antidiluviana, essi andarono dentro. Quelli andarono fuori dall'Eden; questi andarono dentro all'arca; e in questa terza volta essi andranno su! Andarono fuori, andarono dentro, andranno su!

 Noi vediamo ciò che essi fecero per due volte. Io voglio stare con il Signore! Non lo volete voi? Io voglio osservare la Parola di Dio.

 

154 Gesù disse: “Come fu ai giorni di Noè, così sarà alla venuta del Figliuol dell'uomo”, cioè: giusto contro ingiusto; Luce contro tenebre; Vita contro morte; la Parola contro la scienza. Proprio così.

 Essi pensano che la ricerca scientifica confuta la Parola; però essa non confuta la Parola.

 Satana ha il suo sistema di nuovo all'opera, per far sì che le persone non credano la Parola di Dio.

 

155 La maniera di adorare di Satana, come Caino, e come Balaam, li rende molto religiosi. Caino era religioso; egli portò un altare, fece un altare; e, francamente, Caino era più religioso di Abele. Certo che lo era. Egli per il Signore fece molto di più di quanto fece Abele. Però Abele venne nel modo della Parola; questo è tutto.

 Egli fece di più. Egli mise su una grande denominazione, edificò una grande cosa, una grande eredità Cristiana. Però, vedete, egli venne nel modo sbagliato e ciò non fu accettato.

 Ora: sbagliato perché esso era contrario alla Parola!

 

156 Balaam era altrettanto religioso quanto Mosè. Egli venne con lo stesso sacrificio, gli stessi agnelli, gli stessi animali puri, ed ogni altra cosa; e pregò lo stesso Dio, e offrì sacrifici allo stesso Dio a cui li offriva Mosè, solo che egli venne nel modo sbagliato, vedete? Ciò fu contrario alla Parola, come fu in Eden.

 

157 La Parola non si mescola con teorie moderne, vedete? Tu non puoi avere una teoria moderna...(Ora, per terminare, ascoltate attentamente) La Parola non si mescola con nessuna teoria moderna. Tu non puoi avere una teoria ed avere la Parola. Tu devi avere la Parola o la teoria. Ora, a quale crederai tu?

 Se la Bibbia insegna che il battesimo è nel Nome di Gesù Cristo, e la chiesa dice: “Esso è Padre, Figlio, e Spirito Santo”; dunque, a chi crederai tu?

 

158 Se Gesù dice: “Tu devi nascere di nuovo”, e la chiesa dice: “Vieni, ed unisciti a noi”; ora, a chi crederai tu?

 Se Gesù dice: “Questi segni accompagneranno coloro che credono”, e la chiesa dice: “Sii semplicemente un buon membro”; a chi crederai tu?

 Se Gesù dice: “Le opere che faccio Io le farete pure voi”, e la chiesa dice: “I giorni dei miracoli sono passati”; a chi crederai tu?

 

159 Vedi cosa intendo dire? Io potrei stare qui per un'ora solo su queste cose, citando queste diverse cose; come la teoria ha messo su un sistema per contrapporsi alla Parola di Dio!

 Ora, Cristiani, state dietro la Parola! Sissignore.

 

160 Modo sbagliato di vivere, cercando di mescolare la Parola. Oggi essi prendono queste donne che sono vestite come vogliono; prendono questi uomini che fumano, bevono, ed ogni altra cosa, e li fanno diaconi ed altro, nella chiesa; li fanno perfino pastori!

 Queste donne si vestono in qualsiasi maniera esse vogliono, le portano dentro la chiesa e le fanno sorelle. Non cercare mai di andare in Cielo in quel modo! La Parola non si mescola affatto con la teoria moderna.

 

161 Così noi oggi abbiamo due classi che professano... (Ora, ascoltate attentamente, mentre terminiamo) Noi abbiamo due classi che professano di essere la Sposa di Cristo. Proprio così. E la Bibbia parla che ci saranno due classi. Proprio così; le vergine avvedute e le vergini stolte. È ciò esatto? Ci sono due classi.

 

162 La chiesa dice: “Noi siamo la chiesa”. Essi escono ed hanno queste grandi campagne di evangelizzazione, portano le persone nella chiesa, e le donne continuano ad andare avanti col loro modo di agire; gli uomini continuano ad andare avanti col loro modo di agire. Essi non cambiano mai la loro dottrina! Essi ce l'hanno tutta scritta e sistemata in un documento; e quei `credi degli Apostoli', e certe preghiere, e tutti questi catechismi, ed ogni cosa che i Metodisti e Battisti e Presbiteriani e Cattolici e tutti loro leggono.

 

163 Ed essi accettano quel catechismo perché qualche grande uomo per l'addietro disse che ciò era giusto. Egli potrà essere stato un grande uomo; egli potrà essere stato giusto, però egli non ha l'autorità di dire ciò, poiché la Bibbia è l'autorità di Dio. Essa è la Parola di Dio scritta, e: “Ogni uomo che aggiunge ad Essa una cosa, o toglie via da Essa qualche cosa, la Stessa gli toglierà via la sua parte dal Libro della Vita”. Per cui quello non può essere fatto.

 

164 Ora, ma noi ne abbiamo due che lo professano. Uno dice: “Ebbene, noi siamo la chiesa!”. L'altro dice: “Noi siamo la chiesa”. Benissimo: le avvedute e le stolte sono entrambe invitate. Ma, lo avete notato? Entrambe avevano dei vasi! Proprio così. Entrambe erano vergini, credenti! Entrambe avevano dei vasi! Ma noi sappiamo che per noi Satana è più che un avversario. Questo lo sappiamo. Noi sappiamo che Satana è molto più che un avversario per qualsiasi essere umano. Non cercare mai di sopraffare lui con la tua sapienza! Tu proprio non ci riuscirai.

 

165 Gesù sapeva questo, perciò Egli mandò alla Chiesa un luogo fortificato, così che Satana non potesse sopraffarli. Egli mandò loro lo Spirito Santo. E la Chiesa non pretende di essere intelligente; essi semplicemente affermano di `credere'! I predicatori non possono uscire e mostrarti il loro Dottorato in Filosofia, Dottorato in Legge, Dottorato in Teologia, e tutte queste altre cose! Essi non hanno alcun grande momento di inaugurazione quando vengono ordinati in qualche associazione ministeriale!

 Sapete, io solevo cantare un piccolo cantico:

Questa gente non impara

Vanto, o fama, di questo mondo

Han ricevuto la Pentecoste

In Gesù son battezzati

Ora dicon dappertutto

“La Sua potenza non muta mai!”

Io son felice che posso dir: “Sono un di loro”.

 

166 Sissignore! Sì, essi non hanno queste grandi cose. Essi non pretendono di sapere molto. Essi semplicemente dicono di credere Qualcosa.

 Gesù mandò lo Spirito Santo, il Quale è Lui Stesso! Egli disse: “Ancora un po' e il mondo non Mi vedrà più; ma voi Mi vedrete perché Io sarò in voi, sarò con voi, perfino in voi, fino alla fine del mondo”.

 

167 Ora, osservate ora: Gesù sapeva questo, perciò Egli mandò lo Spirito Santo, per confermare la Parola! Lo avete afferrato? Vedete, per confermare a coloro che hanno preso il loro rifugio dietro la Parola, che Egli è nella Parola.

 Lascia che loro là fuori si ridano del sistema. Loro dissero che essi erano pazzi. Ma Gesù mandò lo Spirito Santo, il Quale è Lui Stesso, per darLo a coloro che sono dietro la Parola, come era il gruppo di Abrahamo, per confermare la Parola davanti a loro e mostrare che Egli è ancora la Parola! Per vedere che tu hai preso il posto giusto. Benissimo.

 

168 Il Fuoco è la conferma della Luce che viene dalla Parola. Esse riempiono... La vergine accorta, la vergine avveduta, aveva Olio nella sua lampada, ed ella acconciò la sua lampada e l'accese.

 Ora, che cosa significa questo? Ora: Dio è la Parola, l'Olio è lo Spirito, e il Fuoco è la Luce del Vangelo su quell'Olio.

 Vedete: “Dio dice così”; quello è il vaso. Benissimo.

 L'Olio è nel vaso, e il Fuoco che lo brucia mostra che esso sta riflettendo la Luce di ciò che dice la Parola. Vedete, quello è il riflesso.

 Ora, quella vergine avveduta questo poté farlo; ma quell'altra, la vergine stolta, che era al di fuori, non aveva Olio! Ed esse non poterono riflettere niente altro che la loro chiesa e la loro denominazione, vedete?

 

169 Ora, tu dirai: “Hai detto che la Parola è Spirito?”. Sissignore. Dio dice: “La Mia Parola è Spirito”. Ciò è esatto.

 

170 La vera Sposa deve essere unificata tramite la Parola.

 Ora, ricordati: Se Lei è una parte di Cristo, Lei ha da essere la Parola di Cristo. Onde essere la Parola di Cristo, tu hai da essere battezzato dentro Cristo. E quando tu sei in Cristo, tu credi Cristo; e Cristo è la Parola!

Amen! Amen! Amen!

Lo credi tu? Amen!

Lo ami tu? Amen!

Lo vuoi servire?

Amen! Amen! Amen!

Egli è la Luce del mondo. Amen!

Egli è la gioia dei nostri cuori. Amen!

Egli è la potenza della nostra vita. Amen! Amen! Amen!

 

171 La Sposa deve essere unificata, unificata insieme, tramite la Parola! “Le Mie pecore ascoltano la Mia Voce”; e questa è la Sua Voce su Parola stampata! Benissimo.

 Unificata tramite la Parola. Ella si prepara, non con il solito credo...

 

172 Come Ester. Quando Ester doveva essere scelta per stare davanti al re, lei non adornò se stessa con tutte quelle cose. Ma lei adornò se stessa con uno spirito `dolce' e `mansueto'! Ecco con che cosa la Sposa sta adornando se stessa: con tutti i frutti dello Spirito, che la seguono!

 Cos'ha Lei? Si raduna insieme nella comunione della Parola. Amen! Comunione della Parola. Proprio così.

 Comunione! Questa sera noi siamo seduti insieme in luoghi Celesti in Cristo Gesù; di un accordo, un luogo, uno Spirito, una mente, una speranza, un Dio, uno scopo. Amen! Vedi? Eccoti qui.

 

173 Ogni volta che la Bibbia dice qualche cosa, noi diciamo: “Amen!”. Puntualizzando ogni parola con: “Amen!”.

 Gesù Cristo è lo stesso, ieri, oggi, e in eterno. “Amen!”.

 Ravvediti, e sii battezzato nel Nome di Gesù Cristo. “Amen!”. Ogni cosa è: “Amen! Amen! Amen!”, sempre in continuazione, vedete? In comunione!

 

174 Coi frutti dello Spirito Lei... Cos'ha Lei? Qual'è il frutto dello Spirito? “Gioia”, gioia nel suo cuore, sapendo che Egli viene presto. Amen! Amen e amen! Sì. “Pace nella mente”. Cosa? “Pace nella mente”. Pace nella mente sapendo che: Non importa cosa viene o cosa se ne va; lascia che la nave barcolli, lascia che la tempesta si scateni, lascia che i fulmini abbaglino, che il tuono rimbombi; qualsiasi cosa accada, non fa alcuna differenza! Possono cadere le bombe atomiche; tu puoi farti rifugi antirazzo, rifugi antibomba, qualsiasi cosa tu voglia. Però Lei continua a dire: “Amen! Amen! Amen!”.

 

175 Perché? Perché Lei è fortificata. Cosa? Fortificata in cosa? La Parola. La Parola come? Fatta carne, che dimora tra di noi; osservando Lui che si muove tra di noi, nella nostra assemblea, vedete? Ecco che Lui è qui. Quale differenza fa Essa? (Amen!) Essa fa vincere il conflitto!

Io ho ancorato la mia anima nel riposo del Cielo

Per non navigare più attraverso i mari selvaggi

La tempesta può infuriarsi e selvaggiamente  scatenarsi

Ma in Gesù io sono per sempre al sicuro!

 

176 Tu dici di essere in Gesù e poi neghi la Sua Parola? C'è qualcosa che non va! Egli dice sempre “Amen!” alla Sua propria Parola. Tu sai che questo è vero. Benissimo.

 

177 Radunarsi per avere comunione. “Gioia”, è uno dei frutti dello Spirito. “Pace nella mente”, e “fede nella Parola!”.

 

178 Pace, gioia, fede, temperanza, pazienza, gentilezza.

 Fede! Che tipo di fede? In quale direzione stai usando la tua fede per combattere il conflitto? Stai usando la tua fede su qualche teoria, su qualche ragionamento, o qualcos'altro?

 “Non è ragionevole che la maggior parte delle persone vengano in questa chiesa? Non è questa la grande chiesa?”. Nossignore, non lo è.

 

179 Se quella chiesa non predica ogni Parola di quella Bibbia là, e non dice “Amen” ad ogni Parola che c'è in Essa, e non crede ad ogni segno, ad ogni prodigio, e non li vedo che agiscono proprio in mezzo a loro, io me ne vado via da essa. Non importa quanto grande o quanto piccola essa sia. Vedete?

 

180 Fede, amore, gioia, pace; e: fede nella Parola!

 Per cui, lasciate che Satana punti i suoi fucili. Noi siamo ancorati. Amen!

 Noi non pretendiamo di essere persone importanti. Noi non siamo persone importanti, agli occhi del mondo. Noi siamo gente umile, contadini. Le ricchezze del mondo a noi non interessano.

 

181 Amici miei, che siete qui questa sera; io iniziai a predicare questo Vangelo... Si sta facendo tardi, così per questa sera sto per terminare.

 Guardate, noi iniziammo a predicare qualcosa come circa trent'anni, o trent'uno anni fa. Circa nel 1930-31, qualcosa del genere; io iniziai a predicare il Vangelo. Ho predicato questo stesso Messaggio, senza mai cambiarLo, poiché Esso è la Verità. Sono stato esattamente con Esso.

 

182 Or questa sera io sono un uomo di mezza età, cinquantatré anni; nonno. Io amo Lui più di quanto lo amavo per l'addietro, poiché io ho visto Lui in mezzo a più prove e lotte. Ed io ho visto quando sono arrivato al punto che ero così tentato, quando io dicevo qualcosa, come Noè nell'arca: “Avverrà questo”, e poi osservavo, dicendo: Oh, misericordia! Dio, cosa posso fare? “Esso accadrà. Stai lì. Esso accadrà!”. Il sole tramontava: “Esso accadrà!”.

 “Come fai a saperlo, fratello Branham?”.

 “Dio disse così. Ciò accadrà. Esso deve accadere. Dio disse così”.

 Così io ho ancorato la mia anima nel riposo del Cielo. In Gesù io sono per sempre al sicuro. Non importa quello che viene o quello che va, prendiamolo in questa maniera.

 Chiniamo ora i nostri capi per rendere grazie a Lui.

 

183 C'è qui qualcuno questa sera che non conosce Lui e che non è ancorato in quel modo? Se tu non hai mai preso la tua grande presa di posizione con la Parola di Dio, vorresti dire: “Fratello Branham, io alzo la mia mano e dico: `Ricordati di me in preghiera'. Io non ho mai preso una posizione in quel modo, cioè: che io ho fiducia in Dio, nonostante quello che possa accadere; che io prendo la Sua Parola, nonostante quello che qualcuno abbia a dire o fare; io continuo a credere la Sua Parola. Io voglio che tu preghi per me, fratello Branham. Io credo che il mio conflitto è in corso, ed io prendo la mia posizione nella Parola. Io non ho mai ancora preso la mia posizione. Io voglio prendere la mia posizione dalla parte di Dio e con la Parola”.

 

184 Quanti dunque avete già preso la vostra posizione di stare dietro alla Parola del Signore? Alzate la vostra mano per dire: “Io sono molto grato che l'ho fatto”. Dio vi benedica; il cento per cento! Lode a Dio, anche i piccoli bambini alzano le loro mani. Mamma, mamma! Oh, come ciò è reale!

 

185 Luoghi Celesti in Cristo Gesù, fortificati tramite la Parola. Fortificati tramite la Parola, con la Presenza dello Spirito che è qui per darne la conferma, come fece ai giorni primitivi; provando a noi lo stesso Vangelo, gli stessi segni, gli stessi prodigi, lo stesso Dio, la stessa Parola, facendo adempiere le stesse cose. Persone che si alzano, lo Spirito che scende sulle persone con il dono di profezia, e profetizzano. Uno si alza, lo Spirito scende su di loro per parlare in lingue, e parlano in lingue. Poi si fermano, e un altro lo interpreta. Ciò si adempirà.

 

186 Oh, mamma! Il vedere la nostra grande potenza dello Spirito Santo che cambia le nostre vite, portandoci fuori da quella vita di peccato e facendoci nuove creature in Cristo Gesù. Come siamo grati al Signore!

 

187 Padre Celeste, è così buono questa sera essere radunato con questo gruppo di Tuoi figliuoli, questi che stanno soggiornando giù qui a Clarksville. Sono così felice di vedere questa chiesa che va avanti, e vedere il pastore, e nemmeno un incredulo in mezzo a loro, tutti nel Rifugio! Oh, come Ti ringraziamo per questo, Padre!

 

188 Sto pensando ad un piccolo antilope, il quale una volta uscì dal rifugio e i cani erano dietro a lui, ed egli correva per salvarsi la vita. E quando arrivò al punto dove c'era il recinto, egli saltò dentro al recinto, ed era così felice! Egli tirò un sospiro e si voltò a guardare a quei cani; egli ora era al sicuro. Essi non potevano scavalcare il recinto; essi non erano fatti per poterlo fare. Se essi avessero toccato quella recinzione, essi sarebbero stati sbattuti indietro dalla scarica elettrica. Quello è il modo in cui siamo noi, Signore! Quando noi ci mettiamo dietro al recinto della Parola di Dio, la Potenza Elettrica dello Spirito Santo tiene il nostro nemico lontano. Egli non può scavalcare il recinto; egli non è fatto per poterlo fare.

 

189 Padre, noi Ti ringraziamo per averci fatti così, in modo che possiamo saltare per la nostra sicurezza, Signore; saltare dentro Cristo Gesù. Noi siamo così felici, Signore, che siamo per sempre al sicuro! Ti preghiamo ora che Tu voglia benedire questa piccola Chiesa, il suo pastore, i suoi cari. Benedici tutti quelli che sono qui questa sera. Benedici ogni ministro.

 

190 Ti preghiamo per il nostro prezioso e nobilissimo fratello Neville. Ed ora, come Satana ieri cercò di tirarlo via dalla scena, schiacciandolo in quella macchina; ed egli cercò di fare qualcosa di male; però Tu eri lì sulla scena! Dio, egli cercò di prendere pure me l'altro giorno, giù lì col fucile; però Tu eri lì sulla scena! Egli cercò di prendere il fratello Williard Crase, quando lo scaraventò contrò a quel palo; però Tu eri sulla scena! Oh, è così buono conoscere Te! Come disse una volta il poeta: “È così dolce confidare in Gesù! Basta prenderLo in Parola; basta riposare sulla promessa; basta conoscere il `Così Dice Il Signore'”. Come Ti ringraziamo per questo!

 

191 Benedici le nostre anime; perdona i nostri peccati; Signore, guarisci i malati che dimorano tra noi. Noi sappiamo che questi vecchi corpi mortali sono deboli, ed essi barcollano sotto l'impatto della malattia. E noi preghiamo che Tu ci tenga in salute affinché predichiamo il Vangelo. Facci vivere molti anni felici, se Gesù ritarda.

 

192 E fa' che tutti noi possiamo essere pronti per il rapimento; tutti nell'arca della salvezza, in Cristo Gesù, tramite uno Spirito. Battezzati lì dentro, su, nell'alto solaio, dove noi possiamo vedere la Luce del Vangelo che brilla dentro, così che puntualizziamo ogni Parola con “Amen!”. Concedicelo, Signore. Benedicili e sostienili. Io li reclamo come gioielli per la Tua corona, Signore, nel Nome di Gesù. Amen.

Io Lo amo, io Lo amo

Poich'Egli per primo mi amò

Alla Croce del Calvario

La salvezza Ei m'acquistò.

 

193 Ora, come sappiamo, a volte la Parola è tagliente, però noi La amiamo in quel modo. “La Parola di Dio”, dice in Ebrei 4, “è più affilata di una spada a due tagli”. Essa taglia via ogni cosa; due tagli, da una parte e dall'altra. Ed Essa è pure più potente, più acuta, tagliando perfino in profondità nelle “midolla delle ossa, e discerne i pensieri e le intenzioni del cuore”. Che cos'è? La Parola! La Parola. Vedete?

 Ed ora, dopo che noi abbiamo avuto questo messaggio veramente tagliente e duro; vi è piaciuto? [La congregazione dice: “Amen!”.—N.d.T.] Sissignore: Il conflitto!

 

194 Non siete felici che questa sera voi siete fortificati? Essa edifica la fede, e la forza, e dà speranza alla Chiesa. Oh! “Su Cristo, la solida Rocca io sto; ogni altra terra è sabbia mobile”.

 

195 Adoriamo ora Lui per due o tre minuti, lo volete? Chiudiamo i nostri occhi, alziamo le nostre mani. Sorella cara, vorresti darci l'accordo del coro “Io Lo amo”?

Io Lo amo (arrendi ora te stesso in adorazione!), Io Lo amo

Poich'Egli per primo mi amò

Alla Croce del Calvario

La salvezza Ei m'acquistò.

 Ora, guardiamoci l'un l'altro e diamoci la mano, dicendo:

Io Lo amo - Io Lo amo

Poich'Egli per primo mi amò

Alla Croce del Calvario

La salvezza Ei m'acquistò.

 

196 Che cosa fu il Calvario? Il Suo Kadesh-Barnea. Cosa fece Egli? Andò lassù e disse: “Dopo la morte l'uomo vive. Io ve lo proverò”. Andò lassù a Kadesh-Barnea, al Calvario, e prese il giudizio di tutti noi. Morì per i nostri peccati, attraversò il fiume della morte, e al terzo giorno Egli ritornò. La pietra si rotolò giù per la collina ed Egli venne fuori vivente.

 Alcuni di loro dissero: “Egli è uno spirito!”.

 Egli disse: “Toccatemi. Ha uno spirito carne ed ossa come c'è l'ho Io?”.

 Disse: “Avete qualcosa da mangiare?”.

 Essi dissero: “Abbiamo un po' di pane casareccio giù qui, credo, e qualche pesce”.

 Egli disse: “Andiamo a mangiarne un po'”. Ed Egli lo prese e lo mangiò, e disse: “Vedete, uno spirito non mangia come sto mangiando Io!”. Egli disse: “Ora, voi andate su lì a Gerusalemme, e da lì iniziate a predicare il Vangelo. Ed Io vi manderò i primi frutti della vostra resurrezione, poiché Io vi eleverò al di sopra dell'incredulità alla Parola e vi farò avere fede in Essa, per crederLa. E voi sarete al di sopra del peccato e di tutta l'incredulità”.

 

197 E in quel modo, alcuni cadranno in una vigilia, seconda vigilia,... Ricordatevi: “La settima vigilia”. Ve lo ricordate? La “settima vigilia” è quando Lui viene.

 Che cos'è la “settima vigilia”? Essa è il Messaggio del settimo angelo.

 Prima vigilia; essi si addormentarono. Seconda vigilia, terza, quarta, quinta, sesta; giù lungo attraverso Tiatira, e giù lungo attraverso le epoche; giù fino alla vigilia Laodiceana. Ma alla settima vigilia la Voce venne: “Ecco lo Sposo che viene, usciteGli incontro!”. E, cosa fecero? “Essi si svegliarono e acconciarono le loro lampade”.

Io Lo amo - Io Lo amo

Poich'Egli per primo mi amò

Alla Croce del Calvario

La salvezza Ei m'acquistò.

 

198 Oh, mamma! Sorella Ruth, io non intendevo spegnerlo. [Sembra che involontariamente il fratello Branham abbia spento qualche microfono col quale si stava registrando, e per questo si scusa con la sorella Ruth—N.d.T.] Io pensavo che questi bei cantici non stessero venendo registrati. Io volevo avere questo nastro, vedi? Cercavo di registrare questi cantici visto che quello si era spento.

 

199 Non amate voi questo? Sapete, io amo quel bel vecchio cantare Pentecostale! Però ho sempre detto che odio quelle voci super elaborate; quando trattengono il respiro fino a diventare blu in faccia, e poi fanno: “Hiiiiii”. Essi non stanno cantando; essi stanno semplicemente facendo un rumore, vedete. Sapete, a me piace quel bel vecchio cantare, quello che viene dal tuo cuore, come: “Amen! Amen! Amen!”. Non vi piace? A me piace questo:

Fede nel Padre, fede nel Figlio

Fede nello Spirito Santo, questi tre son Uno

I demoni tremano, e i peccatori si svegliano

La fede in Geova fa tremare ogni cosa.

 

200 Essa sbriciola il regno del diavolo e lo fa cadere. Pronuncia a raffica quelle grandi parole: “Così Dice Il Signore!”. Quella Parola atomica di Dio vola là fuori ed Essa semplicemente disintegra il regno di Satana. Amen! Dunque essi cantano: “Avanti, soldati Cristiani, andiamo come in guerra”. Proprio così.

 Benissimo, cantiamolo di nuovo. Ognuno, al massimo della vostra voce, con gli occhi chiusi, le mani alzate in aria, cantiamo: “Io Lo amo”. Benissimo, sorella cara:

Io Lo amo - Io Lo amo

Poich'Egli per primo mi amò

Alla Croce del Calvario

La salvezza Ei m'acquistò.

 

201 Padre Celeste, noi ora rimettiamo noi stessi nelle Tue mani. Fai con noi quello che piace a Te. Noi confidiamo che Tu ti servi di noi, Signore, per portare Luce ad altri nella nostra Comunità, e ovunque saremo guidati. E, Dio, vigila ora su di noi e proteggici fino a che ci incontreremo di nuovo, e fa' che portiamo dentro dei preziosi covoni. Te lo chiediamo nel Nome di Gesù. Amen.

 

202 Ora, è stato un privilegio essere stato con tutti voi questa sera, ed avere questo tempo di comunione. Io ora lascio il pulpito al vostro amato pastore, il fratello Junie. Benissimo; fratello Junie...

 

FINE